martedì 3 luglio 2018

PALAESTINA FELIX ha il piacere di presentare la prima immagine della torretta remota "ROBOGUARD" che verrà installata sul confine siro-irakeno!

Roboguard M17 è uno degli elementi FONDAMENTALI della barriera di confine che garantirà la sicurezza e l'inviolabilità del confine siro-irakeno, ovviando con ingegno alla sua lunghezza e alla desolazione del territorio che esso attraversa.

Roboguard é una postazione fissa di difesa completamente automatizzata, dotata di sensori visivi, termografici e ad intensificazione (per la visione notturna), completamente controllabile a distanza e dotata di una mitragliera da 12,7mm.
E' un prodotto del Direttorato Tecnico per la Produzione Militare, branca del Ministero della Difesa a cui collaborano diverse ditte del settore privato irakeno nonché consiglieri e tecnici provenienti dal bacino delle forze di Mobilitazione Popolare.

Roboguard, montata su una colonna di cemento, assicura al suo operatore una visuale ottimale fino a 3000 metri in linea d'aria e il suo armamento é efficace contro bersagli umani fino ad oltre 2 Km e fino a 1500 metri contro veicoli leggeri.

4 commenti:

  1. Dottor Kahani...
    Per quale motivazione non hai dato alcuna notizia riguardante le idiote e contestatissime proposte del parlamento Europeo di istituire una censura preventiva sulla rete(Articolo 13) che porterà alla chiusura di milioni di blog di controinformazione tra cui proprio codesto?
    Non si preoccupa minimamente di ciò?

    RispondiElimina
  2. L'unico difetto è da attribuire a quel rottame chiamata mitragliera CAL. 50 12,7
    Un vero rottame meccanico, l'arma più inceppata del pianeta.
    A distanza l'operatore deve passare più tempo a disincepparla, se ciò è stato previsto che a sparare.
    Meglio armi russe o copie cinesi.

    RispondiElimina
  3. Trump la vuole mettere al confine col Messico

    RispondiElimina
  4. L'ammazza-takfiri

    RispondiElimina