venerdì 15 luglio 2016

Tentativo di golpe in corso in Turchia, carri armati per strada ad Ankara, a Istanbul chiusi due ponti sul Bosforo!

Finalmente almeno una parte (speriamo la maggioritaria) delle Forze Armate turche ha deciso di percorrere la strada dell'intervento correttivo per evitare che il paese finisse sotto l'autocrazia di un personaggio, Recep Erdogan, che ormai sembrava arrivato alla fine della sua parabola politica e storica.

Il palazzo del Quartier Generale dell'Esercito é completamente in mano agli insorti, mentre la sede del partito AKP é stata circondata da truppe armate mentre si vedono online colonne di carri Leopard che si stanno dislocando nei punti chiave della città viaggiando sulle superstrade della capitale.


Sempre ad Ankara un elicottero da combattimento avrebbe aperto il fuoco contro alcuni obiettivi tra cui la sede dell'Intelligence mentre reparti dell'Esercito starebbero disarmando gli uomini della gendarmeria e assumendo l'incarico di mantenere l'ordine pubblico.

Anche a Istanbul i militari si sarebbero mobilitati, bloccando il traffico sui due principali ponti che attraversano il Bosforo.

Rimaniamo in attesa di ulteriori sviluppi e ci auguriamo che questo evento segni il ribaltamento della posizione turca nello scenario politico e strategico mediorientale, che sotto la guida di Erdogan l'aveva vista fedele sostenitrice dei gruppi terroristici attivi in Siria.

18 commenti:

  1. Erdogan sarebbe sfuggito alla cattura.
    L'esercito dalle ultime notizie non sembrerebbe così compatto come i militari stavano dicendo

    RispondiElimina
  2. https://twitter.com/worldonalert/status/754053417149095940 Qui si vede l'elicottero che fa fuoco e altri video dove si sentono gli scontri.

    RispondiElimina
  3. il mondialismo non poteva permettere una uscita dai ranghi della turchia. Vedesi quello che successo in Brasile con il golpe soft fatto a vilma Roussef, colpevole di non esserci messa prona ai dictat degli esportatori... se erdogan resiste, la guerra in siria prenderà una piega positiva per il governo leggittimo di assad in quanto la turchia in questi giorni ha cambiato di 180° la sua politica verso il vicino siriano e la russia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sarei così pronto a equiparare Erdogan a Dilma Rousseff!

      Elimina
    2. per la guerra civile in siria, erdogan ha le sue responsabilità... ma... per correttezza intellettuale, bisogna riconoscere che lui era solo un piccolo meccanismo di una cosa più grande di lui.

      Elimina
    3. Ma infatti secondo me è stato sacrificato dai suoi manovratori in modo che questi gli possano addossare tutta la responsabilità del sostegno dato ai terroristi in Siria e uscirne con la loro ridicola pretesa di verginità

      Elimina
  4. ma quindi già c'è chi rimpiange erdogan???????????

    RispondiElimina
  5. Erdogan chiedera asilo politico in Italia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti confondi con Ocalan.

      Elimina
  6. Erdogna ha provato a riavvicinarsi a Putin, ma non mi sembra che avesse cambiato politica verso la Siria.

    RispondiElimina
  7. bisogna essere faziosi a non riconoscere un intervento del blocco atlantico...senza indicare l'azionista di maggioranza di questo blocco..
    comunque, se non dovesse cascare, la turchia farà una giravolta completa in politica estera... potrebbe anche andare dall'altra parte della barricata...

    RispondiElimina
  8. In italia i golpe militari con i rammolliti dell'esercito italiota (zeppo di quadri meridionali ignoranti e parassiti) sono impossibili cosi al'epoca i padroni USA-NATO-Sion hanno ordito un colpo di stato contro Berlusconi (che non rispondeva più ai loro ordini), prima col traditore venduto di fini, poi con la magistratura corrotta e marcia e la diffamazione a mezzo stampa (intercettazioni pubblicate, confessioni di prostitute ecc.) infine, visto che tutto ciò non erano bastato, hanno applicato il terrorismo finanziario sparando su lo spread e minacciando il default dello stato italiano.
    Mezzi diversi ma stesso fine ..
    Zorzi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. un altro delirio anti meridionalista tipo quelli di blondet. per fortuna che sei un esperto altrimenti uno penserebbe che sono i generali a fare i colpi di stato (tutti meridionali verO?) . sparati idiota

      Elimina
    2. In Italia non c'è alcun bisogno per i colpi di stato, di far intervenire l'esercito, poichè i nostri governanti riescono a farselo da soli.
      Vedi Berlusconi che caccia dal partito uno che ha il 25% di consensi.

      Elimina
  9. berlusconi non rispondeva ai loro ordini....mo' me lo segno!

    RispondiElimina
  10. È andata male cazzo, ci speravo che l'esercito fosse conpatto, non mi tornano i conti, sono sospettoso, sembra una mezza farsa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In 1500 volevano fare il colpo di stato?

      Elimina