venerdì 8 giugno 2018

Piccola riflessione di politica interna italiana (poi giuro che smetto!)

Piccolissime considerazioni sulla politica interna italiana e sui suoi collegamenti con quella internazionale.

L'unica ragione per cui in Italia si é formato il Governo "pentaleghista" sta nel dissidio Usa-Germania e nella voglia di Trump di 'spaccare' l'UE per impedire o comunque complicare l'inevitabile attrazione di Berlino verso Mosca e Beijing.

Trump non é 'amico' o 'alleato' di Putin ma sa che Mosca e Beijing alleate sono inarrestabili (cosa che i 'colti' e 'intelligenti' liberal-progressisti non capiscono) e cerca di attrarre la Russia lontano dalla Cina.

I liberal-progressisti sono nemici mortali dell'Eurasia, non meno dei liberal-conservatori, bisogna combattere entrambi, niente venga dall'anglosfera sionista può essere buono per l'Eurasia.

Dugin, Korybko e simili sono grimaldelli dei liberalconservatori Usa, bisogna fuggirli e isolarli.
I liberal-progressisti, incartati sulla loro narrativa multikulti, genderista e gay friendly li conosciamo già, infatti guardacaso al G7 Conte, filo-trumpista é favorevole al rientro della Russia (per scollarla dalla Cina), l'amico di trans e travestiti Justin Trudeau, invece si oppone.



E quest'ultima foto spiega tutto quel che c'é da spiegare.

Quindi non perdere la testa per il Governo Penta-Lega, non é certo la via per il futuro.
Contestarne l'atlantismo e il filosionismo, contestarne i provvedimenti profondamente sbagliati (flat tax et al).

Se da queste posizioni possa nascere una via sovrana italiana verso l'Eurasia, mah...vedremo, a volte figure che si presentano come manipolabili sfuggono di mano agli aspiranti manipolatori.

9 commenti:

  1. I destini nel Mediterraneo sono legati. A mio parere abbiamo un governo ottimo....ma i dubbi sono tanti.

    RispondiElimina
  2. Qualcuno dice che, in una rissa di uno contro molti, prima si affronta il nemico più vicino (Ue=Germania), poi quello più lontano

    RispondiElimina
  3. Se permette un'osservazione, da come la vedo io a Trump il Ciuffarancio preme di più dividere la UE per biechi motivi economici - vedi dazi - che non tirare la Russia di nuovo nel G7 - e difatti i russi che scemi non sono lo hanno capito benissimo, e se a Conte hanno fatto aperture, a lui han chiuso le serrande sul grugno...

    RispondiElimina
  4. Il destino dell'Italia non è nell'Anglosfera, né in una fantascientifica "Eurasia", bensì nel Mediterraneo. Sappiamo benissimo che questo governo si è formato grazie all'imprimatur angloide, ma in questo momento la Germania è il principale problema dell'Italia ed il suo più feroce nemico ( ora come allora, come sempre fu e sempre sarà),quindi ben venga.
    La costituzione dell'Eurasia prevede una profonda integrazione tra le economie russa e tedesca. Tale scenario sarebbe tanto deleterio per Roma, quanto l'attuale gabbia teutonica eurocratica. Vi è la profonda necessità di stringere un'alleanza con la Russia a detrimento della Germania. L'Eurasia, senza una adeguata soluzione al problema teutonico, altro non sarebbe che un'ennesima "alleanza" a vantaggio della Germania. Sostituiremmo una liberal-dittatura teutonica tinta di rosa, con una dittatura teutonica di stampo più conservatore. Ma ci troveremmo sempre all'interno di una asfissiante gabbia d'acciao ( forgiata alla ThyssenKrupp!).
    La distruzione della Germania è la massima priorità, lo è sempre stata... Almeno dal 9 d.c.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quella che tu chiami 'fantascienza' é già realtà...

      Elimina
  5. Il nostro governo deve pensare innanzitutto agli interessi dell'Italia. Non a quelli degli Stati Uniti o della Russia + Cina.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gli interessi d'Italia si perseguono PROPRIO volgendosi verso Cina e Russia...

      Elimina
    2. Si Kahani, a tutti noi sta sulle palle Anglo-Sion, ma allo stesso tempo odiamo la Germania. Il problema è che questa "Heartland" che il Leviatano combatte, perlomeno secondo gli stessi teoretici anglo-sionisti, altro non sarebbe che un centro di potere russo-teutonico. E' proprio la parte teutonica che ci preoccupa. L'impressione è che con questa nuova unione l'attuale spazio europeo sarebbe comunque dominato da un'entità germanica.
      Quindi Kahani, perché una volta liberati dal cerbero teutonico agli ordine del Leviatano dovremmo rinchiuderci nuovamente in una ferrea gabbia ben presidiata dagli stessi segugi crautofagi?
      Che ruolo avrebbe la Germania nella nuova Eurasia? E del Mare Nostrum che ne sarà? Sono questi gli interrogativi che necessitano un'esauriente risposta.
      Tutto qui.

      Elimina
    3. Io non 'odio' la Germania, la Germania é una grande nazione che ci ha dato Musica e Filosofia eccelse...la Germania ora è prenda di gretti mercanti (che non capiscono che non si può mantenere una supremazia economica fatta a colpi di export senza farsi odiare), una Germania liberata da questi e inserita nell'ordine Eurasiatico, a parte essere giustamente temperata dalla vicinanza della Russia e dal rapporto organico con un colosso come la Cina vedrà anche rinascere le parti più spirituali della sua Kultur...

      Elimina