martedì 4 settembre 2018

Oltre 50 bombardamenti dell'Aviazione Russa hanno colpito oggi la Provincia di Idlib; é l' "Overture" dell'assalto finale!

Aviazione Russa scatenata oggi; nelle ultime ore tre enormi esplosioni hanno scosso i dintorni di Jisr al-Shoughour, posizione-chiave per l'avanzata su Idlib.

In seguito altre esplosioni minori si sono sentite a Mhambel, Basnqoul, Zayzooun, Ziyarah, Jadariyah, Kafrdeen, Al-Sahn e Saraseef, tutti villaggi circostanti alla cittadina.

Si calcola che i Sukhoi-24, -34 e -25, utilizzando munizioni ad alta precisione, stiano capillarmente distruggendo l'infrastruttura takfira, come "preludio" all'attacco risolutivo contro l'ultima roccaforte dei terroristi su suolo siriano.

Almeno cinquanta bombardamenti si sarebbero succeduti finora, ma l'attività alla base aerea di Hymemim é intensissima e si può pensare che essi continueranno nel resto della giornata e potranno venire 'integrati' da lanci di missili "Kalibr" da parte della flotta russa schierata nel Mediterraneo.

28 commenti:

  1. Risposte
    1. Uno schema classico della strategia bellica. Prima gli aerei per un po' di avanscoperta e per abbattere le batterie difensive, poi i cannoni per spianare bunker e case matte e infine blindati con fanteria al seguito per spazzare via il nemico. Ormai i terroristi hanno poco da fare, la schiena è stata già spezzato a Deir, le gambe a Duma e ora manca solo la testa a Idlib. Pure i turchi sono stati accontentati, spostando l'attacco da agosto a settembre per mettere in salvo il salvabile, quindi ora i terroristi non possono più contare sui turchi. Possono solo sparare bombe al cloro a tutto spiano per rallentare l'inevitabile e nel coso lo facessero i russi (che ne hanno le palle piene di sta guerra per procura degli anglo_franco_sion) gli cacciano giù sulla testa raffiche di missili dalle navi piazzate nel mediterraneo.
      Alla fine della fiera chi ci ha rimesso di più in credibilità è proprio Israele, ove ora l'appellativo di unica democrazia in Oriente stride talmente tanto con i fatti da stendere solo un velo pietoso e senza contare che tutti questi atti ostili gli renderanno i mussulmani e gli europei ostili per decadi.
      Arzegan

      Elimina
  2. Ma il napalm e vietato ?se no ne bastano solo 5 e tutto finisce.

    RispondiElimina
  3. Ma il napalm e vietato? Se no ne bastano . Solo 5 che tutto finisce

    RispondiElimina
  4. E di conseguenza sono già partiti gli strilli degli amici dei terroristi, e presto avremo notizie dei maledettissimi caschi bianchi, immancabilmente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si avranno anche notizie dei soliti attacchi chimici a cui fortunatamente non crede più nessuno

      Elimina
    2. Queste panzane, raggiungeranno le orecchie e gli occhi di pensionati, casalinghe, servi stupidi ed influenzabili. Nulla di più.
      Il giudeo ha capito da molto tempo che, una menzogna ripetuta molte volte diventa notizia vera.

      Elimina
  5. Patrizia usa spesso toni forti ma comprensibile e giustificabili, invito i due simpatici lettori che se la prendono spesso con lei a guardare questo video di pochi minuti. Per la precisione la seconda parte del video dove un giornalista molto conosciuto in america comincia a fare delle riflessioni che vanno oltre la propaganda sinistronza comune :
    https://youtu.be/NOkjhrupYRs
    Faccio presente che dopo un lustro abbondante di queste barbarie,la signora, ha tutto il diritto di esprimere giudizi pesanti su "quest'uomini"(che se hanno il tempo di fare questo ai soldati morti non mi immagino che aberrazioni possono fare sui civili vivi o morti).
    Cambiando discorso rinnovo anch'io la domanda, al caro redattore,se si sà più niente della Libia.
    Arzegan

    RispondiElimina
  6. disprezzare gli altri non é né comprensibile né giustificabile e ha niente a che vedere su questi uomini:
    é pura e semplice maleducazione e espressione di volgarità mentale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non voglio certo fare l'avvocato di Patrizia, ma non ti sembra di rivolgere lo stesso livello di disprezzo con toni pesanti nei suoi confronti che lei riserva nei confronti dei terroristi? È un atteggiamento contraddittorio ma cmq fate come volete tanto siamo a casa di Kahani e nel caso i commenti non gli aggradano li spunta via. Dico solo che ci si dovrebbe fermare sui contenuti dell'articolo e non su i commenti personali, poi ognuno è libero di morire come vuole sia ben chiaro. Arzegan

      Elimina
  7. Speriamo che idlib sia ripresa presto c e da sistemare un conto con i pisciamerga a nordvest e poi Golan,Golan,Golan,Golan,Golan,Golan.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il regime sionista ha gli anni contati. Io non sono antisemita, ma sono ferocemente antisionista; e tra le due cose c'è una differenza abissale.

      Elimina
    2. tu sei anti-ebreo e anti Stato israeliano. La differenza abissale esiste fra una ragione non alterata e le tue visioni da mentecatto.

      Elimina
  8. Il deterrente atomico israeliano è molto teorico, vedi guerra del 2006 contro Hezbollah. Certo, potevano spianare il sud del Libano con le atomiche. ..ma le distanze sono minime, il vento ha la brutta abutudine di cambiare direzione, le falde acquifere sono interconnesse...cioè, spazzato via Hezbollah, la loro terra promessa sarebbe diventata radioattiva e l'avrebbero dovuta lasciare per duecento anni. ..grande risultato

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La sua riflessione é giusta....ma limitata .....
      Le bombette erano (sono ) previste per bersagli piu' lontani: Iraq, Egitto, Libia,Algeria, Iran.....
      Oggi resta solo l'Iran.
      Se lo Tzahal non riesce a liquidare eventuali pendenze coi diretti vicini senza usare le atomiche......diventa un esercito da barzelletta.


      Elimina
    2. Concordo che la atomica sia inutile e 200 anni sarebbe il minimo senza contare che sono considerati crimine di guerra e quindi a livello mondiale non troverebbero più un gatto disposto a interagire con loro in qualsiasi campo (per altro dicono continuamente al mondo di non averle, quindi farebbero una figura di merda se le usassero) . Quindi in sé il deterrente atomico è pressoché inutili. Ciò non di meno l'esercito di Israele non è da sottovalutare, non sono mercenari alla isis o mercenari africani, hanno una struttura militare complessiva moderna e rodato nel tempo con tecnologia buona (ma non superbe). Ma resta il fatto che questo apparato bellico è fermo da un ventennio mentre i siriani non sono a digiuno di guerra e quindi sono psicologicamente preparati e sono pieni di armi e missili russi e circondati da alleati come Hezbollah e Hamas a cui, con tutta probabilità, i siriani doneranno tutte le armi europe,americane e israeliane sequestrate ai terroristi.
      C'è da dire inoltre che ci sono sempre più israeliani restii alla leva militare per obbiezione di coscienza o perché semplicemente non vogliono farsi ammazzare perché i signorotti al potere vogliono fare guerre fini a sé stessi.
      Sono fronti con sfumature diverse da analizzare molto accuratamente nel dettaglio.
      Arzegan

      Elimina
    3. signor Arzegan
      mi permetta una precisazione: non sono i signorotti al potere Israeliano che vogliono fare guerre. Vogliono solo difendersi se vengono attaccati,Come l'hanno fatto da 50 anni.
      Nemmeno i governi confinanti parlano di guerre. Il Presidente Assad compreso.
      I guerrafondai li troviamo unicamente nei blog tipo Palaestina felix, lontani anni luce dalla realtà e dalla verità geopolitica.
      Con le balle non si distrugge Israele!

      Elimina
    4. Ma la smetta anonimo cialtone di rendersi ridicolo difendere questo regime sionista illegale e illegittimo, fondato su torrenti di sangue innocente, le cui risoluzioni Onu contro il suo operato e condotta sono decine, delle quali non rispettata neanche una. Il genocidio dei legittimi abitanti della Palestina, non è certo un segreto nonostante la propaganda dei mezzi di informazione mainstrem che i sionisti controllano tramite la finanza, e certamente a livello diplomatico, ogni singolo Paese sulla faccia della terra sa come stanno realmente le cose, storicamente parlando.

      Tanto per la cronaca, riporto solo alcuni fatti storici inoppugnabili e incontrovertibili, in modo da dimostrare con fatti e prove che quello che sostiene il Blog PalaestinaFelix sul regime sionista, è motivato e giustificato da prove solidissime e dimostrate storicamente, anche da eminenti esponenti ebrei e perfino sionisti.

      1) I cosiddetti difensori del regime sionista, sostengono sempre che i palestinesi hanno sempre odiato gli ebrei sionisti che "emigravano" in Palestina, e che li hanno attaccati fin dall'inizio. Balla; questa è una menzogna storica totale, vediamo perchè: Per tutto il XIX secolo ie oltre i palestiesi accolsero con favore l'emigrazione ebraica europea con favore, amicizia e entusiasmo. Al punto che le massime autorità religiose d'Europa lo testimoniarono. Fonti: Ne cito una tra le tante: il 16 Luglio del 1947 l'eminente rabbino Yosef Tzvi Dushinsky testimoniò presso lo 'Speciale Comitato delle Nazioni Unite sulla Palestina' e le sue parole furono inequivocabili: "Non vi fù mai un momento nell'immigrazione degli ebrei ortodossi europei in Palestina (si riferisce ad epoche precedenti al fenomeno sionista) nel quale gli arabi abbiano opposto resistenza alcuna. Al contrario, quegli ebrei erano i benvenuti per via dei benefici economici e del progresso che ricadevano sugli abitanti locali, che mai temettero di essere sottomessi. Era risaputo che quegli ebrei giungevano solo per motivi religiosi e non ebbero difficoltà a stabilire rapporti di fiducia e di amicizia con le comunità locali". E poi la Dichiarazione della Commissione Shaw del governo inglese, a proposito delle violenze tra arabi ed ebrei sionisti nel 1929: "...prima della Grande Guerra (1915-18) gli arabi e gli ebrei vivevano fianco a fianco, se non in amicizia, almeno con tolleranza... negli 80 anni precedenti (al fenomeno del sionismo) non ci sono memorie di scontri violenti tra i due popoli".

      Continua...

      Elimina
    5. 2) Molti difensori del regime sionista, spesso usano in malafede l'affermazione che è ignobile definire i sionisti che 'emigravano' in Palestina per fuggire alle persecuzioni europee, degli aggressori coloniali. menzogna storica, anche questa: Il movimento sionista europea nacque razzista, violento e prevaricatore (così come lo è oggi). All'arrivo in Palestina trattarono subito i palestinesi come bestie, perchè li consideravano poco più che bestie. Furono i sionisti ad iniziare violenze, espropri e atrocità contro i palestinesi. Fonti: A inizio '900, in uno scambio fra un fondatore del movimento sionista europeo, tale Chaim Weizmann (che arà il primo presidente del regime sionista nel 1948) e gli allora padroni coloniali inglesi, si legge: "Gli inglesi ci hanno detto che in Palestina ci sono qualche migliaio di negri (kushim), che non valgono nulla". Ma sopratutto, il più celebre umanista sionista della storia, Ahad Ha'am, lanciò un allarme contro la violazione dei diritti dei palestinesi (da parte dei sionisti): "E cosa stà facendo la nostra gente in Palestina? Erano servi nelle terre della Diaspora e d'improvviso si trovano con una libertà senza limiti e questo cambiamento ha risvegliato in loro un'inclinazione ad dispotismo. Essi trattano gli arabi con ostilità e crudeltà, gli negano i diritti, li offendono senza motivo, e persino si vantano di questi atti. E nessuno fra noi si oppone a queste tendenze ignobili e pericolose". Era il 1891!!! Già allora il razzismo e la violenza sionista faceva questo ai palestinesi innocenti.

      3) Un altro "mantra" o piagnisteo dei difensori del regime sionista, stà nel sostenere sempre che "voi 'anti-semiti' ve la prendete con il popolo ebraico che fuggiva disperato dall'orrore dell'Olocausto e cercava rifugio nella 'Terra Promessa', vergogna!..." Menzogna totale: Per quasi 50 anni PRIMA dell'Olocausto, i sionisti che 'emigravano in Palestina aggredirono i palestinesi e programmarono nei dettagli la pulizia etnica della Palestina con metodi feroci e terroristici (come oggi che supportano ogni genere di gruppo terrorista wahabita/salafita)'. Ripeto: 50 anni PRIMA di Hitler. Fonti: il massimo padre del movimento sionista, Theodore Herzl morì nl 1904. Già prima aveva dichiarato: "Tenteremo di sospingere la popolazione palestinese in miseria oltre le frontiere procurandogli impieghi nelle nazioni di transito, mentre gli negheremo qualsiasi lavoro sulla nostra terra... Sia il processo di espropriazione che l'espulsione dei poveri devono essere condotti con discrezione e di nascosto...". Il leader sionista Ben Gurion, aveva redatto il 'Piano Dalet' per la completa pulizia etnica della Palestina, PRIMA del'arrivo in Palestina dei profughi dai campi di concentramento tedeschi.Nel suo stesso diario, Gurion scrisse cose atroci su come colpire i palestinesi innocenti: "C'è bisogno di una reazione brutale. Dobbiamo essere precisi su coloro che colpiamo. Se accusiamo una famiglia palestinese non c'è bisogno di distinguere fra colpevoli e innocenti. Dobbiamo fagli del male senza pietà, altrimenti non sarebbe un'azione efficace".

      Continua...

      Elimina
    6. Un Ministro del primo Governo del regime sionista, Aharon Cizling, ebbe a dichiarare nel 1948: "Ora anche gli ebrei si sono comportati come i nazisti, e ne sono sconvolto".

      Queste sopra riportate, sono solo ALCUNI dei fatti PROVATI STORICAMENTE E PUBBLICAMENTE VERIFICABILI, della natura del sionismo e del regime sionista. Non è possibile dire 'non è vero', per il semplice motivo, ripeto, che si tratta di fatti STORICI CONCLAMATI E INOPPUGNABILI.

      Quindi all'anonimo delle 22:50 che impesta lo spazio commenti di un Blog che ritene non veritiero, di andarsi a fare un giretto da qualche altra parte, perchè la storia del sionismo e del regime sionista è nota, tranne a chi non chiude gli occhi dogmaticamente ed a chi ha interesse/i nel insistere con la favoletta di "israele" Paese "democratico" e innocente che si difende da Paesi nemici vicini e circonvicini.

      Per chi volesse approfondire oltre, consiglio vivamente la lettura del documento "Come asfaltare che difende israele in 10 mosse" del giornalista e saggista Paolo Barnard.

      Elimina
    7. "Come Asfaltare chi difende israele in 10 mosse"

      http://paolobarnard.info/docs/Come_asfaltare_chi_difende_israele_in_10_mosse.pdf

      Elimina
    8. Non sono uno che vuole distribuire verità, però anche ieri Israele ha attaccato la Siria con aerei e missili e quindi io torno a domandare con chi c'è l'hanno gli israeliani pacifisti? Specialmente se il grosso dei siriani è a Idlib a che serviva sparare missili in Siria? Secondo mè serve a qualche signorotto del posto per vendere altri missili alle spalle dei contribuenti israeliani questa è l'unica ragione possibile. Non ci si può nascondere sempre dietro il dogma della difesa che per altro ricorda molto le politiche americane nel mondo. Faccio presente che proprio per questi atteggiamenti di profitto sotto banco il presidente Netanyahu e la famiglia sono stati indagati, quindi mi viene da pensare che da lì il passo è breve. Arzegan

      Elimina
  9. L arsenale atomico israeliano non sono le bombe a dimona ma i traditori arabi che dal 1948 ad oggi hanno preferito ciucciare i dollari e fare salamelecchi a tel Aviv piuttosto che liberare la palestina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Effettivamente 2232 è un dato interessante poiché hanno un problema di composizione interna e nel loro caso specifico un bel 20% di popolazione che è araba. Per tenerli a bada hanno adottato la classica politica USA del nemico estero onde evitare che scaturiscano guerre di secessione all'interno. Arzegan

      Elimina
  10. Ogni tanto ritornano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si ogni tanto i cialtroni che tentano di provocare, disturbare o semplicemente che cercano di difendere a spada tratta ciò che è, sempre più, indifendibile ritornano; ma sputtanarli con la verità storica e con testimonianze e prove provate alla mano, è quasi un piacere. Per i provocatori ad oltranza invece è sufficiente la cancellazione dei loro insulsi e convulsi peana.

      Elimina
  11. Christian I suoi sono riflessioni molto belle di cui, in parte, non ne sapevo. Mi ha consigliato una bella lettura che non vedo l'ora di analizzare, per cui la ringrazio molto e specialmente la ringrazio per i messaggi molto esplicativi.
    Arzegan

    RispondiElimina
  12. Ho letto alcuni commenti su Patrizia.
    Commenti fatti da individui anonimi, che nulla possono se non usare il ludibrio e lo scherno, individui senza un nome e senza una identità.
    Quando non si hanno argomenti o una posizione è indifendibile, il gentile di turno un goy scribacchia a sproposito, non affronta la discussione con fatti oggettivi ma semplicemente la butta in gazzarra o rissa.
    Questo avviene quotidianamente in rete.
    Scopri poi che l'anonimo è un povero impiegato pubblico che utilizza un PC in orario di lavoro oppure è un foruncoloso ratto canuto e ricciolino con kippà e pe’ot.
    Mettere in dubbio la sessualità di un altro individuo è un chiaro sintomo di stupidità e di qualche problema infantile irrisolto.

    "Smetti di asservirti e sarai liberato una volta per tutte. Non intendo che devi percuotere il tiranno per rovesciarlo dal trono, ma semplicemente smetti di sostenerlo; e allora a quel punto sarà finito: come un colosso a cui è stato levato il piedistallo da sotto i piedi, cadrà sotto il suo stesso peso e finirà in pezzi”.
    Étienne de la Boétie, 1552

    RispondiElimina