domenica 17 luglio 2016

Nuove importanti avanzate delle truppe siriane nella città di Aleppo, takfiri nel caos abbandonano posizioni su posizioni!

Poco prima dell'alba le truppe siriane impegnate in combattimento nella città di Aleppo sono riuscite a estendere il proprio controllo su una maggiore estensione dell'arteria stradale di Al-Kastillo, rafforzando così l'isolamento dei terroristi ancora presenti nella parte vecchia della città.

Inoltre anche le imperative colline di Al-Sabha e Al-Marei sono state occupate e fortificate.

Il controllo-fuoco delle truppe governative ormai spazia su una vastissima estensione di territorio che va dalla zona di Handarat alle fabbriche di Shuqaif, dall'Ostello della Gioventù fino alla zona di Al-Bakkara.


Le nostre fonti parlano di combattimenti ancora in corso e di forze takfire completamente disorganizzate che lasciano le posizioni ormai quasi senza combattere.
Continueremo a tenervi aggiornati su ulteriori sviluppi e sperabili avanzate delle forze governative.

13 commenti:

  1. Il possibile, imminente collasso delle numerose bande criminali jihadiste che hanno sconvolto il nord della Siria, ha a che vedere con la situazione caotica e foriera di guerra civile (nonostante l'esultanza del tiranno Erdogan) che c'è in Turchia?
    Questa è una domanda che tutti dovrebbero porsi ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I fatti in Turkia, consentono di agire (però velocemente), alla chiusura dei confini.
      In modo particolare il tratto che da Idbid e Aleppo va verso il confine turco, quindi si potrebbe, con i curdi, chiudere l'ISIS a nord di Aleppo, andando loro incontro a Manbij, in modo che siano isolati dalla turkia. Questo sarà doloroso in termini di vite umane, e di complessa soluzione; ma è una situazione da sfruttare assolutamente

      Nel contempo, rinforzare in maniera consistente la guarnigione di Deir Ezzour, in modo che l'ISIS non possa mandare troppi uomini e mezzi in altri settori -- questo potrebbe essere fatto con delle limitate puntate offensive da Deir Ezzour lungo l'Eufrate --


      NOTA: il fallito colpo si stato in turkia, obbliga il governo di quel paese (dato l'appoggio degli islamisti al ritorno di Erdokan - vedesi il taglio della testa di un militare e le grida "Allah akbar") a rifornire e appoggiare i ribelli, anche sotto celate forme.- QUINDI BISOGNA FAR PRESTO

      Marcus Claudius Marcellus

      Elimina
  2. pare che da ieri mattina i turki si stiano ritirando dall'Irak e avrebbero richiamato i propri uomini dalla Syria, naturalmente è tutto da confermare, nel caso sarebbe una ottima notizia.

    RispondiElimina
  3. "situazione caotica e foriera di guerra civile"
    Tutto calcolato dal Sultano Merdogan:

    http://www.corriere.it/extra-per-voi/2016/07/16/chi-c-dietro-golpe-fasulloin-turchia-che-cosa-succede-ora-600dabda-4b47-11e6-8c21-6254c90f07ee.shtml

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Corriere e simili si scoprono complottisti e lodano la laicita' dell'esercito. Strano.

      Elimina
  4. Erdogan cut off Incirlik and now US FAA bans Turkish Airlines. Looks like there's ice in the air.
    v @raglanhall1808

    RispondiElimina
  5. hanno ripreso kinsibba

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nemmeno almasdar ha pubblicato una cosa del genere (quindi non è nemmeno su Amaqnews)... dove l'avresti sentita?
      Licus

      Elimina
    2. Sono i ribelli "moderati" che lo dicono, fanno sempre cosi' prima dicono che hanno vinto poi iniziano a combattere. Kinsibba e' in mano ai siriani ma si sta combattendo...bisogna aspettare un po' per sapere come andra'.

      Elimina
  6. Ci vuole ancora un po' per riunire le due linee e chiudere fisicamente tutta la parte di Aleppo "moderata" poi i Russi mi sa che faranno una visitina a chiedere se vogliono sloggiare con le buone o con le cattive. Ci vuole ancora tempo ma ad Idlib qualcuno incomincia a preoccuparsi.

    RispondiElimina
  7. Mi sa che Erdogan sta facendo il salto della barricata, anche (e forse soprattutto) se fosse vero che il golpe è stato una sceneggiata orchestrata da lui.
    Penso sia una buona notizia per la Siria ed una pessima per il Grande Satana.
    Licus

    RispondiElimina
  8. ma veramente putin vuole incontrare erdogan? ma per dirsi cosa? certo che fare affari con un doppiogiochista come erdogan e' molto pericoloso

    RispondiElimina
  9. ma a Kinsibba chi c è adesso? non si capisce una cippa

    RispondiElimina