giovedì 23 febbraio 2017

Nuove leve dei Fanti di Marina siriani si apprestano a intraprendere operazioni offensive contro i takfiri!

A Latakia i fanti di marina della "Mughawayr al-Bahr", che più volte abbiamo menzionato nei nostri articoli, specialmente per le loro gesta sulle alture del Jebel al-Akrad e del Jebel al-Turkman hanno completato i cicli di addestramento delle nuove reclute.

A settembre 2016 un migliaio di cadetti terminarono il loro ciclo di addestramento, durato 6 mesi.

Dall'inizio di settembre sono passati altri sei mesi. Ne é stato completato un secondo? Probabilmente sì, viste le voci ripetute da fonti normalmente più che affidabili.

All'inizio di questa guerra la Mughawayr al-Bahr come forza assommava in tutto a un reggimento autonomo.

Adesso sembra che con queste nuove reclute l'unità abbia raggiunto le dimensioni di una brigata rinforzata o, addirittura, di una piccola divisione.

Speriamo che i giovani che si sono uniti ai suoi ranghi possano presto far sentire la voce delle loro armi e la tenacia del loro coraggio sui campi di battaglia di Latakia, di Idlib e delle altre province siriane.

7 commenti:

  1. Che Dio vi protegga

    RispondiElimina
  2. É certo che la gioventù Syriana non è compromessa come quella occidentale che, come l'uomo col fucile insegna (C. Eastwood), è composta per lo più di fighette, un buon auspicio per il futuro della Syria il cui ruolo nel mondo arabo sarà via via più consistente.

    RispondiElimina
  3. Chiamata di riserva dell’ISIS. Israele attacca le posizioni dell’esercito siriano vicino a Damasco

    In Siria si aspetta di iniziare le conversazioni di pace questa settimana Ginevra. E gli Israeliani cosa fanno? Bombardano le posizioni dell’Esercito siriano vicino Damasco. Questo perchè gli israeliani sono bravi in questo tipo di situazioni di “cessate il fuoco”, quando non hanno un qualche modo di interferire in questo conflitto.
    In pochi minuti, una aereo israeliano da guerra ha effettuato una incursione sul lato occidentale di Damasco con obiettivo le postazioni dell’Esercito siriano sulla frontiera di Qalamun, vicino alla frontiera libanese.
    La cosa interessante è che gli aerei israeliani hanno sorvolato le posizioni dell’ISIS e di Al Quaeda ma hanno conservato le loro bombe per l’Esercito siriano. Questo è un fatto rivelatore della strategia di Israele e della complicità di Tel Aviv con i gruppi terroristi che combattono in Siria per rovesciare il Governo di Damasco.


    Se Israele riconosce che bombardare effettivamente uno stato sovrano senza alcuna provocazione, risulta probabile che voglia affermare che quegli attacchi erano diretti contro i terroristi come Hezbollah. Il problema è che il ministro russo degli esteri Serguei Lavrov ha messo in chiaro che la Russia ritiene che Hezbollah stia svolgendo un ruolo importante nella sconfitta dell’ISIS in Siria.
    Una mossa quindi poco diplomatica ed azardata per Israele che dimostra la sua evidente complicità con i veri terroristi sul campo.
    Israele non ha voluto restituire le terre sottratte alla Siria e questo è il motivo per cui necessita della guerra in Siria per continuare ad occupare quelle terre. Questi atacchi non sono molto sorprendenti.

    RispondiElimina
  4. Ferrarini, hai dimenticato di darci i riferimenti biblici della tua profezia: libro, capitolo, versetto.
    O l'hai copiata dal web? Con queste notizie arcaiche, e il disprezzo verso Israele, non riuscirai ad accalappiare buontemponi per la tua onorata associazione. Geovisticamente parlando, s'intende!
    Ricordati che il vostro Vecchio Testamento proviene parola per parola dai testi ebraici/aramaici!

    RispondiElimina


  5. Fa piacere sentire persone così spiritose. Sei profetico. Sai perché?
    Perché sia Gesù, che Pietro, parlarono di persone come Te.
    Leggi quello che dice l'Apostolo Pietro, nella sua seconda lettera.
    Ti auguro una buona lettura e tante risate. Allegria.

    3 Poiché voi sapete questo prima di tutto, che negli ultimi giorni verranno degli schernitori con i loro scherni, che procederanno secondo i propri desideri 4 e diranno: Dov’è questa sua promessa presenza? Infatti, dal giorno che i nostri antenati si addormentarono nella morte, tutte le cose continuano esattamente come dal principio della creazione.
    5 Poiché, secondo il loro desiderio, sfugge alla loro attenzione questo fatto, che dai tempi antichi vi erano i cieli e una terra situata solidamente fuori dell’acqua e nel mezzo dell’acqua mediante la parola di Dio; 6 e mediante tali mezzi il mondo di quel tempo subì la distruzione quando fu inondato dall’acqua. 7 Ma mediante la stessa parola i cieli e la terra che sono ora son custoditi per il fuoco e sono riservati al giorno del giudizio e della distruzione degli uomini empi.

    RispondiElimina
  6. Ferrarini, risposta lampo!
    Come già scritto ieri, dato che Gesù storico non è mai esistito, non può aver parlato. Le parole del Gesù mitologico, che tu citi, valgono quelle di Giove o Vulcano!
    Il nome Pietro è stato pure inventato. Ti ricordo che fino verso il 300 si chiamava SIMONE¨ ! Poi per poter costruire il " Pietro sei la pietra...." hanno dovuto cambiare il nome.
    Leggi la Bibbia, prima di scrivere ..... Esther+Joachim.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Complimenti. CREDA. Lei e una persona molto ma molto intelligente. Peccato che non riesca come dice: (Ad accalappiare un buontempone come Lei) Avrei guadagnato molto. Proverò o gli altri. Magari con Suleiman Kahani

      Elimina