martedì 24 maggio 2016

Siriani ed Hezbollah colpiscono leader di Ahrar Sham vicino a Zabadani: eliminato 'Ziad abu Hamid'!


Vi avevamo detto di non prestare fede alla 'rivendicazione' dell'ISIS e che gli attentati di ieri a Tartous e Jamliyeh erano stati portati a segno dagli estremisti di Ahrar Sham; i servizi segreti siriani e i loro colleghi di Hezbollah hanno immediatamente fatto pagare all'organizzazione takfira responsabile della strage un 'acconto' di quanto dovuto con un'operazione speciale portata a termine nei dintorni di Zabadani.


Il raid, accuratamente preparato, ha visto operativi penetrare a fondo nel centro di comando del gruppo 'Ahrar Sham', disabilitarlo completamente ed eliminare tutta la dirigenza che si trovava al suo interno, compreso il leader più alto in grado, rimasto a capo dell'organizzazione per quasi quattro anni, noto col 'nom de guerre' di Ziad Abu Hamid.

La sua salma è stata identificato oltre ogni ragionevole dubbio una volta terminato il blitz.
Speriamo che a questa operazione ne facciano seguito molte altre, tutte contraddistinte dal medesimo risultato.

8 commenti:

  1. bene,lo sostituiranno,ma e' noto che non tutti noi abbiamo i medesimi pregi,quindi sarà difficile,se non impossibile,trovare un altro personaggio della medesima levatura!
    Intanto gli USA hanno eliminato il numero uno dei talebani in Afghanistan ed è stato confermato dai talebani stessi.
    E' un altro fronte..ma vedremo che cosa " nasce"!

    RispondiElimina
  2. i pazzi jihiadisti si equivalgono, attaccano scoperti in forza del loro numero e delle loro menti ottenebrate dal captagon, il problema rimane quello del continuo afflusso di nuovi adepti attraverso le frontiere degli amici dell'occidente, occidente che continua a fornire loro mezzi e denari, il terrore dei drogati è l'ultima arma di distruzione di massa escogitata dall'occidente per tentare di mantenere l'egemonia oligarchica anglo-sionista.

    RispondiElimina
  3. Kahani, un breve off topic. Di seguito allego l'analisi di Southfront.org circa la situazione attuale in siria. E' evidente che le operazioni militari congiunte dell'esercito siriano e degli alleati vanno a rilento. Nessuno mette in dubbio il coraggio e la grandissima forza d'animo dei soldati siriani e degli amici iraniani, irakeni ed hezbollah. si battono con enorme coraggio e su di loro pesa il destino dell'intero medio oriente.
    Ma finchè le operazioni non saranno affidate in toto allo stato maggiore russo, la mancanza di abilità tattico/strategica dei comandanti siriani sui vari fronti (soprattutto aleppo), e lo scarso coordinamento con le milizie sciite, non porteranno a risultati importanti.

    https://southfront.org/international-military-review-syria-may-23-2016/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la guerra non è un videogame

      Elimina
  4. https://www.almasdarnews.com/article/key-syrian-airbase-partly-destroyed-isis-attack/ se non è un fake ,c'è da domandarsi come sia potuto accadere una cosa simile, in una zona desertica del tutto scoperta, in barba a satelliti droni ecc Si vera si capirebbe anche il perchè della chiusura dei collegamanti sulla 32 sempre negata dal sig kahani!Concordo con anonimo c'è qualcosa di stonato nella conduzione delle operazioni militari e sopratutto sulla ricognizione e prevenzione, penso che il loro riordino sia alla base di questo momento di stallo su tutti i fronti,perlomeno spero!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La notizia è stata smentita anche da sputnik. Saluti.

      Elimina
  5. Il problema rimane lo stesso ed è evidente ormai, Khan Thouman è alla stregua di Tal Eiss non se ne parla manco piu' i tentativi ad Handarat tutti respinti Lattakia in stallo,i campi di As Shaer non sono stati ripresi ,unica buona notizia di rilievo, la costante avanzata nel Goutha ma un po' poco per quanto ci aspettavamo, riguardo a Sputnik penso che sia normale che smentisca anche se fosse successo, non c'è che aspettare altre fonti che ci dicano che è un fake, magari la stessa al masdar

    RispondiElimina
  6. Leggendo l'articolo, la smentita di Sputnik non si riferisce alla base di Tifur Tijas ma alle altre,base di Tiyas che dalle foto satellitari su militarymaps, corrisponde esattamente a quelle con gli elicotteri distrutti inoltre la russa ananews dava queste informazioni in quei giorni dell'attacco:Sometimes called "The airbase Tiyas" or "T-4". upd: as of 29/03/2015 neighborhood base subjected to shelling and attempts to assault by militants IG.

    RispondiElimina