lunedì 16 giugno 2014

Mentre Abbas in persona coopera con gli invasori per trovare i 'settler' catturati i sionazisti massacrano un altro palestinese!!

Una ulteriore prova della stupidità e inutilità di ogni tentativo di 'riconciliazione' con Fatah e di tentativo di ricostruzione di una "piattaforma di liberazione nazionale" con una classe dirigente ormai totalmente snaturata ed asservita: anziché aiutare gli uomini della Resistenza che con una coraggiosa operazione hanno rapito tre settler miliziani degli insediamenti illegali in Cisgiordania i massimi dirigenti di Fatah, tra cui, come evidenziato, lo stesso Mahmud Abbas, si fanno ospitare dagli Alti Comandi sionazisti e cooperano attivamente ai loro sforzi per ritrovare i tre.
Intanto questa mattina il ventitreenne Ahmad Essabarine, abitante del campo profughi di Jalazoon a Nord di Ramallah é rimasto ucciso quando truppe dell'occupazione sionazista sono entrate tra le baracche del campo sparando ad altezza d'uomo. Una dirigenza politica veramente dedita agli ideali di Liberazione Nazionale farebbe di tutto per fare pagare a Tel Aviv il fio del suo crimine: il sangue palestinese non é più a buon mercato del sangue giudaico, uomini in possesso di tutte le loro facoltà e di tutti i loro attributi avrebbero già emanato il richiamo all'insurrezione nazionale, alla Terza Intifada.

Sappiamo però che Mahmud Abbas e i suoi colleghi cacicchi da almeno vent'anni hanno rinunciato a ogni attributo virile, trasformandosi in docili eunuchi guardiani d'harem al servizio del 'popolo eletto'...speriamo che tutti i Palestinesi che credono nella Lotta e nella Resistenza se ne rendano conto quanto prima e provvedano a fare un radicale 'repulisti'.

3 commenti:

  1. Oltre ad essere un imbecille Abbas è anche uno sporco traditore ! Collaborare con Israele...che vergogna.

    RispondiElimina
  2. fa solo schifo ....

    RispondiElimina