venerdì 26 maggio 2017

Ecco la mappa della nuova situazione nel Centro-Sud della Siria dopo la ritirata dell'ISIS!

Ancora una mappa che mostra con ulteriore chiarezza quanto si sia modificata a vantaggio delle forze governative la situazione operativa nel Centro-Sud della Siria con il respingimento dell'ISIS dozzine e dozzine di Km distante dalle posizioni che occupava ancora solo la settimana precedente.

L'avanzato sistema russo Iskander-M schierato in Tajikistan per una prossima esercitazione!


Questa foto e questo breve video testimoniano dell'arrivo all'aeroporto di Dushanbe dei componenti del sistema missilistico terra-terra "Iskander-M", uno dei più avanzati dell'arsenale di Mosca, esportato anche in Armenia, Algeria e Siria.

I missili sono stati spostati temporaneamente per prendere parte all'esercitazione antiterrorismo "Dushanbe 2017", che inizierà il 30 maggio e vedrà impegnate forze russe, tagike e di altri stati ex-membri dell'Unione Sovietica.

OPERAZIONE TRIONFALE delle forze siriane che riconquistano tutta l'autostrada Damasco-Palmyra!

Questa mappa mostra i progressi fatti dall'Esercito Siriano e dalla milizia NDF nella prima fase dell'offensiva che da Qurayteen si é rapidamente estesa oltre la cresta di alture che separavano l'Est di Hama dalla pianura in cui corre l'autostrada Damasco-Palmyra, che per oltre due anni era rimasta in mano all'ISIS.
Questa seconda mappa, invece, mostra la totalità dell'area riconquistata, che si é allargata dai 1000 Km quadrati iniziali ad oltre 3300.

giovedì 25 maggio 2017

Estratti dal discorso commemorativo di Hassan Nasrallah, leader di Hezbollah, per la ricorrenza del 25 maggio!

Anche quest'anno la ricorrenza del 25 luglio, Giorno della Liberazione, (riconosciuta come festività nazionale da tutti i Libanesi) é stata solennizzata da un discorso di Sayyed Hassan Nasrallah, Segretario Generale e leader supremo del movimento Hezbollah.

Ecco alcuni passaggi della sua orazione:

La Guardia Rivoluzionaria Iraniana ha costruito una terza fabbrica di missili sotterranea!

"Incrementeremo continuamente la nostra potenza missilistica, i nostri nemici, gli Usa, il regime ebraico, i loro servi del Golfo Persico, ne sono giustamente preoccupati e guardano con paura la nostra crescente confidenza in questo campo, i nostri continui successi nella produzione, nella sperimentazione e nella costruzione di basi missilistiche sotterranee e segrete".

"Essi vorrebbero un Iran debole e sottomesso, dipendente da loro per le sue necessità basilari, invece ci vedono progredire ogni anno di più verso traguardi impensabili all'inizio della Rivoluzione e alla fine della Guerra Imposta".

Donna Bahreini grida agli sgherri di Re Saoud: "Andatevene in Yemen e vedrete che cosa vi faranno gli Houthi!"

Chi ci legge da tempo sa benissimo come in Bahrein una corrotta dinastia sunnita messa al potere secoli fa dagli Inglesi tiranneggi e opprima un popolo fiero e coraggioso a stragrande maggioranza sciita, che nonostante i continui soprusi e abusi degli Al-Khalifa non cessa di organizzarsi e lottare per vedere riconosciuti i suoi Diritti più elementari.

Ovviamente a sostenere gli Al-Khalifa e i loro tirapiedi, ci sono in prima fila i Sauditi, che temono che una rivoluzione vittoriosa dalle parti di Manama possa ispirare gli Sciiti dell'Est del loro regno a insorgere contro il dispotico dominio di Riyadh.