venerdì 7 aprile 2017

La Base Aerea di Shayrat sembra avere retto l'urto, si parla di soli sei morti!

A quanto appare da queste foto, diffuse immediatamente dopo il folle attacco missilistico lanciato da Trump contro la Base Aerea di Al-Shayrat (nodo principale della campagna aerea siriana contro gli sgozzatori dell'ISIS), la struttura avrebbe retto bene alla raffica di missili (per quanto obsoleti e imprecisi come i cruise americani) che l'ha colpita.

Gli HAS (hangar rinforzati) che si vedono in foto, al netto delle vampe, sono ancora in piedi e, inoltre tutto il materiale che non era protetto in essi era stato spostato o fatto decollare per il rotto della cuffia, evidentemente grazie a un avvistamento precoce da parte delle unità navali russe, che hanno poi preavvertito i comandi siriani.
Ma la cosa più interessante sono le batterie antiaere SA-6 che si vedono ancora perfettamente integre intorno all'aerodromo.

Una scarica di 'cruise' serve, Irak e Libia docunt, a dare il "primo colpo" per abbattere radar, impianti missilistici, batterie antiaeree e tutto quanto serva a dare occhi e orecchie a una nazione per proteggere il proprio spazio aereo...dopodiché, da manuale, partono i bombardamenti convenzionali.

Invece qua sembra che vi sia stato un attacco puramente cosmetico e condotto contro tutta la saggezza convenzionale del caso. Non avere soppresso i SAM siriani é indicativo.


24 commenti:

  1. Speriamo sia come dice lei,mi sembra molto ottimistico,i cuise non sono missili antiradar,i russi parlano di gravi danni,cmq speriamo che riescano a ripristinare un'operativita'della base nei tempi piu'
    rapidi possibili!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dove parlerebbero di 'gravi danni' visto che Rossiya24 ha pubblicato foto di Su-22 perfettamente intatti sotto gli HAS?

      Elimina
  2. Lo credo anch'io, i russi erano stati anche avvertiti ( quindi Assad). Tramp forse ha dato un contentino ai neo-con e si è scrollato di dosso il "russiagate".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assad e le forze siriane nell'aerea e nella base sono per forza di cose state avvertite dai russi dei missili in arrivo, e hanno avuto il tempo di spostare una buona parte del materiale, anche perchè un Tomahawk è un missile da crociera, spinto da un turbofan e ha una velocità inferiore ai 900 km/h. I russi con i loro grandi radar da allerta precoce, vedono qualsiasi missile in arrivo da migliaia di km di distanza, e siccome i missili americani sono stati lanciati da unità navali Usa nel Mediterraneo, sono stati subito individuati, siccome il Mediterraneo è completamente coperto dai radar da allerta precoce stanziati in Russia.

      Elimina
  3. un contentino anche per i neo-coglioni del blog! L' attacco inventato dalla propaganda sionista! Gli ammerikkani hanno spedito 58 carichi di cemento per aiutare l'amico Assad a fortificare la base! Le foto scattate....3 anni or sono....dimostrano tutto quello che il Kahani vuol far credere agli imbecccilllli!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qua d'imbecille ci sei solo tu.

      Le foto della base di un'ora fa.
      https://www.facebook.com/newsbattagliemondo/photos/pcb.724671957697272/724671761030625/?type=3&theater

      https://twitter.com/RafaelBabikian

      Di tre anni c'è solo il tuo cervello. Hai capito bene 11,27 ? Sparisci Sottosviluppato

      Elimina
  4. 44 milioni di dollari buttati per problemi di politica interna amerigana. Questi falliranno molto presto

    RispondiElimina
  5. Se la russia non reagisce penso che nel giro di qualche mese, per causa dell ucraina la attaccheranno.. con un pretesto... alla luce degli avvenimenti di questa notte, mi dispiace dirlo, ma la tanto ventailata superiorita dei missili terra aria russi e pura propaganda ... si ripete lo scenario yugoslavo, iracheno e libico, con una unica superpotenza militare ed economica che de facto, e libera di agire unilateralmente dove e quando vuole

    RispondiElimina
  6. A parte gli idioti amerikani che sproloquiano a vanvera, vorrei conoscere come i sistemi a/a siano impiegati. I radar di scoperta e guida erano spenti?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. tu sei un idiota, da mesi sproloqui a vanvera stupidaggini! Quale spalatore di carbone nei fenicotteri di Vittorio Emmmmanuele , grado 4, dimostri di saperla alla luuunga!

      Elimina
  7. Immagini da un drone russo sopra la base

    https://www.youtube.com/watch?v=oKtJjPypT7I

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sembra vi siano grandissimi danni. Resta il gesto...

      Elimina
  8. 36 missili non hanno raggiunto il bersaglio!!

    La mano invisibile dei russi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Farouq embetted...li ha inventarizzati....Tipico fanfarone sionista! Vede anche le mani invisibili! Direi: megalomane...con brio!!!!

      Elimina
    2. Mi sarei aspettato che scrivevi che Assad ne aveva abbattuti 36. Sai che i russi rispettano gli accordi presi ( leggi memorandum di cooperazione)

      Elimina
    3. Non avete capito un ca.., 59 missili è un numero esagerato per una base aerea, questo numero dimostra una reazione disperata americana di fronte ad una difesa elettronica russa

      Elimina
    4. Ma i Pantzir S1 possono abbattere i toma...., se qualcuno lo sa

      Elimina
  9. Esagerato, i russi si sono ben guardati dal mettersi in mezzo. Per una volta scriviamo solo i fatti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No. Il ministero delal difesa russa ha dichiarato che dei 59 Tomahawk lanciati, solo 23 sono arrivati sulla base, e la sorte dei restanti 36 mancanti è "sconosciuta"; ora, le cose sono due: o i Tomahawk americani sono missili scifosi (23 su 59, vuol dire che solo poco più di 1/3 dei missili è arrivato), oppure i russi hanno disturbato i missili con i loro sistemi di guerra elettronica. Un numero così alto di missili, per una sola base, significa una cosa solo: la consapevolezza americana delle difese russe, e il tentativo conseguente di colpire l'obiettivo con un attacco di saturazione.

      Elimina
  10. domanda: qual'è l afonte di queste foto?

    RispondiElimina
  11. With Car Rental 8 you can discover the cheapest car hires at over 50,000 locations worldwide.

    RispondiElimina