lunedì 20 ottobre 2014

Bombardamenti e blitz elicotteristici irakeni infliggono gravi perdite all'ISIS nella Provincia di Anbar!!

I jet da supporto ravvicinato forniti alle forze aeree irakene dalla Russia di Putin e dalla Repubblica Islamica Iraniana hanno ancora una volta dimostrato tutta la loro utilità nella giornata di ieri quando in una serie ravvicinata e intensa di missioni d'attacco hanno distrutto diversi raggruppamenti terroristici dell'ISIS nella provincia occidentale dell'Anbar.

Non é ancora chiaro il numero preciso di wahabiti eliminati ma stime prudenti lo danno intorno al centinaio di unità.

Ma il cielo ha portato ulteriori sconfitte e distruzioni agli uomini di Al-Bagdadi, quando in tre differenti blitz elicotteristici parà e forze speciali irakene hanno eliminato oltre sessanta militanti del Daash nelle zone di Albu Risha, Albu Diab e Tamim, sempre nella regione occidentale del paese.

Nel corso dei raid sono stati confiscati anche ingenti quantitativi di armi e munizioni.

L'Esercito Siriano conquista il Ponte di Zamalka e la Moschea di Tayyiba, avanzando verso Irbeen da una nuova direzione!!

Il totale collasso della 'Kessel' di Jobar ha spalancato una nuova direttrice di avanzata per le forze regolari siriane verso l'area di Ghouta Est, con il ritorno sotto il loro controllo dell'importante snodo stradale de Ponte (in realtà più un sovrappasso) di Zamalka, da cui é possibile procedere da una nuova direzione verso Irbeen (già sotto attacco da altri lati).

L'Esercito Arabo Siriano si é spinto fino alla Moschea di Al-Tayyiba, dove era collocato il "comando" delle formazioni terroriste attive nella zona, circondandolo e distruggendolo completamente. Nella loro fuga, in gran parte disordinata e precipitosa, alcuni terroristi dinamitardi sono riusciti purtroppo a danneggiare gravemente la torre di Fateena, ma come tutto quello che hanno rovinato e distrutto siamo certi che anche essa verrà riparata e ricostruita.

Forniremo aggiornamenti e precisazioni man mano che le forze governative continueranno a fare progressi nel Ghouta Est e ovunque ancora si annidino terroristi takfiri, intorno a Damasco o altrove.




Ancora avanzate e conquiste per gli Houthi di Ansarullah! Prendono il varco di Tawwal e la cittadina di Yarim!!

Ormai i combattenti Houthi di Ansarullah stanno consolidando le loro posizioni e, solamente identificando i punti del loro controllo e delle loro avanzate su una mappa dello Yemen ci si rende conto come i militanti sciiti sarebbero perfettamente in grado di dichiarare e difendere un vero e proprio 'Stato nello Stato' se solamente volessero.

Nelle ultime 48 ore lo strategico varco di confine di Tawwal, sulla frontiera con l'Arabia Saudita, é caduto in mano agli Houthi: il posto di confine permette l'accesso alla Provincia di Hajjah, nella quale l'intera zona di Wagha é già in mano ai combattenti sciiti.

Qualche giorno fa erano stati registrati scontri tra Houthi e Sauditi quando questi avevano cercato di forzare il confine e penetrare in territorio yemenita, evidentemente i comandanti di Ansarullah hanno deciso dopo questo precedente di giocare d'anticipo, visto che già in Bahrein Riyadh intervenne militarmente per evitare che il locale tiranno sunnita venisse deposto e anche in Yemen tra il 2009 e il 2011, truppe saudite avevano prestato aiuto al dittatore Saleh nella persecuzione degli Sciiti.

Inoltre gli Ansarullah hanno occupato la cittadina di Yarim, 170 Km a Sud di Sanaa, nella Provincia di Ibb. Anche Yarim, come Radaa (conquistata recentemente) fino a poco tempo fa aveva fama di 'roccaforte' di Al-Qaeda, ma adesso é saldamente in mano sciita.

Del resto, gli estremisti sunniti si sono dovuti ritirare persino da Al-Odain, che avevano occupato per poche ore dopo la conquista Houthi di Ibb.

Ines Shawkat, bambina di CINQUE ANNI, investita e uccisa da un ebreo razzista al volante della sua auto!!

Ines Shawkat aveva cinque anni.

Ines Shawkat viveva nella Cisgiordania Occupata.

Ines Shawkat é morta.

E' morta perchè un EBREO INVASORE ILLEGALE é salito sulla sua auto e ha inseguito e travolto lei e la sorellina, che ora giace a Ramallah in condizioni disperate.

SION, GRONDANTE DI SANGUE INNOCENTE, PAGHERAI CARO, PAGHERAI TUTTO, IL GIORNO DEL CASTIGO VERRA' E SE I TUOI FIGLI CERCHERANNO RIFUGIO DALLA FURIA DEI VENDICATORI LE ROCCE E GLI ALBERI DELLA PALESTINA PARLERANNO E DIRANNO: "PRESTO! C'E' UN SIONISTA NASCOSTO DIETRO DI ME, VENITE E UCCIDETELO!".

Non c'é altro da dire.