domenica 28 agosto 2016

L'avidità curda spinge l'Irak a esportare il proprio petrolio tramite la Repubblica Islamica!

Abbiamo più volte spiegato con fior d'esempi ai nostri lettori, quand'anche poco convinti, di come in Medio Oriente non esistano traditori e doppiogiochisti peggiori dei Curdi, prima e unica causa dei problemi del 'povero popolo curdo' (secondo la geremiaca definizione dei buonisti liberal-chic), che se sono maltrattati o guardati con sospetto da chiunque abbia a che fare con loro o, sfortunatamente, se ne trovi alcuni sul proprio territorio, lo devono semplicemente al fatto di essersi comportati come serpenti a più riprese in tutta la loro Storia recente o remota.

Come dimostra questa foto (presa quando il capacchione curdo Barzani era pappa-e-ciccia con l'aspirante sultanetto Erdogan) non esiste alleanza che i Curdi non abbiano tradito e non esiste accordo che non abbiano rinnegato o si siano rimangiati. Ultimo esempio quello per la gestione dell'oleodotto irakeno che trasporta il petriolio irakeno al porto di Ceyhan.

Magazzini Agricoli, Rahbet Ishara e Tal Rayhan cadono sotto il controllo delle truppe di Assad!

Unità delle forze armate siriane (Guardia Repubblicana, milizia NDF e volontari palestinesi) hanno continuato le loro vittoriose operazioni nel Ghouta Est, arrivando a prendere il controllo dei Magazzini Agricoli 553 di Ishara e dell'area di Rahbet al-Ishara nella cittadina di Al-Rahyan.

Al-Rahyan si trova a meno di un Kilometro dal fianco Est di Douma, la cittadina più grande della "sacca" nella parte orientale del Rif Dimashq; oltre a ciò anche la cima di Tal Rayhan é caduta in mano alle truppe regolari; in questo modo mortai e artiglierie potranno battere l'area di Tal Kurdi ormai da ogni lato.

sabato 27 agosto 2016

Otto bombardamenti dell'Aeronautica Siriana colpiscono l'area di Al-Waer a Nord di Homs!

Giusto oggi avevo ricevuto una richiesta di chiarificazione sulla situazione nel sobborgo di Homs noto come Al-Waer, a lungo rimasto roccaforte di presenza takfira nella città anche dopo la liberazione della stessa tra 2013 e 2014. Al-Waer era rimasto come covo di alcuni takfiri irriducibili, dopo che molti avevano abbandonato le armi o erano stati trasferiti verso Idlib.

Tuttavia recentemente alcuni di loro hanno pensato di poter riprendere le armi e tentare di colpire il traffico della vicina arteria autostradale, scatenando con questa condotta provocatoria la giusta reazione dell'Aviazione Siriana che per la prima volta da due anni a questa parte ha attaccato il sobborgo con due  serie di quattro bombardamenti ciascuna.

Lo Sceicco Al-Kaabi, leader di Al-Nujaba a Teheran si incontra con Ali Larijani, Presidente dei Majils!

Lo Sceicco irakeno Akrab al-Kaabi, Segretario Generale della potente organizzazione sciita Harakat Al-Nujaba, impegnata sul campo di battaglia irakeno e siriano sia contro l'ISIS che contro i wahabiti di Al Nusra e di altre sigle terroristiche é volato ieri pomeriggio nella capitale iraniana dove questo pomeriggio incontrerà Ali Larijani, Presidente del Parlamento.

Intensi combattimenti nella giornata di ieri nella città di Daraa! L'artiglieria demolisce un comando terrorista presso Al-Naima!

Unità della Quinta Divisione Corazzata dell'Esercito Arabo Siriano, sostenute dalla milizia popolare NDF e dai volontari delle Brigate Baath hanno impegnato pesantemente i takfiri di Al Nusra e altre organizzazioni consimili in varie aree della città e della Provincia di Daraa nelle ultime 24 ore.

Militari governativi hanno dato l'assalto a un concentramento di forze terroriste a Sud della diga di Daraa e nei pressi della dogana di Daraa al-Balad, uccidendo alcune decine di estremisti. Ma anche postazioni takfire ad Est di Khazan al-Khara e a Daraa al-Mahatta sono state bersagliate nel pomeriggio di ieri.

Quaranta attacchi aerei russi in meno di sei ore annunciano una probabile offensiva siriana contro Kabani!

Kabani, località strategica per l'accesso alla porzione più orientale del Jebel al-Akrad, sarà probabilmente oggetto di un'offensiva siriana volta a completare la liberazione della Provincia di Latakia una volta per tutte e cominciare l'avanzata da Ovest nel Governatorato di Idlib.

Lo si può intuire e dedurre dall'intensità con cui i bombardieri del corpo di spedizione aereo russo schierato nella base di Hymemim stanno colpendo avamposti, punti di comando, arsenali e basi del Fronte Al Nusra e di altre organizzazioni takfire tutto intorno alla cittadina.

Finora si sono contati oltre quaranta attacchi in meno di sei ore, iniziando dalla notte e proseguendo attraverso l'alba e la prima mattinata.