sabato 12 gennaio 2019

Israhell attacca ancora Damasco! Almeno otto missili aria-terra intercettati dalle difese siriane!


Le difese aeree siriane hanno respinto l'ennesimo attacco aereo portato dal regime ebraico contro i distretti occidentali di Damasco. L'evento è stato segnalato dalla televisione di Stato siriana. Radaristi e missilisti siriani, agendo con la consueta rapidità ed efficienza sono riusciti a colpire quasi tutti i missili dell'aggressore.

La televisione siriana ha indicato che le unità di difesa aerea rimangono all'erta contro nuove ondate d'attacco. Secondo il canale televisivo Al-Hadas, l'aviazione sionista potrebbe tornare alla carica. L'aeroporto internazionale di Damasco non è stato colpito, riferisce il fatto quotidiano.



L'ultimo attacco contro Damasco fu il 25 dicembre; in esso israhell cercò di usare due voli civili per 'schermare' i propri aerei (secondo le nostre fonti: F-35 ed F-15). Anche in quel caso quasi tutte le bombe guidate americane impiegate nell'attacco furono intercettate dai "Pantsir" siriani. Durante il raid, un deposito di munizioni è stato danneggiato e tre militari sono rimasti feriti.

14 commenti:

  1. Basta, basta, basta, ma non ci hanno niente di meglio da fare? Avessero un barlume di senso sti attacchi.
    Gli americani gli impediscono di vedere aerei alla Croazia e manco un coltello alla Cina e questi che fanno,bombardano la Siria. Alé, avanti così, non riescono a mantenere neanche l'esercito senza le donazione private dagli USA, senza contare che lo stato americano dona più di 4 miliardi di dollari all'anno per la difesa israeliana.
    È proprio uno stato fallito e fantoccio.
    Arzegan

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La logica c'è. Mentre missili sntiaerei hanno un costo, missili o bombe più o meno intelligenti vengono pagate da yankee.yankee che a loro volta hanno potere illimitato di spesa. ..stampano carta verde in continuazione. ..di questi giorni la annuale farsa del Presidente di turno (Trump) che "finge" di essere preoccupato per lo sforamento del deficit

      Elimina
    2. Non è vero che hanno potere illimitato di spesa. La situazione che hanno vissuto dopo la fine degli accordi di Bretton Woods sta gradualmente arrivando al termine. Il ruolo del dollaro di principale valuta mondiale negli scambi commerciali volge verso il termine. L'uso indiscriminato di 'sanzioni' e misure economiche punitive da parte americana ha l'effetto di spronare i Paesi del mondo a tutelarsi da eventuali rappresaglie. Il ruolo privilegiato del dollaro sui mercati mondiali è destinato a cessare nel giro di qualche anno. A quel punto, la domanda di dollari globale non sarà sufficiente per permettere agli americani un deficit annuale così vasto. Comunque lo shutdown non è propriamente un problema di sforamento di deficit, ma si tratta della finanziaria che Trump vuole contenga anche 5,6 miliardi di dollari per il muro al confine con il Messico, cosa che i democratici non vogliono. Da qui il mancato accordo. Il problema è che questo stallo dura da quasi un mese e ci sono quasi un milione di dipendenti dello Stato che non stanno ricevendo salario, oltre a molti disagi e disservizi.

      Elimina
  2. Perché la Siria non risponde con dei missili terra-terra o con dei lanciarazzi dal sud della Siria verso queste M. Erde?

    RispondiElimina
  3. Ammazza oh! quanto sono buoni i sistemi antimissile Syriani, a dispetto della loro veneranda età, al confronto quelli isisraeliani sono semplicemente ridicoli.

    RispondiElimina
  4. Perché la Siria non risponde ??

    RispondiElimina
  5. La vergogna sta nel silenzio non solo dei media ma soprattutto della politica. Questi burattini del M5S e Lega hanno lo stesso padrone di sempre.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. M5S?? Salvini e di Maio sono solo dei falsari. Non sono nemmeno dei traditori... sono falsari. Presto, già tra pochi mesi, il consenso di questo governo di traditori e falsari travestito e spacciato da governo 'sovranista'e anti-Eu crollerà. Già adesso non hanno il consenso che avevano all'inizio.

      Elimina
    2. E' notizia di oggi che Macron (o chi per lui) ha deciso di inaugurare un dibattito pubblico in piazza su 4 temi: tasse, potere, democrazia e... ecologia. Un grande fratello della politica, un mega show, una Woodstock del 2000 per creare nuove star politiche per il prossimo ventennio.

      Elimina
  6. Tra poco vedrete. Israele pagherà tutto con gli interessi.

    RispondiElimina
  7. Tra poco, Israele pagherà tutto con gli interessi.

    RispondiElimina
  8. Non avevano detto che avrebbero risposto? Se non danno una risposta loro continueranno

    RispondiElimina
  9. Se non vedono missili su Tel Aviv per rappresaglia non finira' mai tanto paga la lobby sionista americana quindi gli attacchi sono a costo zero sulla siria

    RispondiElimina
  10. Minkia, quanti strateghi dietro il video...
    Se la Siria non ha reagito, una ragioniere valida ci sarà!
    È chiaro che questi puntano l'escalation, per fermare il ritiro americano; è che, uno mette in forse una clamorosa vittoria strategica, per correre dietro, come un cane pazzo, ad una esca sionista avvelenata?
    Fabio

    RispondiElimina