lunedì 8 settembre 2014

Il Libia le forze del Generale Haftar affermano di avere ucciso 200 miliziani intorno a Bengasi

Dopo la conquista di Tripoli da parte delle milizie islamiste e la fuga del Governo 'regolare' a Tobruk che sembrava aver segnato la definitiva morte della Libia come Stato anche solo parzialmente funzionante, torna a far parlare di sè il Generale Khalifa Haftar che, per mezzo di un comunicato esteso dal suo portavoce Colonnello Hegazi, afferma che le truppe al suo comando abbiano riportato un importante successo alle porte di Bengasi.

Secondo quanto riportato da Hegazi circa duecento miliziani islamisti sarebbero stati eliminati nell'operazione e, inoltre, quanto rimasto delle Forze Speciali dell'Esercito Libico avrebbe giurato fedeltà all'Ex-Capo di SM e coloro che già sostenevano la sua causa.

Per finire, forse cercando di suscitare simpatia o sostegno internazionale, Haftar avrebbe denunciato la presenza nelle file delle milizie di operativi dell'ISIS tornati nel paese nordafricano dalla Siria e dall'Irak.Vedremo se la situazione evolverà verso una qualunque soluzione o se la Libia continuerà ad andare alla deriva nel caos e nella violenza.

1 commento:

  1. Nel frattempo il governo libico accusa il sudan antimperialista e anti americano (LOOOOL) di armare milizie di terroristi, esattamente come al tempo della guerra contro gheddafi.
    http://www.sudantribune.com/spip.php?article52305

    RispondiElimina