lunedì 14 novembre 2016

Duemilaquattrocento nuove reclute dell'Esercito Arabo Siriano giurano fedeltà alla bandiera, alla Patria e al Presidente Assad!

Oggi a Damasco si é tenuta una importante e commovente cerimonia; duemila e quattrocento reclute dell'Esercito Arabo Siriano, riunite in quadrati di centoventi soldati ciascuno, hanno sfilato davanti alle bandiere della Repubblica Araba e del Partito Socialista del Rinascimento (Baath), prestando giuramento solenne alla patria e al Presidente Assad di fronte agli occhi del Capo di Stato Maggiore dell'Esercito Generale Ali Abdullah Ayyoub.

Duemila e quattrocento giovani, duemila e quattrocento cuori si sono consacrati alla causa della Patria e del Popolo in un tripudio di braccia tese e Kalashnikov bruniti e scintillanti. Uno spettacolo che, a occhi occidentali offesi dal panorama di marcescente degenerazione che abbiamo davanti ogni giorno, risulta ancora più vivido, significativo, bello ed emozionante.

Dedichiamo con un sorriso irridente questo articolo e i suoi due filmati a tutti quei barbouzes (anche variamente colorati!) che negli spazi commenti che noi generosamente teniamo aperti non temendo i loro ragli e i loro bramiti, continuano a parlar male dell'Esercito Siriano, Esercito di Popolo e di Partito, che rappresenta un ideale di fedeltà e coraggio che loro, piccoli sciocchi mestatori a gettone, non possono nemmeno immaginare o comprendere.

26 commenti:

  1. Consiglio caldamente la visione di questo video
    https://m.youtube.com/watch?v=SjMo-SWQOaE
    Lex

    RispondiElimina
  2. La nuova Siria sarà solida e forte, la guerra è servita anche ad eliminare le menti malate che vi si annidavano in tempi di pace, impedendo il suo sviluppo, altro che dittatura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cavolo, se serve una guerra civile da 400.000 morti per eliminare queste "menti malate" di cui parli forse era meglio tenersele :P

      Elimina
    2. La guerra è stata subita e provocata dall'esterno, e non iniziata per eliminare questi, siete sempre qui a fari i furbi

      Elimina
    3. Frank zappa ma ci sei o ci fai???

      Elimina
    4. Frank zappa, quella in Siria è una guerra per procura, non è gente originaria della Siria! Sono wahabiti/takfiri/salafiti addestrati da USA, UK, Francia, addestrati in Turchia e Giordania, con i soldi dei porci sauditi e del Qatar, e di altri Paesi, e infiltrati in Siria, con la copertura dei soliti media mainstream che hanno da subito ribaltato la realtà. Te ne rendi conto???? Ti rendi conto che questi terroristi incrudeliscono in modi brutali su cristiani, sciiti, alawiti, aleviti, e anche sunniti colpevoli di non voler a casa loro un entità terrorista che sprofonderebbe la Siria, un Paese laico e socialista faro di convivenza pacifica nella regione, in un buco nero di settarismo, sangue, stupti, decapitazioni, omicidi????? Ci arrivi???? Quindi fammi capire, Assad avrebbe, secondo la tua illuminata visione, dovuto dire ai terroristi: prego venite pure, imponete col sangue la sharia islamica, riportate pure indietro il Paese di 3000 anni. Ma sei normale??? I morti e i danni, sono la CONSEGUENZA di un infame piano per detronizzare Assad, nonostante sia il Presidente legittimo, e indebolire l'Asse di Resisrenza e avvantaggiare il regime sionista; un piano infame e criminale messo in atto dalle "democrazie" occidentali, dai regimi wahabiti e simili più retrivi e sanguinari del mondo, contro un Paese modello, "colpevole" solo di voler continuare ad essere indipendente e scegliere la propria strada. E sul fatto che questi terroristi siano menti malate, come sostenuto da Farouq, non c'è dubbio alcuno.

      Elimina
    5. Christian, nessun dubbio che la tua mente sia bacata dal cinipide orientale. I tuoi commenti mostrano sintomi dell'aviaria. Solo uno struzzo puo scrivere simili scemenze.

      Elimina
  3. Farouq condivido. Ci vorrebbe anche in Italia una rivoluzione pe r eliminare menti bacate come la tua!! BB

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma cosa ti vuoi aspettare dal genio che parla sempre con lo stesso tono dicendo le stesse stupidate sia che si firmi, sia che non si firmi? Il cretino che si vantava di postare 150 volte al giorno?

      Elimina
    2. Tento sempre di non rispondere, ma è dura con questi

      Elimina
    3. Tento sempre di non rispondere, ma è dura con questi

      Elimina
    4. Tento sempre di non rispondere, ma è dura con questi

      Elimina
    5. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    6. Kahani sei un bugiardo in malafede. Cancelli chi corregge le tue manipolazioni.

      Elimina
  4. i "quadrati" dei reparti sono serratissimi. Stile sovietico-russo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quadrati sovietici e braccia tese...è Socialismo Nazionale baby e tu non ci puoi fare niente!

      Non tu, tu, paolo!

      Elimina
    2. Ma no, Prof, Le voglio bene. La mia era una constatazione: le parate sovietiche per l'anniversario della Rivoluzione d'Ottobre erano così. Infatti (ero giovanissimo, allora), ricordo che si parlava di "socialismo prussiano".
      A domani, Prof.

      Elimina
    3. desideravo aggiungere, però, la precisazione seguente. Il "quadrato" è una delle più tipiche "figure" da parata della storia. Celebri sono quelli napoleonici, quelli prussiani (che non hanno nulla a che fare col nazismo. Molti alti gradi militari tedeschi di tradizione prussiana, tra l'altro, sono stati fieri avversari di Hitler e giustiziati durante il nazismo) ed anche quelli russi e, poi, sovietici. La tradizione militare russa, infatti, ha una sua storia specifica che risale al militarismo del periodo della dominazione panmongolica della Moscovia. Questo, per dire, appunto, ma è cosa che sappiamo tutti, che la tradizione militare non è sinonimo di "nazismo".

      Elimina
  5. In bocca al lupo e che tanti di loro possano salvare la pelle e ritornare a casa dalle loro famiglie a guerra finita.

    RispondiElimina
  6. Questa è una delle risposte simbolicamente, oltre che praticamente, più limpide alla montagna di bugie che la propaganda occidentale da più di dieci anni sparge nel mondo, riguardo la volontà del Popolo Syriano di farsi importare la "democrazia jihadista" da paesi noti nel mondo come "molto democratici" quali sauditi, turki e chi ne usa la feccia terrorista per interessi disgregativi, il Popolo Syriano è rimasto unito e grazie ai suoi amici ed alleati vuol mandare a tutti questi interessi criminali un messaggio chiaro: la sharia fatevela a casa vostra!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Condivido.

      Elimina
    2. E i 100000 ( centomila) disertori della grande armata siriana? Manipolatori! Beccamorti!

      Elimina
    3. Il nostro amico dell 17:50 si esercita nell'antica disciplina prestigiatoria di "tirare numeri fuori dal culo".

      Elimina