lunedì 21 dicembre 2015

La 'controffensiva' di Alloosh contro Marj al-Sultan finisce in disastro: dozzine di morti tra cui il comandante dell'operazione!

La conquista di Marj al-Sultan nel Ghouta Est é stato lo sviluppo della situazione militare più importante degli ultimi tre mesi, da quando la tentata avanzata terroristica tra Adra e Harasta é stata bloccata, contenuta e totalmente respinta.

Certamente era prevedibile che i takfiri di Zahran Alloosh non si sarebbero rassegnati supinamente alla perdita della loro più importante posizione nel Rif Dimashq, che controllavano fin dall'estate del 2012; così le forze siriane si sono disposte a difenderla contro l'atteso contrattacco.

Con il solito "fuoco preparatorio" di falsi messaggi internettiani che annunciavano la caduta e la riconquista di numerose posizioni ancora in mano alle truppe governative, la controffensiva takfira é iniziata, ma da subito é parso chiaro che non vi sarebbero state facili avanzate su Marj al-Sultan, quando tutti i punti perimetrali alla parte Nord della base aerea hanno retto ostinatamente i ripetuti urti delle milizie estremiste.

Infine, la pressione takfira si é rotta del tutto quando si é diffusa la notizia che il principale luogotenente di Alloosh sul campo di battaglia era caduto ucciso, nel pomeriggio di ieri. Insieme a lui sono morti circa due dozzine di terroristi mentre numerosi altri sono stati catturati dai soldati e dai miliziani governativi.

17 commenti:

  1. dr kahani una curiosità: i terroristi catturati (in generale) che fine fanno?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non credo che in questa guerra si facciano prigionieri anche perché nessuno dei paesi da cui provengono desidera vederli tornare a casa , Tieni presente che ufficialmente non esistono , anche chi li paga li preferisce morti , in modo da recuperare i soldi versati sui conti svizzeri , come vedi a nessuno interessano le loro vite , tutti li preferiscono morti e poi se tornassero a casa magari potrebbero cominciare a raccontare troppe cose che devono rimanere segrete

      Elimina
    2. Va benissimo così. Io personalmente ritengo che da morti i cugini tagliagole dei beduini siano mooolto più simpatici. Chiaramente quelli catturati vengono ripassati per bene per cavargli di bocca quello che sanno che eventualmente può sempre risultare utile ai Siriani. Che fine facciano poi, non so di preciso... presumo che finiscano per rientrare nella categoria "desaparecidos", ed è meglio così per tutti, perchè si tratta nientemeno che della peggior specie di esseri umani, letteralmente la feccia della feccia della Terra.

      Elimina
    3. Sembra paradossale, ma vivi sono piu' utili ai Russi ed ai Siriani piuttosto che ai Turchi, Saddini o Americani. Andra' tutto nel grande fascicolo "Al Qaeda"

      Elimina
    4. i terroristi catturati finiscono alla fabbrica della Monge.

      Elimina
  2. I cani rabbiosi, di solito, vengono abbattuti.

    RispondiElimina
  3. IO tempo fa avevo letto che i prigionieri Syriani venivano imprigionati in Syria, mentre gli stranieri dati ai Russi per vedere se qualcuno li reclamasse in Siberia ... :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si, mi sembra di aver letto da qualche parte che gli hotel a 5 stelle in Siberia sono ansiosi di aver come ospiti ceceni uzbeki & c.

      che pacchia ragazzi!!! vacanze ad ufo a spese dei contribuenti russi!! :-)))

      Elimina
  4. super lavoro per i becchini allora!!!

    RispondiElimina
  5. l'Iran è pronto a trattare direttamente con i sauditi. dichiarazione ufficiale del portavoce iraniano e ripresa anche da molti media sunniti

    on

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'Esercito Siriano avanza! proprio adesso bisognerebbe trattare? non capisco.

      Elimina
    2. Si tratta meglio quando si è in posizione di forza ... E l'opposizione tratta se non ha alternative.

      E poi bisogna pacificare il paese. Non basta conquistare l'80% della Siria bisogna ricostruire la convivenza civile tra le anime del paese.

      On

      Elimina
    3. Ancora con questa storia dell'opposizione? Nessuno siriano avrebbe voluto vedere distrutto il proprio paese e le prpprie famiglie, purtroppo, con le c.d. primavere arabe, "stranieri" hanno armato gruppi per creare il caos e prendere il controllo politico dei territori. Non esiste trattativa, piuttosto e' necessario raccogliere prove e prepararsi per una nuova "Norimberga" affinche' un Tribunale Internazionale valuti le responsabilita' dei mandanti.

      Elimina
    4. Tutto vero ma la miccia sono stati i bambini rapiti per un mese per aver inneggiato contro assad.

      Senza miccia interna niente benzina estera

      Poi tutti sperano che vinca assad è non l'isis ... è la visione del dopo che divide parte del mondo
      On

      Elimina
    5. Il processo servira' a questo, a chiarire chi accende queste "miccie". La storia dei bambini rapiti da Assad e' vera quanto l'attacco polacco alla stazione radio alla germania di Hitler, o quanto l'attacco alle torri gemelle.

      Elimina
    6. Come vedete "on" é un provocatore che viene qui a seminare lercia propaganda sionista.
      Non rispondetegli, non consideratelo, lasciatelo da solo a ragliare le sue falsità.

      Elimina
    7. "On"... schiaccia "Off" sulla tua lingua, e non romperci le scatole.

      Elimina