mercoledì 19 aprile 2017

Le forze siriane prendono possesso delle colline circostanti il Jabal al-Qattar!


Procedendo nella liberazione di fasce sempre più ampie di territorio attorno a Palmyra le truppe impegnate nell'Est della Provincia di Homs (Quinto Corpo Ausiliario, 18esima Divisione Corazzata, Brigate Baath, Hezbollah) sono riuscite a sloggiare i takfiri dell'ISIS da numerose colline assiepate intorno al massiccio del Jabal al-Qattar.


E' chiaro che anche la stessa montagna entro poco seguirà lo stesso fato, consentendo alle forze di Damasco di guadagnare 'controllo fuoco' sulla vasta area pianeggiante che si stende oltre il massiccio, dove si trovano importanti giacimenti di gas.

Fondamentale nel garantire i successi fin qui raccolti, e incoraggiante rispetto a quelli che verranno, l'apporto delle aviazioni siriana e russa, che hanno fornito preciso e costante sostegno aereo; i jet siriani, ironia della sorte, provenivano quasi tutti dalla base di Shayrat, quella che inutilmente Trump e soci hanno provato a 'distruggere' coi loro missili-cilecca.

10 commenti:

  1. papavero rosso19 aprile 2017 19:39

    Una news del 25/4 a Roma I sionisti fanno piagnisteo perche' non sono riusciti a estromettere dal corteo chi e' a fianco della Resistenza palestinese.
    Accusano L'ANPI di essere a favore del Gran Muftim di Gerusalemme a loro dire amico di Hitler.. Loro che sono amici e finanziatori di tutte le dittature del mondo anche quest'anno si attaccano al.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarebbe certamente più semplice tirare un salame nel tuo didietro centrando il buco al volo.

      Elimina
    2. Più le forze siriane e dei suoi alleati vincono e riconquistano dette sempre più ampie del Paese e più aumentano gli sconsiderati attacchi contro questo blog informativo.
      Ciò mi è di molto conforto, dato che mi assicura che le cose si stanno mettendo per il meglio!
      Fabio

      Elimina
    3. Per una volta sionisti hanno ragione. Anpi parla a nome di partigiani .. che semplicemente non esistono più, in quanto morti (sono passati 72 anni..).Basti dire che recentemente Anpi ha sponsorizzato manifestazioni dei nazisti ucraini..

      Elimina
    4. Però esistono ancora vagonate di 'sopravvissuti' dell'olotruffa...

      Tommaso Baldi

      Elimina
    5. Baldi, sei un miserabile, perfido antisemita! Ti auguro di passare qualche giorno in un carro bestiame prima di perdere le tue infami penne! Fai schifo!

      Elimina
  2. Che Assad stia vincendo non credo sia in discussione,che il nostro Kahani sia completamente schierato per la causa siriana,e i suoi commenti siano in forma propagandistica non significa che dia notizie false,magari fosse cosi' precisa e dettagliatia la propaganda dell'apparato mainstream!

    RispondiElimina
  3. La battuta sull' ANPI che da ragione ai sionisti la dice tutta sui subdoli trolls che si aggirano su questo blog. La resistenza palestinese e' la cartina tornasole anche sulla siria.Morte a Sion in tutto il globo.

    RispondiElimina
  4. Purtroppo anonimo delle 23.24 ha ragione.
    ANPI non esiste più.
    Si e' trasformato in un partito politico occupato da gente sbandata. Non solo hanno appoggiato i neo nazisti ucraini, ma durante il referendum di dicembre, si sono intruppati con Casa Pound.
    Federico

    RispondiElimina
  5. Ma nin diciamo cazzate tentando di screditare l'ANPI!
    chi appogiava tali ratti neri erano solo alcuni esponenti renziani che nulla vevano a che spartire con l'associazione.
    Si è ben visto oggi, quando il lurido P.D. ha deciso di non partecipare al corteo unitario perché : UDITE UDITE: La comunità ebraica i Rona ha deciso di non farlo in quanto parteciperanno delle delegazioni del popolo Palestinese! !!!
    ORA E SEMPRE RESISISTENZA!
    Fabio

    RispondiElimina