sabato 17 gennaio 2015

Migliaia di cittadini di Gaza pregano presso il varco di Rafah per protesta contro la sua chiusura!

Le fotografie che corredano questo articolo testimoniano dell'imponente manifestazione pacifica messa in atto ieri dai cittadini della Striscia di Gaza che a migliaia si sono radunati presso il varco di confine meridionale di Rafah, effettuando le loro preghiere settimanali per esprimere la propria protesta contro la protratta chiusura del confine decisa dalle autorità egiziane.

Chi ci segue con costanza sa che abbiamo salutato con soddisfazione il movimento correttivo dell'Esercito egiziano contro il regime ikhwanita instaurato da Mohammed Mursi e dalla Fratellanza Musulmana filo-qatariota che rischiava di trasformare l'Egitto in un nido di estremismo al soldo dell'Emiro di Doha. Tuttavia crediamo che nei confronti di Gaza la dirigenza del Cairo abbia preso decisioni eccessivamente punitive non corroborate da buon senso.
Certo, tutto questo NON SAREBBE MAI SUCCESSO se alcuni idioti dirigenti di Hamas non avessero deciso la svolta filo-qatariota tentata tre anni fa, con l'abbandono della Siria e lo scollamento della solidarietà con l'Asse della Resistenza; questa decisione ha favorito la propaganda sionista che ha descritto Hamas come 'solidale' coi gruppi estremisti del Sinai con cui Il Cairo combatte una costante, sanguinosa guerriglia.

Quando poi Hamas ha cercato di mostrarsi disinteressato alle questioni interne egiziane per recuperare un minimo di cooperazione operativa con Sisi e soci, sono arrivati sanguinosi attentati (senza dubbio istigati o addirittura commessi dal Mossad) per far raffreddare i rapporti tra le due parti.

6 commenti:

  1. Ma il povero al sisi è troppo impegnato a leccare i piedi ai suoi padroncini.
    http://news.egypt.com/english/permalink/209380.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E come ha detto Kahani se quei coglioni d'Hamas non si fossero messi a leccare il Catarr' tutto questo non sarebbe successo

      Elimina
    2. Qatar...UAE che differenza fa. Francamente a me fanno schifo entrambi. Il problema è che tutti criticano (giustamente) hamas per questo, mentre al sisi tra gli anti imperialisti(???) nostrani è una specie di eroe. I pedoemiri sono sempre pedoemiri sia che stiano a doha, dubai manama o ryihad

      Elimina
    3. PALAESTINA FELIX risponde SOLO delle sue proprie posizioni, per noi Al-Sisi non é un 'eroe' perché quella qualifica la merita solo chi rischia tutto per il bene di altri, ASSAD E' UN EROE, Saddam e Gheddafi, pur uccisi in maniere indegne NON LO SONO perché a lungo hanno cercato il vantaggio personale accordandosi anche coi Sauditi, con gli Americani, con gli Europei...Al-Sisi per noi é un uomo che ha fatto UNA COSA MOLTO GIUSTA, però ora ne sta facendo di molto sbagliate verso gente indifesa

      Elimina
  2. Hector Hammond17 gennaio 2015 23:15

    Tutti coloro che fanno accordi con determinate entità periscono male , al sisi si vede non l'ha capito .

    RispondiElimina
  3. Vero Hector!!! hai ragione,cmq riguardo ai palestinesi mi dispiace troppo per questà gente che soffre sempre e ovunque.
    Max

    RispondiElimina