venerdì 11 marzo 2016

Oltre cento scarafaggi dell'ISIS annichiliti intorno a Qurayteen dalle bombe russe: i Siriani conquistano anche la Collina 903!


Nel corso delle ultime 48 ore i piloti del corpo di spedizione aereo russo in Siria non si sono concessi pause, continuando a presentarsi a bordo dei loro Sukhoi nei cieli orientali del Governatorato di Homs, lanciando scariche dopo scariche di razzi, missili aria-terra, bombe guidate e non sopra ogni mezzo, raggruppamento, nascondiglio e base del cosiddetto 'califfato' dell'ISIS.


Questo incessante turbine di fuoco ha consumato qualcosa come un centinaio di militanti takfiri, consentendo alle truppe siriane schierate a terra, guidate dall'inesauribile 120esima Brigata della 2a Divisione che sono riuscite a strappare ai terroristi la Collina 903 vicino al recentemente conquistato villaggio di Talat al-Souda.

Adesso i militari siriani si trovano appena a 1500 metri dal perimetro Ovest di Qurayteen; speriamo quanto prima di potervi annunciare la loro avanzata finale verso la cittadina assira che troppo a lungo é rimasta sotto il tallone del 'Daash'.

14 commenti:

  1. I Piloti Russi sono poco conosciuti, ma in passato hanno prodotto fior di assi che hanno prima massacrato i nazi e poi decimato i B-29 in Corea.
    Non solo bravura individuale e "manico" come Kotnezub che su Berlino attaccato da un idiota cecastro americano su P-51 lo aveva abbattuto solo quando non poteva farne a meno sul suo Lavokin-7, ma anche visione strategica come quella del geniale Pokriskin che aveva ridotto alla disperazione la Luftwaffe che aveva dato ordine di non levarsi in volo quando avvistavano "Rosso 5", per non parlare dei coraggiosi su IL-2 "la morte nera (die swartz tote)" che hanno sterminato intere divisioni di carri nazisti.
    Non si parla di "top gun" da di rozzi mugiki di un popolo di ... razza inferiore, venite avanti nazisti occidentali da noi c'è terra a sufficienza per seppellirvi tutti solo che per ragioni ecologiche questa volta vi seppelliremo a casa vostra brutti bastardi aggressivi.
    Ivan Demarco Orlov

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hanno avuto un ruolo, i Sovietici, non indifferente anche in Vietnam al tempo dell'infame guerra americana. Ricordo sotrie di soldati americani che nel tritacarne del Vietnam, buttavano i loro scrausi fucili M16 perchè, (nonostante la melensa propaganda Usa e occidentale) l'M16 faceva "un pochino" cagare, in quanto aveva la bruttissima attitudine ad incepparsi con niente a contatto con acqua, fango, sabbia, ecc. Molti soldati, arrivarono a buttare i loro fucili d'assalto M16, e raccoglievano gli AK-47 dai nemici uccisi, per utilizzarli. Ovviamente, questa pratica era non pericolosa, di più, perchè l'AK-47 aveva un suo suono caratteristico mentre sparava, facilmente riconoscibile, e questo poteva facilmente esporre i soldati yankee che li utilizzavano a fuoco amico, sopratutto nelle fitte giungle e foreste del Vietnam. In un occasione, un ufficiale americano chiese nervosamente ad un suo soldato perchè usasse un arma raccolta ad un nemico, e il soldato americano, semplicemente, rispose: Perchè funziona, signore!. Molti piloti Russi hanno non solo addestrato un sacco piloti Vietnamiti, ma hanno anche preso parte essi stessi a missioni in supporto dell'alleato. Vennero inoltre forniti sistemi di difesa antiaerea, ma non solo; nella primavera del 1967, un flusso ininterrotto di aiuti scorreva dalla Russia al Vietnam del Nord. Alla fine degli anni 60 più di tre quarti del materiale militare e tecnico ricevuto dal Vietnam del Nord proveniva da Mosca. Mosca contribuì con armamenti essenziali per la difesa dello spazio aereo del Vietnam del Nord contro i velivoli americani, tra cui sistemi radar, artiglieria antiaerea, sistemi antiaerei. Senza questo materiale, la difesa aerea vietnamita sarebbe stata difficilmente realizzabile. Le forniture militari dall’URSS trasformarono completamente la guerra. Ma poi oltre alle armi sovietiche, i Vietnamiti avevano un alto morale, la convinzione di essere dalla parte giusta,e una tenacia quasi sovrumana, e questo fatto come noi qua ben sappiamo, è assolutamente fondamentale. Ad ogni modo solo un paio di dati per far capire la "palpata" che hanno preso gli americuli: i Vietnamiti durante il conflitto persero 131 aerei, gli americani oltre 2000. Per raggiungere la vittoria, i Vietnamiti fecero sacrifici enormi, e non credo che i Vietnamiti scorderanno mai l'aiuto ricevuto da Mosca, che è stato effettivamente formidabile.

      Alcuni passaggi del mio commento li ho presi da qui: https://aurorasito.wordpress.com/2015/05/02/guerra-del-vietnam-il-ruolo-cruciale-delle-armi-russe/

      Per chi avesse l'interesse ad approfondire la questione, confermo che l'articolo di cui il link sopra, è ottimo, caldamente consigliato a chi non lo ha mai letto ed è interessato.

      Elimina
    2. Spasiba Rossiya, Spasiba Prezident Putin!.

      Elimina
    3. la tua ironia è chiara, ma comunque -e adesso senza ironia- razza inferiore sono gli amerikani,un popolo di decerebrati, senza cultura, superficiali, idioti materialisti e malati di pansessualismo.
      Il popolo russo, al contrario, è forse, il più colto del mondo (cfr. la letteratura russa, la storiografia, la musica classica, la spiritualità, ecc., ecc., ecc.).


      Elimina
  2. I russi sono dei valorosi guerrieri !!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. i russi amano la loro patria russa e si impicciano poco di politica,in questo sono molto diversi da noi che sappiamo fare tutti i politici ( a parole) e quanto ad amare la nostra Italia siamo sempre pronti a dire peste e corna ( di noi stessi!)
      Bella la foto del Su in uscita dall'attacco con i postbruciatori accesi..è il momento più pericoloso.
      Quanto al " massacro" delle B29 ,,boh,un aereoplanone lento, a elica, ma pieno di bombe! Come fai a fare il paragone? Però quando disponeva della scorta dei caccia i Mig avevano il loro bel da fare, era un altro discorso!

      Elimina
  3. stupendo il vocabolo "scarafaggi". Poi, un giorno, bisognerà estenderlo anche ai loro padroni angloamericani (speriamo nella faglia di Sant'Andrea, nell'Oceano Pacifico).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. erano i loro "padroni" inizialmente, poi hanno messo su boria e sono diventati dei tagliagole...tutt'altra cosa!

      Elimina
  4. Più insetticida come questo!

    RispondiElimina
  5. Mancano solo i grandi scarrafoni ,http://sadefenza.blogspot.it/2016/03/il-figlio-del-presidente-turco-fugge-da.html Hal

    RispondiElimina
  6. DELENDA CARTHAGO EST.

    RispondiElimina
  7. Che culo. Il lavoro più bello del mondo, e li pagano pure!
    Io sono disposto a farlo gratis, solo datemi un flanker...

    RispondiElimina