domenica 5 aprile 2015

Il Ministro dell'Interno siriano, Al-Shaar, visita il Governatore di Idlib a Jisr al-Shugour!

Nonostante la 'fregola masochistica' di tante cassandre giuliettochiesiste di vedere 'supermostri invincibili' incombere inarrestabili, la situazione in Siria attorno a Idlib é totalmente sotto il controllo delle forze governative, tanto che nelle scorse ore lo stesso Ministro dell'Interno Mohammed al-Shaar ha potuto visitare i punti di concentramento delle truppe che stanno contenendo le iniziative terroristiche e che, speriamo nel futuro più prossimo possibile, balzeranno in avanti a riprendere il completo controllo della città.

Tra le unità in fase di concentramento intorno a Idlib vi sono la Undicesima Divisione Corazzata dell'Esercito e parte dell'importante 'Forza Tigre' di Souhail Hassan, che però non é ancora arrivato di persona in prima linea, essendo stato trattenuto temporaneamente da altri impegni. Siamo certi che quando anche il Colonnello dei 'Tigre' avrà raggiunto i suoi uomini, la controffensiva potrà scattare in qualunque momento.

15 commenti:

  1. Io credo che anche quando le milizie sciite,insieme all'esercito Iracheno avranno battuto isil a Mosul e Falluja, potrebbero avanzare nella zona orientale della Siria,a dar manforte nella zona di Deir zor passando il confine, schiacciando man mano gli infami neri amici dei sionisti.

    RispondiElimina
  2. DALLE MIE FONTI INTERNE MI DICONO CHE RUSSIA E IRAN IN CAMBIO DELL'ELIMINAZIONE DELLE SANZIONI SAREBBERO DISPOSTE A MOLLARE LA SIRIA.
    SI STA' TRATTANDO SUI TEMPI E MODI PER EVITARE ALTRI MASSACRI. ASSAD DOVREBBE ANDARE IN ESILIO IN RUSSIA O IN IRAN

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Probabile che questa ipotesi sia veritiera.

      Elimina
    2. Sono lontani da Hama i tuoi amici scarafaggi! poi non credo affatto gli Iraniani lascino scorrere,se ad un certo punto le cose si mettessero in maniera negativa per la Siria. Israele ha paura,ecco perchè tu sei su queste pagine,ma fate bene ad averne,perchè Hezbollah è in grado si fare altre operazioni tipo come quella di ...farms! la grande paura sionista.

      Elimina
    3. Qualche problemino lo danno i troppo fronti aperti,tutto qui,bastasse che in almeno qualche zona l'esercito schiacciasse definitivamente i ratti,per poi portare rinforzi a Idlib e dove servono.Non mi pare cmq che ci siano zone molli per i terroristi,anche se qualche scemo qui sembri voglia farlcelo cerdere.

      Elimina
    4. Gli scemi cianciano, i fatti seguono, gli scemi trovano altre ciance...ricordiamo che andrea grande e i suoi burattini "anonimi" (che poi sono sempre lui...pensa forse che non riusciamo a vedere gli IP?) davano la Siria invasa e Assad in fuga a più riprese!!!!

      Elimina
    5. Sti bastardi isis hanno non so quante nuove leve al giorno da tutto il mondo,con i soldi usurai rothschild in piu' arabia saudita,usa,turchia,ecc.Non bastasse la mafia internazionale vuole far fuori putin,e fare altro tipo di pressione.La guerra sangue contro oro è dura,ma bisogna vincerla a tutti i costi,per noi Europei,le popolazioni libere del mondo che non vogliono essere trattate come schiave da una minoranza becera e infame.Forza Siria,forza Palestina,Asse della resistenza.

      Elimina
  3. Nyet! Nyet! Nyet!
    Chi dice queste cose ha capito ben poco di Santa Madre Russia, IL PRESIDENTE ASSAD ha protetto i Cristiani Ortodossi in Siria pertanto non è un alleato ma un FIGLIO che verrà protetto quanto basta per farlo uscire dalla situazione attuale, il Popolo SIRIANO non è un Popolo alleato ma un POPOLO FRATELLO, come si comporta un'ORSA con figli e fratelli ?! SBRANA chi attenta alla loro sicurezza.
    Conosco meno gli IRANIANI ma hanno dimostrato oltre al fatto di essere molto intelligenti ( quasi come gli ARMENI! ) di essere gente molto ONOREVOLE che paga prima di tutto i debiti di GRATITUDINE, la Siria è stata uno dei pochi paesi che hanno sostenuto CONCRETAMENTE la Repubblica Islamica Iraniana durante l'aggressione del 1980 - 1988.
    Queste sono le ragioni MORALI per sostenere l'INTREPIDA E CORAGGIOSA SIRIA poi ci sono le ragioni geopolitiche per cui IRAN, RUSSIA e CINA non permetteranno un rovesciamento della regola BAATHISTA in Siria, è questione di tempo ma l'asse anti colonialista della RESISTENZA ha GIA' VINTO ( e gli occidentali perso rovinosamente ).
    Ivan Demarco Orlov

    RispondiElimina
  4. Si Ivan! bisogna andare nella direzione delle tue parole. Lo sappiamo che l'ndividuo con la foto di Berlusconi,fa finta di scrivere con tanti pseudo-nick,o anonimati. Vedremo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo sappiamo con certezza perché la redazione vede sempre lo stesso IP dietro i suoi commenti e quelli 'anonimi' che gli danno manforte!

      Elimina
  5. Che commento del cazzo quello dell'adepto del massone nanetto pedofilo, che commenta e "si da ragione" da solo. Quali sarebbero le fonti certe? Mediaset? Ma non è meglio se invece di sporcare questo Blog, vai a qualche bunga-bunga ad Arcore? Ad ogni modo, Bisogna precisare che, a parte le sparate spaziali improponibili dell'adepto berlusconiano, l'Iran e la Russia NON molleranno MAI e poi MAI Assad, perchè la Siria è strategicamente TROPPO IMPORTANTE per entrambi i paesi, e non cè sanzione che tenga (che per'altro hanno fallito nel loro scopo). Per l'Iran, la Siria è importantissima, perchè oltre a stretti rapporti d'amicizia e cooperazione di lunga data tra i due paesi (che gli occidentali, attenti solo al profitto, non possono capire), si tratta di un paese (la Siria) che rappresenta uno stato cuscinetto per l'Iran (una sorta di "confine") , oltre ad essere un attore importantissimo dell'Asse di Resistenza. Per la Russia, oltre alla cooperazione di lunga data con Damasco che risale ai tempi dell'URSS (è che non è cessata nemmeno durante gli anni bui del dopo URSS), la Siria è strategica sia come paese storicamente anti-imperialista, come paese alleato, ma anche perchè ospita l'unica (per ora, nel breve-medio termine i russi apriranno altre strutture) base navale militare di Mosca al di fuori dei confini della Federazione Russa. La Siria è troppo importante sia per la Russia che per l'Iran, ed è assolutamente inconcepibile che l'Iran molli un paese chiave dell'Asse di Resistenza proprio in un'epoca come questa, così come lo è per la Russia che da poco ha assunto la presidenza dei BRICS, organizzazione che sta stringendo forti legami con i paesi mediorientali che si oppongono in modo attivo ai piani occidentali e sionisti. Sia i paesi dell'Asse di Resistenza, sia i BRICS, come la SCO e l'EEU, sono accomunati nel perseguire un mondo multipolare a tutti gli effetti, e sono stufi delle criminali politiche unilaterali occidentali e sioniste.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Commento ineccepibile ...
      Alp A.

      Elimina
  6. grande ivan ,grande orso russo!

    RispondiElimina
  7. Concordo in tutti con il commento di Ivan.... I debiti d'onore sono spezzati silo da stati lestofanti pagati e sorretti da americani e sionisti,gente prezzilata che per i soldi venderebbe i suoi figli e figlie a qualche emiro frocio o pedofilo.
    Alp Arslan

    RispondiElimina