martedì 24 gennaio 2017

L'avanzata delle forze siriane verso Al-Bab lambisce adesso la cittadina di Madouna!

Grazie all'insostituibile contributo delle truppe d'elite della "Forza Tigre" ormai nella parte Nord-Est della Provincia di Aleppo le forze siriane si trovano ai margini di Madouna, che domina l'incrocio tra le arterie stradali M4 e N212 e che dista molto poco da Al-Bab.

Secondo raid "strategico" dell'Aviazione Russa in appena due giorni!

Ancora una volta un piccolo stormo di bombardieri strategici Tu-22M3 sono decollati dalla Russia del Sud, poco sopra il Caucaso, per colpire obiettivi dell'ISIS intorno a Deir Ezzour, sorvolando nel tragitto gli spazi aerei iraniano ed irakeno.

E' la seconda volta in due giorni che ciò succede.

Altri due villaggi a Sud-Ovest di Al-Bab vengono liberati dalle truppe siriane!

Sarabas e Husamiyah, piccoli centri abitati ad Ovest di Karabshah, nell'area nordorientale della Provincia di Aleppo sono stati liberati dalle avanzanti truppe siriane che, così facendo, hanno anche sigillato una "mini-sacca" in cui probabilmente sono rimaste intrappolate alcune dozzine di militanti del 'califfato'.

L'avanzata siriana tra Safireh e i Monti di Shabis minaccia i collegamenti ISIS tra Raqqa e l'Est di Aleppo!

Oltre ad avanzare risolutamente verso Al-Bab le forze siriane che operano ad Est di Aleppo stanno anche spingendosi a Sud-Est, verso Raqqa, cercando di tagliare le vie di comunicazione e rifornimento del 'Daash' in maniera da limitare o distruggere la capacità di resistenza delle forze terroriste schierate  nel resto della regione, logisticamente dipendenti dalla 'capitale siriana' dell'ISIS.

I Curdi, ovviamente, cercano di mettere i bastoni tra le ruote alla riconciliazione siriana!

I Curdi del cosiddetto 'Sdf' hanno annunciato, con un comunicato ripreso dall'agenzia Kazinform, che "non aderiranno" a nessun genere di accordo o decisione preso durante i negoziati interni siriani attualmente in corso nella capitale Kazaka, Astana.

Ovviamente tale presa di posizione é logica, visto che l'Sdf non é altro che il cuneo del Dipartimento di Stato Usa per tentare di separare la Siria per linee etniche.

I Curdi però dovrebbero essere informati che l'aria che tira dalla Casa Bianca sta cambiando (se non é già cambiata, vedansi le voci di collaborazione effettiva tra aviazioni russa e Usa contro l'ISIS) grazie all'inizio della Presidenza Trump.

La Guerra Civile Takfira a Idlib diventa sempre più profonda; adesso Al Nusra mette all'indice anche Jund al-Aqsa!

Oltre all'ostilità ormai sempre più conclamata che separa Al Nusra da Ahrar Sham e che in moltissime occasioni (da noi sempre evidenziate) é esplosa in sparatorie, attentati e altri generi di scontri interni, una 'vecchia ruggine' che sembrava sepolta da tempo é invece tornata alla luce, aggiungendo un altro elemento di crisi alla montante 'Guerra Civile Takfira' in Provincia di Idlib.

Infatti Al Nusra e il gruppo Jund al-Aqsa, che tempo addietro sembrava essere "confluito" nel primo hanno deciso di separare le proprie strade, con tanto di comunicato ufficiale in merito.