giovedì 25 maggio 2017

Estratti dal discorso commemorativo di Hassan Nasrallah, leader di Hezbollah, per la ricorrenza del 25 maggio!

Anche quest'anno la ricorrenza del 25 luglio, Giorno della Liberazione, (riconosciuta come festività nazionale da tutti i Libanesi) é stata solennizzata da un discorso di Sayyed Hassan Nasrallah, Segretario Generale e leader supremo del movimento Hezbollah.

Ecco alcuni passaggi della sua orazione:



"La visita di Trump in Arabia Saudita è stata solo un tentativo di far sembrare Trump rilevante e ascoltato a livello internazionale, e di alzare il livello di prestigio e considerazione regionale del regime di Casa Saoud".

"L'intera occasione é stata niente più che una kermesse; Americani e Sauditi non hanno stilato strategie comuni o nuove iniziative, hanno fatto molti annunci e basta".

"L'ansia dei Sauditi di compiacere e riverire Trump è stata grottesca, dopo le sue parole offensive sugli Arabi e sui musulmani".

"Le parole di Trump contro l'Iran sono state grottesche e incommentabili, ha accusato la Repubblica Islamica di 'sostenere il terrorismo' in un paese che ospita alcuni dei più grandi finanziatori e sostenitori di Al Qaeda e dell'ISIS".

"Il regime sionista una volta progettava aggressioni e invasioni contro di noi, adesso sta costruendo muraglie e barriere sul convine col Libano".

"Nel 1996 il nostro arsenale era limitato a lanciarazzi Katyusha e Grad, adesso siamo in grado di colpire  bersagli che solo pochi anni fa erano per noi irraggiungibili".


4 commenti:

  1. Risposte
    1. Signor paolo i vostri lettori sani di principi e di mente siamo dei tifosi per le vittorie del esercito siriano e in una giornata come oggi è caduto un bel pezzo di territorio nella zona sud sotto ex controllo isiss ( o meglio nato e i cani di avventura) ci aspettiamo un suo meraviglioso articolo.

      Elimina
    2. Orlando, puoi tradurre in italiano il tuo commento 2229? Grazie

      Elimina
    3. tutto arriva a chi sa aspettare

      Elimina