mercoledì 4 maggio 2016

Truppe siriane ed elicotteri russi DISTRUGGONO 175 takfiri ai pozzi petroliferi di Al-Hail!

Recenti rapporti dall'Est della Provincia di Homs confermano come prima di rivolgersi contro obiettivi quali Arak o la Base Aerea T-3 le forze siriane avanzanti da Palmyra abbiano intenzione di espellere i terroristi dell'ISIS da tutti i campi petroliferi e metaniferi della zona.

Aiuto fondamentale in quest'operazione viene fornito dagli elicotteri d'attacco Mi-28 e Ka-52 russi che si proiettano avanti in continue missioni di appoggio dalla Base Aerea di Ramiyeh; solamente nelle ultime 36 ore ben 175 takfiri dell'ISIS sarebbero stati abbattuti nei campi di Al-Hail.


Una volta scatenato l'assalto contro Arak e T-3 il 'califfato' non avrà nessun gruppo nella zona cui comandare un rinforzo delle poszioni o attacchi diversivi, e, sperabilmente, la resistenza offerta dagli obiettivi sarà comprensibilmente ridotta in durata ed efficienza.

9 commenti:

  1. evidentemente i ratti, nonostante tutte le chiacchere della loro propaganda, non dispongono di un vera arma antiaerea,perchè gli elicotteri anche se ben corazzati non hanno una velocità così elevata da rendere impossibile l'abbattimento.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo questo articolo di Analisi Difesa, sì.

      http://www.analisidifesa.it/2016/04/prime-valutazioni-sul-debutto-del-ka-52-in-siria/

      Dall'articolo:
      "Nella prima sortita operativa, infatti, un Ka-52 ha registrato l’impiego da parte nemica di diversi tipi di sistemi missilistici portatili terra-aria (Manpads).
      “In tutti i casi il sistema Vitebsk ha bloccato i sistemi portatili proteggendo con successo l’elicottero” ha riferito la fonte."

      Elimina
  2. infatti credo che era un bluff sulle armi antiaerei!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  3. ci riprovo: non è un bluff, è che gli elicotteri sono dotati di efficienti contromisure.

    RispondiElimina
  4. cari amici, non dimenticate che i sistemi di contromisure dei russi e iraniani sono cosi efficienti da fare impazzire mezzo esercito della nato, dico mezzo perchè l'altra metà è già impazzita.rosp

    RispondiElimina
  5. Non dimentico che fino ad ora gli elicotteri russi non hanno mai trovato un vero avversario alla loro altezza.
    Mi vuoi spiegare quali sono stati gli scontri fra elicotteri russi recenti e militari della Nato?
    Naturalmente intendo con le armi piu' recenti,non utilizzando materiale di magazzino!
    Nb non considero i turchi = militari Nato...quelli non li considero alleati Nato...sono solo degli imbroglioni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. fino a pochi mesi fa i jet siriani non potevano operare di notte segno che non è un conflitto combatuto con le migliori tecnolegie militari

      infatti, l'esercito siriano è stato messo in crisi dal TOW che è degli anni settanta

      gli equilibri sono stati spostati dal t90 degli anni 90

      ma per i russi il t90 è superato e da sostituire ... ed infatti hanno deciso di costruire quasi 3000 arma da

      on

      Elimina