domenica 2 agosto 2015

Tutto "normale" in Cisgiordania: invasore ebreo investe civile palestinese, i militari sionisti lo difendono e lo fanno fuggire!

Dopo l'impresa del rogo assassino di Douma e la successiva uccisione di due manifestanti disarmati il "popolo eletto" che invade e occupa militarmente la Cisgiordania  ha pensato di potere fare ancora 'meglio' e, tramite un miliziano delle fungaie velenose dette 'colonie' ha lanciato l'ennesimo attentato stradale contro un pedone palestinese.
Il cittadino di Gerusalemme é stato colpito dall'automobilista ebreo nelle vicinanze della moschea del quartiere di Ras al-Amoud. Immediatamente una folla si é radunata per prestare soccorso all'investito, mentre altri passanti si raccoglievano intorno all'auto dell'investitore, che aveva dovuto rallentare, con l'intenzione di bloccarlo e fargliela pagare.

A questo punto sono entrati in azione i militari sionisti dell'occupazione che, sparando ad altezza d'uomo, hanno protetto l'ebreo investitore aiutandolo ad allontanarsi; solo per fortuna non vi sono stati dei morti come nei casi di Mohammad Al-Masri e Laith Khaldi.

Il Palestinese investito, grazie al cielo, ha riportato solo escoriazioni e traumi minori.

1 commento:

  1. E OVVIAMENTE i soldati di Fatah non fanno niente...

    RispondiElimina