sabato 1 luglio 2017

Un ufficiale sionista che stava incontrando i suoi burattini terroristi di Al Nusra è rimasto ucciso da un bombardamento di precisione siriano!

La vendetta siriana é arrivata.

Alcuni miei lettori, pensando forse che la vita reale sia un film di Rambo o di Van Damme si domandavano a più riprese come mai "la contraerea siriana non colpisse i jet sionisti".

Ovviamente costoro non sanno quanto vili e doppi siano i "seipuntuti"...essi non invadono lo spazio aereo siriano per colpirne le forze armate.

Essi da veri "cuori di leone" ('buon sangue' non mente MAI!) lanciano missili aria-terra a lungo raggio da DENTRO IL LORO SPAZIO e aspetterebbero con gioia un S-200 siriano che andasse a distruggergli un F-16 o un F-15E/I in maniera da poter lanciare alti lai e gridare all' "aggressione di Assad".

Ovviamente gli yankee si getterebbero su questa ghiotta occasione per bombardare gravemente le forze armate siriane e infliggere loro pesanti danni.



Ma tutto questo i 'commando' da tastiera non lo immaginano nemmeno, nel loro mondo 'a cartoni animati', tutto si risolve sparando a caso, bang! bang! come quando da bambini giocavano (e forse ci giocano ancora) a Bufalo Bill e gli Indiani.

La vendetta, é un piatto che si serve freddo e bisogna saper aspettare il momento giusto per gustarlo.

Il momento é venuto quando un ufficiale delle forze speciali israhelliane si é recato nella porzione di Siria temporaneamente occupata dai takfiri per incontrare un gruppo di alti dirigenti del Fronte Al Nusra coi quali concordare nuove iniziative di aiuto come evacuazione di terroristi feriti, consegna di armi e munizioni comprate coi soldi delle "compensazioni per l'Olocau$to" e magari nuovi bombardamenti d'emergenza per fermare o rallentare offensive siriane vittoriose.

I servizi segreti siriani, i migliori del Medio Oriente, lo hanno scoperto e hanno passato l'informazione su 'dove' e 'quando' l' "eletto" ufficiale si sarebbe trovato in compagnia dei suoi amici tagliagole e stupratori.

Il sito é stato RASO AL SUOLO da lanciarazzi pesanti che vi hanno scaricato i loro proiettili con precisione assoluta.

Il sionista è ora cibo per cani, insieme a molti capi wahabiti.

Era IN TERRITORIO SIRIANO e parlava CON NOTI TAGLIAGOLE, quindi Tel Aviv non può FARE NIENTE a meno che non voglia rendere ufficiale conferma di quello che su questo sito chi vi scrive dichiara ad alta voce fin dal 2011.

Capite ora? Come si fa a vendicarsi in Medio Oriente?

E capite perché, spesso in Medio Oriente un servizio segreto efficace é meglio anche di un esercito super-armato?

10 commenti:

  1. ma le prove...?? non fraintendetemi... della notizia ne sarei il primo a gioire ma rimane il fatto che è assai difficile provare determinate affermazioni...

    RispondiElimina
  2. Avevo letto che i sionisti si preparano ad invadere il sud della Siria, non è una brutta notizia perché finalmente si aprirebbe la stagione di caccia, quanti di questi criminali sono oggi in vita e tra poco non ci saranno più?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non rischiano una guerra aperta contro truppe Siriane composte da soldati esperti da 6 anni di guerra ,magari invadesse la Siria avrebbero la scusa per disintegrare i Sionisti composti principalmente da soldati di leva
      o persone che prestano servizio per un mese l'anno,comunque gira che te rigira il cetriolo stavolta e finito in CxxO a loro, una volta che capiscono il gioco e finita per Israel

      Elimina
  3. Poteva dircelo prima da dove sparano israeliani, io ero uno di quelli che si chiedeva a cosa servano Ss200,300 etc. Anche se la domanda vale sempre, riferita a batterie gestite dai Russi e a jet yankee, che volano dentro lo spazio aereo siriano

    RispondiElimina
  4. Artful dodger1 luglio 2017 14:26

    infatti,provocazioni continue dal Baltico alla Siria,passando per Ucraina e Mar Nero.Ci vogliono nervi d'acciaio per russi,siriani e iraniani...

    RispondiElimina
  5. Piccola nota su Buffal Bill. I butteri di cisterna di Latina durante la famosa disputa fecero capire al cauboi di cui sopra due cose: non sapevano correre appresso alle vacche e non sapevano domare i loro cavalli.
    In particolare, una delle prove consisteva nel domare i rispettivi cavalli. I butteri il selvaggio mustang l'hanno messo a posto in quattro e quattro otto, i cauboi tendando di domare i puledri maremmani che gli erano stati gentilmente forniti dai butteri per poco non ci lasciano le penne

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Conosci questa storia? io sono proprio di Cisterna e gli abbiamo dedicato un museo ,per quanto riguarda gli americani sono buoni solo a spendere soldi e a colorarsi ,una nota e quella del sottomarino italiano classe U212 che durante un esercitazione a eluso la scorta e si e avvicinato ad una portaerei Americana ,e non si sono accorti di nulla

      Elimina
    2. @Raffaele Capasso
      La storia della disputa tra i butteri di Cisterna e i cauboi è ben conosciuta - Degli antenati di mia madre facevano i butteri a proprio dalle parti di Cisterna di Latina
      Per la cronaca ho un maremmano (da parte di madre) in affido: nel mio piccolo seguo le orme degli antenati :-)
      ps non tira calci e non sgroppa, in compenso morde, specialmente se vede la sella

      Elimina
    3. E bello vedere gente che come me e legata alle tradizioni soprattutto quelle legate al vero passato ,e non quelle inventate!!

      Elimina
  6. Israhell boia, Nusra la sua troia!

    RispondiElimina