lunedì 13 aprile 2015

Gli eroici artificieri di Gaza arrivano 18 metri sottoterra per neutralizzare un missile sionista inesploso!

Dopo undici giorni di scavi che hanno portato gli artificieri di Gaza fino a diciotto metri sottoterra siamo lieti di annunciare che un missile aria-terra sionista lanciato sul ghetto palestinese assediato nel corso dell'aggressione militare dell'estate 2014 é stato raggiunto ed estratto dal suolo. Se fosse esploso l'ordigno avrebbe causato gravi danni, probabilmente il crollo degli edifici circostanti, che ora invece sono nuovamente sicuri. Uno degli esperti palestinesi ha identificato l'arma, un missile guidato di produzione americana evidentemente 'regalato' al regime ebraico come "aiuto al terzo mondo".

A causa dello strangolamento economico imposto da Tel Aviv gli artificieri di Gaza non possono possedere equipaggiamenti avanzati, scanner, radar, droni per avvicinare senza rischi gli ordigni inesplosi, per questo molti di loro muoiono in servizio

2 commenti:

  1. Signor Kahani il generale Tigre è arrivato finalmente ad Idlib dove eran già dislocati i suoi soldati!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo sappiamo, pubblicheremo la notizia nell'ora di punta

      Elimina