giovedì 18 febbraio 2016

Le forze siriane riprendono il controllo di Al-Sinn! Nuovi attacchi contro la Centrale Termoelettrica!

Per un breve attimo all'inizio della settimana le truppe siriane erano riuscite a entrare nel perimetro della Centrale Termoelettrica di Aleppo che si trova a Est della metropoli, nel centro della 'sacca' in cui la Forza Tigre e altre unità secondarie stanno cercando di rinchiudere la presenza dell'ISIS tra Sheikh Najjar ed Aleppo.

Purtroppo l'arrivo di rinforzi presi da altre parti dell'area e frettolosamente fatti affluire dai comandanti del Daash verso la zona dell'importante infrastruttura ha consigliato ai comandanti siriani un ripiegamento.


Ora siamo stati raggiunti dall'aggiornamento che l'abitato di Al-Sinn, in precedenza conquistato e poi perso a causa di una controffensiva dell'ISIS, é tornato sotto il controllo governativo.

Adesso sarà quasi impossibile (o perlomeno molto più difficile) per i tagliagole del 'califfato' fare affluire nuovi disperati nella sacca per respingere le avanzate siriane.

Speriamo che nel frattempo gli attacchi contro la centrale elettrica, vibrati da due assi differenti, riescano ad avere la meglio sulla resistenza dei terroristi.

9 commenti:

  1. E ci auguriamo che subisca (la centrale) meno danni possibili.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. illuso....dopo la guerra la Siria sarà tutta da ricostruire!
      e sarà dura!
      In Italia ci abbiamo impiegato 10 anni!

      Elimina
    2. La siria tornerà nel suo antico splendore,e non vedo l'ora di poter partire come volontario a ricostruire!

      Elimina
  2. almeno loro avranno un paese libero non una colonia. Puoi dire lo stesso dei "paesi occidentali"?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto Anonimo, Badoglio ha firmato la capitolazione, la fine dell'Italia, Siamo e saremo solo una colonia dell'Impero, per lo piu' tenuti appesi dalle p....

      Elimina
    2. purtroppo hai ragione.

      Elimina
  3. Stupendi i T-90 !

    RispondiElimina
  4. Aveva ragione Kohmeini, il Grande Satana è sempre in agguato cercando il modo per infilarsi la dove non gli compete. La plutocrazia massonico-atlantista è, purtroppo,solo ferita. Alla Russia suggerisco di fare orecchie da mercante. Con una mano fanno finta di sostenere l'azione contro l'ISIS e gli altri gruppi terroristici da loro stessi creati e con l'altra tramano di nascosto, facendo andare avanti i suoi pedoni (gli anatolici occupano in questo frangente il ruolo di utili id...ti, il regista occulto o anche l'azionista di maggioranza di questa simpatica avventura siriana sono altri). Putin, predisponi le difese, hai due nemici, il primo è ben visibile ed identificabile, e risiete dall'altra parte dell'oceano, il secondo, forse è ancora più subdolo ed insidioso, è la quinta colonna di tuoi stessi concittadini che sono manovrati come burattini dai uomini in grembiulino. L'URSS è caduta non perché è stata sconfitta militarmente, ma perché i vertici di quel paese erano stati infiltrati dagli esportatori di democrazia detentori dell'interpretazione autentica del diritto internazionale. La scena del contenitore contenente antrace agitato da un alto papavero dell'establishment nordamericano nel 2001 rimarrà negli annali... peccato che quel giochino causò la morte a svariati milioni di civili innocenti..

    RispondiElimina
  5. Intanto l'Esercito Siriano ha fatto arrivare molti armi per i Curdi.
    Successivamente però il convoglio dello YPG che si dirigeva verso il fronte di Azaz è stato attaccato e distrutto per la maggior parte dall'artiglieria dei bastardi Turchi.

    RispondiElimina