sabato 27 gennaio 2018

Mosca si prepara a vendere sei caccia Sukhoi-30 all'Ex-Birmania (Myanmar) e subito parte la campagna demonizzatrice made in Usa!

Utilizzati con grande successo contro i terroristi in Siria negli ultimi due anni e quattro mesi i caccia multiruolo russi 'Sukhoi-30' hanno suscitato l'interesse di molte aviazioni ansiose di rinnovare e ammodernare le proprie linee di volo.

In seguito alla visita a Rangoon del Ministro della Difesa di Mosca Sergei Shoigu, l'Aviazione di Myanmar (Ex-Birmania) ha deciso di acquistare un primo lotto di sei apparecchi, eventualmente espandibile nel futuro.

Inoltre i Generali di Myanmar hanno espresso interesse per i jet addestratori Yak-130, per gli elicotteri Mi-17, Mi-24, Mi-35, per i cacciabombardieri Mig-29 nelle loro versioni più recenti e per i complessi antiaerei S-125 Pechora e Buk-M2.
Sempre più armamenti russi in Asia Sudorientale dunque, anche in paesi che fino a ieri erano allineati con l'Occidente.
Ovviamente é subito partita la "campagna di fango" degli imperialisti a stelle e strisce che, per bocca della Portavoce del Dipartimento di Stato, Heather Nauert (tipico nome "irlandese"!) ha accusato la Russia di aiutare militarmente un 'regime' responsabile di 'violazioni dei diritti civili'.

A brevissimo giro é arrivata la replica del portavoce presidenziale del Cremlino, Dmitri Peskov che ha dichiarato come la Russia nel campo della cooperazione tecnico-militare si é sempre strettamente attenuta alle regole e alle norme delle legislazioni internazionali in merito.

2 commenti:

  1. ahahah...il regime messo su dagli usa e' un regime antidemocratico...strano...e lo dicono loro che li hanno messi al potere...sono senza vergogna. Bravi Russi andate a sistemare le cose anche li'...ci sono tanti omini neri da quelle parti trasportati dai soliti noti.

    RispondiElimina
  2. Hectro Hammond27 gennaio 2018 19:48

    Comunque gran bell'aereo !!!

    RispondiElimina