giovedì 9 febbraio 2017

Sconfitti sul campo di battaglia i finanziatori dei terroristi ricorrono ad altre armi per infangare la Siria: ecco in azione AMNESY INTERNATIONAL!

Le INCREDIBILI PANZANE di Amnesy International sono così assurde (smentite persino da esponenti dell'opposizione siriana, confutate persino dal propagandista "grigio" Leith Fadel), da non meritare nemmeno una confutazione "seria", ma al più una vignetta ironica come quella che proponiamo al nostro fedele e affezionato pubblico.

Già nel 2012 la "fogna umanitaria" della CIA aveva provato a infangare la Siria con addebiti totalmente insostanziati e fantastici, vi preghiamo di ricordare che proprio nel 2012 doveva aversi la "spallata decisiva" contro il Governo, con attentati a Damasco e l'assalto finale dei terroristi che avrebbe dovuto costringere Assad a fuggire dal paese o ritirarsi a Latakia.

Amnesty International starnazza di 13.000 impiccati nelle carceri siriane. Come al solito, come già successo con "Caesar", come nel caso del "Osservatorio Siriano per i diritti umani", anche questa cazzata è stata diffusa da singoli risiedenti all'estero.

18 commenti:

  1. Il guaio è che il popolo bue ci crede!!!

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  3. AMNESY. Altro strumento che gli USA controllano, per spacciare falsità.
    Non per niente la bibbia, chiama la potenza AngloAmericana, il falso profeta. Rivelazione. Capitolo 19 verso 20. buona giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Signor Ferrarini! Dopo l'amnesia dei ratti anche quella degli Anglo-Amerikkani! Non le sembra di esagerare con le sue ridicole profezie! Il Papyro 47, il piu' antiko manoscritto con il testo originale in greco
      dell'Apocalisse ( che lei ora chiama Rivelazione), scritto verso la meta' del III.secolo nomina un ulteriore falso profeta, che impestera' l'umanita' con baggianate apocalittiche, teocratiche, millenariste e restaurazioniste. a partire dalla fine del 19. secolo. I TESTIMONI DI Geova!
      Lei mostra chiaramente che le profezie si avverano! Complimenti.
      Naturalmente il testo originale non parla della potenza anglo-americana! O e' una invenzione della fantasia ferrariniana o il Soros ha consegnato una bustarella allo scribo per fargli dimenticare i carnefici del popolo,Siriano!!!

      Elimina
    2. Signor Sgascia. Io sono una persona semplice. Per ME Lei, è una persona troppo saggia e intellettuale, per capire la Bibbia. Lo stesso Gesù, parlo di persone come lei. Questo lo può leggere nel vangelo di Luca capitolo 10 verso 21.

      Elimina
    3. signor Ferrarini, prima di tutto io sono una persona semplice, ma realista. Io critico le CONCLUSIONI CHE LEI TIRA
      sulla scorta dei testi biblici. Non critico lo scribaccino vissuto ca 2000'anni or sono!
      Lasci in pace il buon uomo Gesu', le cui parole sono state stra-manipolate da generazione in generazione.
      P.e. la frase " altro strumento che gli USA controllano, per spacciare falsita' " sono parole del Ferrarini e hanno niente a che vedere col cap. 19 verso 20 della Rivelazione.
      O vuol provarmi che era nell'intenzione Giovannea di giudicare la potenza Anglo-americana?
      Dato che lei nemmeno vuol dare risposta alle mie domande tutt'altro che intellettuali, p.e cosa sono gli angeli, come fa un angelo a tenere in mano una coppa contenente l'ira di dio che prosciuga l'Eufrate, ecc. ( argomenti che lei ha usato nel contesto della guerra siriana) penso che sia lei a non capire la bibbia.
      Dato che l'Antico testamento e' stato inventato dagli scribi ebrei e il Nuovo Testamento dagli evangelisti cristiani preferisco succhiare la morale dalle Favole di Esopo, che penso siano state meno manipolate e piu' vicine alla vita umana di tutti i giorni che il contenuto della bibbia.

      Elimina
    4. O Sgascia un angelo che tien e una coppa in mano è un allegoria e lo sai benissimo anche te.

      Mi mangierei volentieri una bella frittatina delle tue amate galline del tuo intoccabile pollaio. Accompagnate ovviamente da un vinello di tua scelta.

      Quando per le vie del centro di Firenze incontro questi poveri ragazzi a fare propaganda e, soprattutto, a raccogliere dindi per Amnesty provo a parlarci ma quando si arriva al sodo è come se un impulso elettrico li faccia andare in tilt...e passano alla prossima eventuale vittima da spennare. Ormai visti i risultati (qualcuno, molto raramente, evidentemente illuminato da un angelo ha lasciato baracche e burattini ai suoi ex compagni di merende) tiro a diritto anche perchè ultimamente sono preso da cazzi miei acuti.

      Tommaso Baldi

      Elimina
    5. Tommaso. Condivido.
      L'Antico Testamento e' un tessuto composto da allegorie e fantascenza di pastori nomadi, a partire da ca VIII.sec. a C?Tutto e' inventato. Alla pari dell'Iliade, ecc. Ogni giorno ne leggo e medito un paio di righe. Per quel che e', prodotto della fantasia di scribi che dovevano trascrivere le piu' sviluppate fantascenze dei loro datori di lavoro. Un romanzo come un altro!
      Purtroppo sia la Chiesa Cattolica che i Testimoni di Geova ne hanno fatto la PAROLA di DIO, E io questa manipolazione dei credenti in buona fede la detesto come il Diavolo l'acqua santa ( che santa non e', ma Satana non lo sa'!!!)
      Perfido trovo che Ferrarini, per distogliere l'attenzione dalle sue baggianate, insudicia la chiesa cattolica con la " verginita' di Maria". A cui io naturalmente non credo.
      In analogia a certi giornalisti, chi racconta balle dovrebbe avere piu' rispetto verso gli altri colleghi, anche se le raccontano piu' grosse.
      Vivere...e lasciar vivere!

      Elimina
  4. non saranno 13.000 però ...........

    RispondiElimina
    Risposte
    1. allora mettiamo il fuck sirian army cos' loro non impiccano nessuno, oppure il dash

      Elimina
  5. per chi dovesse avere bisogno di contrastare il documento di amnesty si veda il post relativo su moon of alabama

    RispondiElimina
  6. Ma il fondo dell'infamia lo tocca, e chi se no?, il Corriere della Sega che riprende a piena pagina il "documento" di Amnesy, amplificandolo a pagina 3 con una laida operazione di sciacallaggio, accusando il grande archeologo italiano Paolo Matthiae, lo scopritore di Ebla, di essere "collaborazionista del regime" perché si è detto pronto a tornare in Siria per aiutare i colleghi locali a restaurare il patrimonio archeologico distrutto dall'Isis!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quale corriere?? Ah già, il Corriere della Pera... stìcazzi.

      Elimina
    2. Christian che piacere rivedere i tuoi scritti che mi fanno spesso sorridere come in questo caso e riflettere data la mia ignoranza.

      Pensavo male che tu avessi abbandonato la famiglia di PF per qualche cartina sbagliata del Kahahi.

      Tommaso Baldi

      Elimina
  7. Ora dopo i caschi imbiancati mancava solo questo stuolo di mercenari,al servizio della cia. Le stragi di civili e cristiani a migliaia in questi anni di guerra, non li hanno sfiorati.. vergognatevi cialtroni!

    RispondiElimina
  8. Mi piace che le panzane di questa organizzazione arrivino con numeri fantasiosi tipo 13.000 ...come li ha contati? dice che ha intervistato testimoni ... ma quali? Le solite cazzate per continuare campagne improbabili a cui non crede piu' nessuno ... Perfino Avvenire non riporta idiozie del genere ... Avvenire sa chi ha veramente combattuto e difeso i cristiani in Siria e Iraq e non certo i finti difensori che finanziano i terroristi e poi fanno campagne di denuncie da addebitare ad altri ...
    Alp Arslan

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I testimoni delle camere a gas...

      T.B.

      Elimina
  9. amnesty international ammette nella sua relazione di non avere alcuna prova ma solo la testimonianza di tre persone: “Abbiamo ideato un modo unico di rivelare la vita nella prigione della tortura. E l’abbiamo fatto parlando con persone che vi erano e sono sopravvissuti ai suoi orrori … utilizzando i loro ricordi e testimonianze, abbiamo costruito un modello 3D interattivo che vi porterà per la prima volta all’interno di Saydnaya”. Il narratore ammette in apertura che Amnesty International non ha alcuna prova reale sulla prigione, chi ha realizzato il video, “architettura forense", è un’agenzia di ricerca della Goldsmiths University of London, comprende un team di architetti, studiosi, registi, designer, avvocati e scienziati che fanno ricerche e presentano analisi spaziali nei forum giuridici e politici, in pratica un lavoro di pura fantasia dal quale si pretende di lanciare accuse infamanti e invocare l'intervento dell'onu per i diritti umani, che tra l'altro è presieduta dall'arabia wahabita.

    RispondiElimina