giovedì 24 luglio 2014

Mentre l'ONU si balocca tra 'ludi cartacei' e cerchiobottismi a Gaza la Resistenza continua a dare scacco ai sionisti!!

Con vomitevole 'cerchiobottismo' il can-can internazionale recentemente tenutosi al Palazzo di Vetro ha 'pensato bene' di accusa indiscriminatamente di possibili 'crimini di guerra' l'entità sionista di occupazione della Palestina e la Resistenza della Striscia di Gaza aggredita e massacrata, mettendo così schifosamente sullo stesso piano invasori e invasi, aggresori e aggrediti, sterminatori e sterminati.

Di fronte alle 'anime belle' marciatrici di Assisi e sventolatori di stracci da gay pride ripetiamo il nostro convinto, radicale assunto che solo le armi e la lotta potranno liberare la Palestina in faccia a ogni ghandismo fuori  tempo massimo, a ogni panciafintismo di comodo.

Registriamo con piacere dal sito del Partito Socialista della Nazione Siriana, sempre informatissimo in merito, che la Resistenza palestinese ha fatto detonare diverse cariche esplosive sotterrate a Est dell'area industriale di Jabalyia e nei dintorni di Khan Younis per intercettare e respingere tentativi di avanzata di colonne corazzate sionaziste.

A Beit Lahiya e a Khuza'a invece sono state le forze delle Brigate Al-Quds della Jihad Islamica a respingere compagnie sioniste che cercavano di penetrare nella Striscia investendo le loro avanguardie con un torrente di colpi di mortaio.

7 commenti:

  1. Nel frattempo l'esercito egiziano si sta trasformando in esercito sionista.
    http://www.maannews.net/eng/ViewDetails.aspx?ID=715830

    RispondiElimina
  2. Io sinceramente non posso credere che questo sito, uno dei pochi in italiano che sostiene la causa palestinese seriamente, possa avere simpatia per il SIONISTA alSisi. Boh, veramente, mi sembra un paradosso, è surreale sta cosa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Al-Sisi attualmente sta facendo molto per dissipare quel patrimonio di simpatia che aveva suscitato in noi il benvenuto e appropriato intervento per togliere di mezzo il caprone Mursi.

      Da qui a definirlo 'sionista' ovviamente ce ne passa.

      Elimina
    2. Già, ci speravo. All'inizio sembrava promettere. Quando poi, oltre ad altro, lessi che aveva scelto come suo consigliere economico l'ex primo ministro inglese, il burattino pedofilo Tony Blair, [pagato dagli Eau], non ci volevo credere. Peccato, perchè godendo anche di un certo consenso popolare, e con le forze armate a lui fedeli, avrebbe potuto fare molto, anche per aiutare la Palestina [ad esempio, permettendo il passaggio di armamenti]. Anche la "tregua" che ha cercato di promuovere è paradossale; tutta a vantaggio dei sionisti, che infatti si erano detti subito pronti ad accettarla, mentre i Palestinesi, ovviamente, l'hanno respinta.

      Elimina
  3. Sul campo, in MO, sono d'accordo al 100% che la guerra sia l'unica soluzione per eliminare i sionisti. Altrove bisogna evitare infiltrazioni di violenti che, moderni trotzkisti, mirano a indebolire la sacra causa contro il sionismo. Federico

    RispondiElimina
  4. Il problema è che immaginare una vittoria palestinese al regime sionista ê puramente illusorio ... Immaginare una cacciata dei sionisti dalla Cisgiordania è invece raggiungibile ma i palestinesi dovrebbero essere uniti cosa che non mi pare ancora oggi ... Questo é l"unico obbiettivo raggiungibile veramente e costerá ancora molte lotte ...

    RispondiElimina
  5. Dottor s.kahani, ho letto una volta in un sito iraniano che al Assisi ha origine ebrea.!!!
    Scondo voi possibile.??
    Vv la vittoria.

    RispondiElimina