mercoledì 27 settembre 2017

Da comunicati e video pare che siano stati quattro i Tupolev decollati da Engels per colpire ISIS e Al Nusra!

Quattro bombardieri turbopropulsi Tupolev-95MS sono quelli che si vedono decollare dalle piste della Base Aerea di Engels nel video rilasciato dal Ministero della Difesa russo per accompagnare comunicati e commenti riguardanti il recentissimo raid missilistico condotto in Siria contro due diverse serie di bersagli, rispettivamente di Al Nusra (in Provincia di Idlib) e dell'ISIS (in Provincia di Deir Ezzour).

Ogni apparecchio trasportava due missili da crociera Kh-101  montati su piloni subalari e uno (o forse due, le immagini non sono chiare) sotto il ventre.
Quindi in totale si avrebbe un salva di missili variabile tra i 12 e i 16 vettori.

Non é da escludere anche un significato politico/diplomatico dell'incursione aerea, che é arrivata sulla scorta dell'emozione e del cordoglio per il recente martirio del Generale Valery Asapov, morte a cui alcuni settori dei servizi segreti militari e del comando delle forze armate russe sembrano voler collegare un intervento (almeno al livello di ricognizione e di 'soffiata') del governo americano, che ancora una volta avrebbe usato l'ISIS come sua pedina.

4 commenti:

  1. Rimane il problema dei curdi che si sono spinti talmente a sud da far pensare un tentativo di creare uno stato in Siria.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tranquillo orazio, tra poco i siriani evacueranno Der Ezzor e tutto si risolverà. .

      Elimina
  2. Penso che i Curdi come Esercito siano poco più di una Armata Brancaleone. Nascono guerriglieri e tutto finisce là. In uno scontro aperto con un vero esercito sarebbero facilmente sbaragliati e annientati. Si sono mossi coperti dal nuovo e poco affidabile sponsor USA, i quali hanno fatto si che l'ISIS lasciasse loro campo libero. Hanno acquisito terreno non certo per dominarlo ,che non possono ,ma solo come chance in più sulla questione autonomia all'interno di una Siria Unita e Sovrana!!

    RispondiElimina
  3. Chi vive sognando muore cagando!

    RispondiElimina