sabato 7 maggio 2016

Dalla base aerea di Palmyra decollano senza sosta gli interdittori "Albatros" per colpire bersagli dell'ISIS!

Diverse settimane fa questionavo su FB con un mio giovane lettore che sosteneva che gli Aero L-39 Albatross della SyAAF fossero stati tutti distrutti o resi inservibili.

Il ragazzo, sincero e generoso ma vittima della propaganda occidentale, citava "fonti della NATO" in merito.

Io gli ripetevo: "Ragazzo mio, la NATO o mente o non sa nemmeno da che parte tira il vento".

Adesso, proprio oggi, mi arriva via Twitter una foto 'cinguettata' di un reporter russo più o meno comodamente seduto su una enorme pila di casse per razzi esplosivi S-8 da 82mm...dietro di lui, con le razziere pronte a venire caricate e decollare, due L-39 della SyAAF.


Per la serie, fidatevi del vecchio Suleiman Kahani, fidatevi di qualcuno che é abbastanza anziano da ricordare la Battaglia per l'Isola di Manjoon e la Guerra dei Campi quando Hezbollah e Amal erano nemici giurati...leggere le ultimissime da varie fonti é necessario, ma poi, dopo, bisogna saper riconoscere quale 'ultimissima' é veritiera, quale solo parzialmente verace e quale puzza peggio di uno squalo islandese sepolto per fare l'Hàkarl.


POSCRITTO: Sembra che la controffensiva siriana abbia già iniziato a prendere a calci in culo i takfiri attorno a Khan Touman, i masochisti sono avvisati di iniziare a preparare le gramaglie.

6 commenti:

  1. Mayssan è una fonte attendibile?
    http://www.voltairenet.org/it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quindi? per cosa posti il link?

      Elimina
    2. Generalmente si (parere personale), anche se capita che alcune sue considerazioni non mi abbiano trovato d'accordo; ma è senz'altro un valido giornalista.

      Elimina
    3. Ho inserito il link di Meyssan per maggior chiarezza. In generale ho trovato la sua ricostruzione giornalistica della guerra in Siria impressionante per quantità e qualità (patto Juppé/Erdogan, guerra dei gasdotti, Sunnistan,ecc.,ecc) dei dettagli ma che non trova eco nei quotidiani "standard". Un lettore medio come io penso di essere difficilmente può trovare da solo una sintesi tra i quotidiani finanziati dalla CIA e quelli finanziati dal KGB. Poter aggiungere una terza fonte "non eccessivamente allineata" ma ragionevolmente credibile (Blondet, Grimaldi, Meyssan?) aiuterebbe. Grazie.

      Elimina
  2. Alla faccia del giornalista, ha sicuramente una faccia da bravo ragazzo ed un aperto sorriso, ma ha la stazza di un giocatore di hokey e di quelli che con un spalla a spalla ti spediscono dritto nelle tribune, va a finire che rispediscono i takfiri in turchia a ceffoni e sarebbe divertente.
    Ivan Demarco Orlov

    RispondiElimina
  3. Il sito Aurora scriveva, che ne avevano aggiornati 6 e due dozzine riparati. Dovrebbero arrivare anche 36 Jak 130.

    RispondiElimina