martedì 5 febbraio 2019

Per la PRIMA VOLTA in molti anni sono di nuovo ORGOGLIOSO di essere italiano!

Non mi importa di come ci sia arrivati.

Non mi importa che la posizione italiana sul Venezuela sia frutto più di un "impasse" interno alla coalizione di Governo più che di una voluta e consapevole scelta di campo.



Anche se quando in un campo ci sono RUSSIA, CINA, INDIA, SIRIA, PALESTINA, IRAN e CUBA, la 'scelta di campo' dovrebbe essere AUTOMATICA.

Oggi, per la prima volta dopo molti anni, sono DI NUOVO ORGOGLIOSO DI ESSERE ITALIANO!

14 commenti:

  1. Dottor kahani, per favore spiega meglio che io sono ignorante.
    Grazie davvero.

    RispondiElimina
  2. Dottor kahani, per favore spiega meglio che io sono ignorante.
    Grazie davvero.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho seguito molto per motivi di salute, ma credo si tratti della celebrazione dell'astensione dell'Italia al riconoscimento di Guaidò, da li a schierarci nell'elenco di bandiere di cui sopra ce ne passa ma è pur sempre qualcosa. Va ricordato che abbiamo al governo Salvini, noto leccapiedi di americani e israeliani, formidabile incompetente sugli esteri (sugli interni stendiamo un velo pietoso). Il M5S, sebbene sia un soggetto politico anomalo si sarebbe schierato credo senza troppi problemi con Maduro, loro per ora non sono i cani da riporto di nessuno ed hanno coraggio. Non vedi come i media lo pompano Salvini a mille nella speranza che torni all'ovile della casta? E la mafia? dovrà pur trovare un referente serio, chi meglio dei ladroni della Lega? Poi gli italiani ci mettono del suo, far "proteggere" la nazione da chi voleva dividerla è il massimo della comicità. Eppure pare così, l'italiota medio ha bisogno di odiare i deboli, e Salvini è maestro nell'aizzare, anche un cretino capisce che di una sacrosanta lotta ai trafficanti non importa in realtà a nessuno, domina solo il razzismo, ne più ne meno. Diverso il discorso del M5S, che vuole in alcuni settori, vedi crisi migratoria, un approccio simile, ma senza creare quest'odioso clima da bettola e purtroppo realmente pericoloso portato avanti dal pagliaccio sinora nominato. Buonanotte :-)

      Elimina
  3. Nessuno si chiede come mai il Venezuela stia vivendo questo pessimo periodo a livello economico, non c'è alcuna persona che sottolinei questo fatto!

    RispondiElimina
  4. Notevole vedere insieme Cina e Taiwan;
    Inoltre pure Grecia e Irlanda fan parte della ue (minuscole d'obbligo).
    Taiwan e Irlanda non sono certo antiamericane (intendo anti usa).
    Sarebbe bruttissimo vedere di nuovo al potere gli eredi dei massacratori del "Caracazo" nel trentennale di quella sanguinosa repressione.
    27 Febbraio 1989, il Venezuela non era poi così benestante prima di Chavez...

    RispondiElimina
  5. Era dai tempi di Sigonella che l'Italia non si alzava in piedi con buona pace degli psicoterapeuti e di tutti i merdosi pennivendoli di regime.
    Bam Bam

    RispondiElimina
  6. al tuo posto, io non sarei così orgoglioso, prova a sentire gli sproloqui che sta vomitando salvini, adesso sembra sia diventato esperto di costituzione Venezuelana, siamo passati dal cazzaro di Rignano al cazzaro di Milano, siamo a posto, se lo vuoi sapere comunque, bisogna ringraziare Pino Cabras, che credo tu conosca, se l'itaglia ha preso quella posizione. pietro

    RispondiElimina
  7. Il principio che ci si debba "fare li cazzi propri" è quasi sempre condivisibile! Nel caso di specie, più che mai.

    RispondiElimina
  8. Rimaniamo sempre un popolo ambiguo

    RispondiElimina
  9. A questo punto nulla impedisce a Putin di riconoscere la Catalogna...

    RispondiElimina
  10. L’Italia salva l’onore dell’Europa sul Venezuela bloccando la dichiarazione congiunta pro golpe (grazie ai 5S e non certo alla Lega)

    RispondiElimina
  11. Accanto al popolo venezuelano sempre contro i servi dellimperialismo gringos guaido' criminale prezzolato

    RispondiElimina
  12. A questo punto..penso che Putin dovrebbe riconoscere la Catalogna..visto che la democrazia é questa!!

    RispondiElimina