domenica 6 gennaio 2013

ESCLUSIVO! In diretta dall'Opera di Damasco i punti salienti del discorso del Presidente Assad!

Riportiamo a strettssimo giro la sintesi del discorso del Presidente Assad dall'Opera di Damasco, un messaggio alla nazione che secondo alcuni osservatori potrebbe dare il "la" all'ultima fase di lotta contro l'insorgenza dei mercenari wahabiti infiltrati in Siria dal complotto imperialista e sionista.

"Per superare questo difficile momento dobbiamo rafforzare le nostre volonta' ".

"Il pensiero takfirista e' entrato in Siria per distruggere tutto quello che abbiamo".

"Difendere la patria e' dovere nazionale di tutti noi".

"I nemici cercano di provocare una rivoluzione in Siria".

"L'Occidente vuole toglierci la nostra dignita' e la nostra indipendenza".
(A questa frase e' seguito un lungo applauso dei presenti).

"Proponiamo la formazione di un governo di unita' nazionale basato sul voto popolare".

"Organizzeremo una Conferenza per il Dialogo con tutti i partiti dell'Opposizione che non si sono macchiati di sangue siriano".

"Ci sara' un Referendum sulla Costituzione".

"La guerra in Siria non e' una guerra per il potere, e' l'aggressione dei terroristi contro la gente".

"Alcuni paesi vogliono dividere la Siria in piu' parti e per questo forniscono di armi i terroristi".

"Ringrazio i governi di Cina e Iran per essersi opposti all'intervento armato contro la Siria"

 “Fratelli e sorelle, la situazione della patria è difficile lo sappiamo tutti. La nostra nazione si preserverà, le lacrime delle madri dei martiri spazzeranno via i nemici della Siria. La Siria risolverà la crisi e saremo sempre più forti. La Palestina è nei nostri cuori, così come il Golan. Noi apparteniamo alla Resistenza e nessuno ci farà uscire da questa idea; questa è un’idea che va al di là delle persone, è la nostra ideologia di riferimento e la lotta continuerà al fianco dell’oppresso popolo palestinese, nonostante molti vogliono la nostra uscita dalla ideologia resistente. Vogliono metterci contro i palestinesi e i palestinesi contro di noi. Ma noi siamo tutti aderenti all’ideologia della Resistenza. Questo è il nostro destino e i nostri nemici non si rallegreranno. Dio è il sostenitore della Verità. La Pace sia con voi”
Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille! Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

10 commenti:

  1. VIVA BASHAR AL ASSAD!, VIVA IL POPOLO SIRIANO!, VIVA LA SIRIA!, LA REPUBBLICA ISLAMICA!, LA CINA E LA RUSSIA!, E VIVA PALESTINA FELIX!!!! E TUTTI GLI ANTI-IMPERIALISTI E ANTI-sionisti. EVVIVA!!!
    -Christian-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Christian, il suo entusiasmo é per noi il miglior sprone a continuare e intensificare l'opera di blogging giornalistico che ci ha condotti fin qui a scrivere 3389 in meno di 28 mesi...lettori assidui come lei ci fanno capire quanta "fame" di informazione indipendente e sganciata da lobby e cartelli corporativi vari ci sia oggi in Italia!

      Elimina
    2. 3389 "articoli"...pardon!

      Elimina
    3. VIVA ASSAD!!! Grazie signor kahani x il suo lavoro e il suo impegno a diffondere la verità. -Samuele-

      Elimina
    4. Si, 'fame' di informazioni veritiere ne ho davvero tanta, sopratutto quando in tv mi tocca sentire certe 'castronerie' da spanciarsi dal ridere [anche se da ridere ce ben poco]. Il numero delle persone che comincia ad informarsi nel modo giusto comincia a crescere per fortuna, anche se siamo ancora in 'pochi', nel momento in cui saremo la maggioranza, non potranno più fare i loro 'giochetti' e farla sempre franca. I 3389 articoli pubblicati su un blog che viene seguito da 350.000 persone circa, la dice lunga sulla qualità di PalestinaFelix. Continuate così! -Christian-

      Elimina
  2. Io non so se questo Assad é colpevole tanto quanto i Ribelli e chi li sostiene. A me non interessa sottolineare chi ha ragione e chi no.

    Ma aveva ragione il Papa quando disse fin dall'inizio.. "Si dialoghi".. se ne doveva parlare ad oltranza fino a quando non si sarebbe arrivati ad una soluzione, riforma dopo riforma. Non esiste nessuna rivoluzione sanguinaria che porti una vera democrazia.

    E poi..avrebbe vinto Assad..pazienza, nessuno é eterno un giorno sarebbe morto anche lui. Se la totalitá della popolazione in Siria non lo avesse voluto non avrebbe avuto chance di rimanere al potere.

    Si deve scegliere sempre la via meno sanguinosa anche se piú lunga. La guerra non porta mai cose buone, ma l'imposizione di un punto di vista rispetto ad un'altro.

    Cmq sia ho l'impressione che stiano cadendo molti concetti che hanno tenuto schiave le popolazioni del cosidetto "Occidente", la falsa propaganda di questi paesi, oramai non interessa piú o non viene creduta. La gente vuole la pace e basta, basta petrolio, avanti con le tecnologie alla portata di tutti, lavoro per tutti, ecologia, una giusta economia, equitá, Questo vuole la gente di tutto il mondo oramai.

    Io ho questa sensazione dentro, spero di non essere l'unico ad averla, ma so che sta cambiando qualcosa.

    Spero che Assad riesca a resistere ai terroristi mercenari e che poi faccia come ha detto. Potere decisionale al popolo. Si doveva fare giá da 2 anni a questa parte, Ma qualcuno ha deciso di puntare tutto su una guerra.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Sicano Cento, sono d'accordo con quello che dice, ma sul fatto che la propaganda dei media, controllati dalle strutture di potere e che sono gestite anche indirettamente da organizzazioni 'mondialiste', non ne sarei tanto convinto: La Tv, i giornali, le radio, ed in parte anche Internet, sono controllati da istituzioni mondialiste, o da sionisti [peggio ancora], e vengono seguiti ogni giorno da centinaia di milioni di persone, e la percentuale di persone che prendono per 'oro colato' tutto ciò che viene loro propinato, è ancora molto alta. I media, hanno un potere 'ipnotico' sulle persone che non conoscono altri mezzi per informarsi adeguatamente. E bisogna anche dire, che almeno qua in italia, si parla e si parla tanto, ma alla fine alla stragrande magioranza della gente importa solo del cellulare, della partita di calcio, ed altre cose frivole del genere, messe in commercio solo per guadagnare sempre piu soldi, e SOPRATUTTO per distrarre la gente dai veri problemi, dalle cose che contano sul serio. -Christian-

      Elimina
  3. Standing ovation a questo blog ed al Presidente Assad! condivido per fili e per segno quanto scritto da sicano cento. Non siamo pochi a pensarla in questo modo.

    RispondiElimina
  4. grazie per l' ottimo lavoro da lei svolto . la leggo sempre con molta attenzione e partecipazione . spero che al più presto i terroristi siano sconfitti e la pace possa tornare in Siria Fabio.

    RispondiElimina
  5. Il Presidente Assad è a capo di una nazione "Partisanka" ed ha alcuni "piccoli" e "trascurabili" alleati del regno animale, l'Onorevole Dragone, l'Orso, il Pavone, il Leone della Mesopotamia nonchè la simpatia di tutti coloro che riescono a non subire la disinformazione occidental anglo sasson sionista assassina pedofila, l'aquila è decisamente spennata e si libera delle sue feci sulla povera europa sottomessa, disarticolata e coprofaga.
    Ivan

    RispondiElimina