sabato 26 maggio 2018

Le forze yemenite infliggono una cocente sconfitta agli invasori sauditi, ai loro tirapiedi vendipatria e ai loro lacché mercenari!

Tra ieri e avantieri in Yemen si é combattuta una intensa battaglia che ha visto gli invasori sauditi, insieme ai loro mercenari e ai traditori yemeniti fedeli a Mansour Hadi venire respinti con gravi perdite dalla costa occidentale del paese.

Secondo quanto riportato dai canali Al-Alam e Al-Masirah almeno centoventi combattenti della coalizione saudita sarebbero stati eliminati, insieme a cinque tra carri armati e veicoli da combattimento.

I feriti si conterebbero a centinaia.

 

Tutte le strutture mediche controllate dagli invasori nella zona di Aden sarebbero "intasate" dal numero di feriti e mutilati che sono riusciti a ritirarsi dal campo di battaglia.

Inoltre, attacchi di missili a corto raggio e artiglieria avrebbero devastato le basi e le strutture militari nella zona di Al-Shabakah, nella Provincia di Najran, aggiungendo ulteriori perdite al bilancio della giornata.

Il Comando Yemenita ha dichiarato che le forze che difendono il paese sono in grado di continuare ad applicare pressione sulla coalizione degli invasori e che intendono continuare a farlo fino alla completa liberazione.


5 commenti:

  1. ... solo 120?!?
    Forse non mi intendo di guerre moderne, ma non sono moltissimi ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In una guerra a bassa intensità come quella in Yemen sono un'enormità.
      Parliamo di 24 ore di scontri.

      Elimina
  2. I morti certo sono pochi, ma quello più interessante sono i feriti gravi, più feriti ci sono e più la guerra sarà insostenibile da parte di stranieri mentre chi gioca in casa è pieno di gente con nessun lavoro e tanto spirito settario da sostituire alle perdite... Ad ogni modo spero che ci teniate più informati possibile sullo Yemen, anche se non brilla la coalizione gli houthi non avanzano e il governo iemenita non ha una bussola e se possibile chiedo alla redazione anche sul Qatar... Si muove più niente? Vogliono prenderlo in culo a vita o possono finanziare un altro "cavallo" tipo houthi ecc. Grazie in anticipo.

    RispondiElimina
  3. Eroismo senza pari!

    RispondiElimina
  4. 120 in un giorno non sono pochi, comunque la vista di morti e mutilati è deprimente per lo spirito combattivo di forze mercenarie, e il ritorno di tali mutilati nelle loro nazioni è deterrente x nuovi arruolamenti.

    RispondiElimina