mercoledì 11 aprile 2018

Sembra che Cipro abbia negato recisamente l'utilizzo delle proprie basi aeree per qualunque ipotesi di attacco contro la Siria!

Una mappa risalente a conflitti del passato accompagna questa nostra notizia esclusiva che vi riportiamo confermata (per ora) solo dalla fama di affidabilità della fonte che ce l'ha rivelata; sembrerebbe che le autorità della parte indipendente di Cipro (che molti legami culturali e religiosi uniscono con la Russia) abbiano negato l'utilizzo di ogni infrastruttura aeroportuale dell'isola a eventuali manovre d'attacco contro la Siria.


La notizia potrebbe dare un 'colpo' forse definitivo ai progetti occidentali di aggressione contro Damasco, visto l'aviazione inglese per colpire il Medio Oriente ha sempre fatto affidamento sull'isola del Mediterraneo orientale.

Se a ciò si aggiunge la ferma volontà russa di aiutare la Siria a resistere, la mancanza di autorizzazione del Parlamento inglese a operazioni militari e la crescente 'freddezza' del toyboy Macron a opzioni guerresche. a oltre 12 ore dalla fine del periodo di due giorni in cui "inevitabilmente" (così ripetevano Giulietto Chiesa e lo Zoo di 105) si sarebbe verificato l'attacco imperialista, la situazione intorno a Damasco e dintorni sembra essere in via di notevole raffreddamento.

18 commenti:

  1. Ma chi cazz...... È lo Zoo di 105 tutti i lettori lo vogliono sapere

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non credo si riferisca a Mazzoli e company. A questo punto dr Kahani ce lo deve dire di chi si tratta :-)

      Elimina
    2. non credo una volta sentivo che stanno più dalla parte di putin e siria mazzoli co.
      Macor

      Elimina
  2. Azz hanno i coglioni.

    RispondiElimina
  3. Se la russia non Si difende Ora.. dovra' prepararsi, Bella migliore delle ipotesi, ad un attacco sul Auto suolo entro un Anno.. la guerra ci sarà... E solo questione di tempo... L Economia degli atlantici ha bisogno di una guerra mondiale...

    RispondiElimina
  4. Per chi attacca la vedo dura... Se la Siria fosse rimasta sola ed indifesa magari Si, ma adesso con l'ombrellone della Russia sopra la testa della Siria, non credo che nessuno osi attaccare, per me son solo parole al vento pronunciate da un pazzo col parrucchino biondo...

    RispondiElimina
  5. http://www.analisidifesa.it/2018/04/siria-le-fake-news-sulle-armi-chimiche-per-creare-il-casus-belli/

    RispondiElimina
  6. Sicuramente lo Zoo sono nullità, personalmente sto benissimo senza sapere chi proferisce codeste sesquipedali castronerie. A tenerci informati sul conflitto in Siria basta il direttore, gli altri si f........!

    RispondiElimina
  7. Comunque la si pensi questa è la posizione del centro destra.
    Almeno la posizione è netta. No all'intervento contro la Siria.
    Poi potete dire su di loro quello che volete, ma almeno si sono schierati. Le pseudo sinistre invece, allineate e coperte con il padrone, compresi i jimmy cinque pance (..era un amico di bevute del calciatore Paul Gascoigne per chi non lo sapesse...)

    Matteo Salvini no alla guerra: "Chiedo al presidente Gentiloni una presa di posizione netta dell’Italia contro ogni ulteriore e disastroso intervento militare in Siria. Non vorrei che motivi economici, esigenze di potere o il presunto utilizzo mai provato di armi chimiche mai trovate in passato scatenassero un conflitto che può diventare pericolosissimo".

    Il senatore di Forza Italia, Paolo Romani, esorta il centrodestra ad "alzare la voce sull'assurda minaccia di rappresaglia rispetto al presunto utilizzo di armi chimiche in Siria e chieda al governo di dissociarsi da tali inopportune eventuali azioni. Non è possibile - prosegue - immaginare che Assad nel momento in cui i ribelli jihadisti di Duma si stanno per arrendere abbia utilizzato armi chimiche che avrebbero scatenato la reazione internazionale. Oltre a essere inutile sarebbe un'idea stupida. Auspico, pertanto, che il governo si dissoci".

    Ieri Giorgia Meloni, leader di Fratelli d'Italia, su Facebook aveva scritto: "Siria: una nuova gravissima accusa al regime Assad di aver usato armi chimiche. Ancora una volta nessuna prova concreta. La paura è che qualcuno cerchi un pretesto per scatenare una nuova guerra, che farebbe casualmente molto comodo a chi è uscito recentemente sconfitto dallo scacchiere mediorientale. Fratelli d' Italia non è disposta ad assecondare operazioni spregiudicate di questo tipo".

    RispondiElimina
  8. Spero vivamente che succeda poco o niente, perché abbiamo un presidente che usa Twitter per minacciare una potenza atomica. Pazzia totale

    RispondiElimina
  9. Fantastiche passeggiate dei jet russi intorno alle barche da guerra americane:

    https://youtu.be/qJFnDfvUVGc

    RispondiElimina
  10. Con gli usa lo scontro in Siria si deve fare. Non se ne vanno senza lanciargli qualche missile, se non e' ora sara' piu' avanti. Se iniziano gli usa a sparare e' anche meglio.

    RispondiElimina
  11. Vorrei essere anche io ottimista, però gli ultimi tweet di Trump sono veramente opera di uno piscopatico e mi fanno temere per il peggio.

    RispondiElimina
  12. Intervento al Senato di Alberto Bagnai
    https://www.youtube.com/watch?time_continue=8&v=e3ghW8HvQe4

    RispondiElimina
  13. Ma lo sanno quei palloni tronfi dei generali americani che i battelli russi sono armati con i missili zircon.
    Alla velocità di mac 10 non sono arrestabili.
    Eppure in gergo nato sono chiamati spacca portaerei.
    Federico

    RispondiElimina
  14. Per quello che ne capisco io trump deve compiacere il deep state almeno a parole
    E deve fare da scemo anche se poi in realtà non è propio aquila.(speriamo bene)

    RispondiElimina
  15. https://www.agenzianova.com/a/5acc755fda2195.46639889/1880666/2018-04-10/siria-generale-bertolini-a-il-mattino-gli-usa-non-prendano-decisioni-sciagurate

    RispondiElimina
  16. Bombarderanno una base vuota in mezzo al deserto e tutti saranno felici

    RispondiElimina