martedì 20 dicembre 2016

L'ombra dei servizi turchi deviati sull'assassinio dell'ambasciatore russo Karlov?

A meno di ventiquattr'ore dal martirio dell'ambasciatore russo ad Ankara, Andrei Karlov, non è esercizio ozioso cominciare a ragionare freddamente sulla dinamica di quanto accaduto, cercando, attraverso un giudizioso uso del Rasoio di Occam, di capire chi e perché possa avere ordito la trama dell'attentato.

Se é vero che un anno fa la tensione tra Turchia e Russia era alle stelle (subito dopo l'abbattimento del Su-24 da parte dell'aviazione di Erdogan) é anche vero che il fallito golpe di quest'estate ha ridistribuito le carte, rendendo la Turchia un possibile partner di dialogo per Mosca, come confermato dal fatto che tra poco si dovrebbe tenere un vertice "a tre" che la coinvolgerà con Russia e Iran a discutere principalmente del futuro della Siria.

Mosca, pur non eccedendo in manifestazioni di calore e amicizia, aveva (e dovrebbe ancora avere) tutta l'intenzione di proporre ai Turchi un progressivo disimpegno dalla Siria man mano che il Governo di Damasco tornerà in controllo del suo territorio (un passo fondamentale è stato fatto ad Aleppo proprio di recente), ricompensandoli con la posa del gasdotto 'South Stream' sul loro territorio e con i copiosi ritorni economici da essa derivanti.

Non è affatto un mistero che in Turchia esistano apparati dello stato pesantemente infiltrati da interessi atlantici e americani (ricordiamo che in Turchia si usa per indicare tale fenomeno la parola italiana "Gladio", proprio con riferimento alla struttura italiana 'Stay Behind' venuta alla ribalta delle cronache oltre un ventennio fa).

Tali centrali di destabilizzazione avrebbero avuto ottimo gioco a trovare un giovane poliziotto di idee confuse e radicali e manipolarlo secondo le direttive ricevute da oltreoceano dove Obama, ormai con l'intimo di sfratto dalla Stanza Ovale, non vedeva l'ora di assestare un vendicativo colpo di coda contro chi ha distrutto la sua strategia per la destabilizzazione e la partizione della Siria.

Naturalmente questa è solo una "ipotesi di lavoro" ma, a meno di non voler per forza inserire nel quadro illogici tripli e quadrupli giochi, pare, perlomeno a chi scrive, una spiegazione razionale e coerente dell'accaduto, che dovrebbe quantomeno venire tenuta in considerazione.

10 commenti:

  1. Obama Nobel per la Pace.....!!! PAZZESCO

    RispondiElimina
  2. Putin su RT france:i criminali dovranno sentire la pressione sul collo. La Russia non dimentica... i criminali, chiunque essi siano, pagheranno questa atroce esecuzione. Chiaro obama?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. esatto, i russi non dimenticano...

      Elimina
  3. Le aviocisterne che rifornivano gli aerei in mano ai golpisti decollarono dalla base di Incirlik, la stessa base da cui è decollato il pilota (pare anche lui implicato nel golpe) che ha abbattuto il su-24

    RispondiElimina
  4. i tizi che hanno accoppato l'assassino,dovrebbero essere anch'essi della medesima ciurma,Si conosce qualche cosa della loro sorte? Hanno già parlato?
    Il South Stream era stato bloccato dai russi in risposta alle sanzioni dell'europa verso la russia.
    Sbloccarlo farebbe un ngran piacere ai russi ( che venderebbero il loro prodotto,ai turchi che intascherebbero un pò di royalty,ed a noi europei che lo utilizzeremmo ( senza contare il fatto che una grossa fetta del lavoro sarebbe appannaggio dell'Italia!)

    RispondiElimina
  5. la cia in queste storie è come il fagiolo nel bacello, altrove non può stare, i turki però dovrebbero capire una cosa e cioèò che se continuano a reggere il moccolo all'anglo sionismo verranno ridotti peggio della Grecia, meglio per loro dato che sono ancora in tempo virare a tutta verso est.

    RispondiElimina
  6. panni sporchi..
    solo panni sporchi lavati in turchia e in russia quasi nello stesso momento,,,

    RispondiElimina
    Risposte



    1. Un haut diplomate russe trouvé mort par balle à Moscou
      RÉSEAU VOLTAIRE | 20 DÉCEMBRE 2016
      http://www.voltairenet.org/article194662.html

      Elimina

    2. Russian Envoy’s Killer Fought for Nusra Front in Aleppo: Turkish Newspaper
      18 hours ago December 24, 2016
      Source: Al-Manar Website
      http://english.almanar.com.lb/145495

      in più


      UN UFFICIALE DELLA NATO È STATO TROVATO MORTO
      Facebook VK blogger LiveJournal Twitter Google+ Email Print Condividi
      Giovedì, 22 Dicembre, 2016 - 12:00
      http://katehon.com/it/news/un-ufficiale-della-nato-e-stato-trovato-morto


      Elimina