martedì 21 giugno 2016

Attacco aereo siriano distrugge arsenale dell'ISIS presso la collina di Tal Kroum, a Deir Ezzour!


Nuove cattive notizie per gli amici dei takfiri, a Deir Ezzour un nuovo preciso bombardamento dell'Aviazione Siriana ha centrato e completamente distrutto l'arsenale dell'ISIS collocato nei pressi della collina di Tal Kroum.

L'esplosione a catena, il tremito e la colonna di fumo e detriti generata dalla deflagrazione sono state tutte chiaramente avvertite e notate dalle vicine truppe della 137esima Brigata dell'Esercito Siriano.

Inoltre attacchi aerei secondari della SyAAF hanno colpito obiettivi dell'ISIS sulla riva orientale del fiume Eufrate, causando ulteriori perdite ai terroristi che circondano il capoluogo dell'estremo Est siriano.

25 commenti:

  1. Ma quanti diavolo sono? Maledetti!! La quantità di armi e uomini che hanno a disposizione mi lascia davvero senza parole, perché non si riesce a fermare tutto questo?. Av

    RispondiElimina
    Risposte
    1. da notare che era stato appena bombardato un altro deposito di munizioni in zona Panorama ed un comando truppe nella medesima zona!
      Fortuna che hanno inviato un pò di truppe di rinforzo e penso anche munizioni,armi e vettovagliamento!
      Fortuna anche che esista un campo di aviazione adatto a questi invii ed al lancio di vettovagliamento paracadutato!

      Elimina
    2. Domandalo agli americani, quante armi hanno.

      Elimina
    3. Ti rimando ad un mio commento ad un veccchio post: purtroppo attingono da moschee/masdrase takfire in mezzo mondo dove persone - fin da bambine - negli ultimi 35 anni sono stati lavati di cervello completamente con l'ideologia wahabita.
      Cioè da quando c'è stato il 'gemellaggio' fra yankee&regimi wahabiti in funzione anti-URSS iniziata in Afghanistan anni '80 e poi usata per sovvertire vari paesi.

      Purtroppo la lotta è lunga...

      Tommaso Baldi

      Elimina
    4. Giusto oggi ho letto un'articolo molto interessante ,che parla propio della propaganda sostenuta da Cia & Co. https://aurorasito.wordpress.com/2016/06/20/la-propaganda-usa-attrae-estremisti/ Av.

      Elimina
    5. ma Aurorasito è totalmente pro russi,a me sembra troppo di parte,il mondo non è così facilmente divisibile!
      Ci sono troppi doppio giochisti...
      Ci sono troppe situazioni poco chiare!si dice che i caccia israeliani bombardano nella zona sud della Siria,ma perchè i russi non spediscono laggiù qualcuno dei famosi S300 a difesa dei siriani...Gli israeliani dopo aver perso qualche aereo girerebbero alla larga!

      Elimina
    6. L'articolo è stato tradotto da Alessandro Lattanzio ma la fonte originale è Strategic Culture Foundation Av.

      Elimina
  2. bravo Tommaso Baldi. La lotta è lunga, le difficoltà non mancano, ma la FEDE d'acciaio porterà alla vittoria. E non solo nella nobile Siria.

    RispondiElimina
  3. News da raqqah. L'esercito siriano e' stato cacciato dalla provincia di raqqah. Ora tutti verso palmyra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. tutti ? tutti i cerebrolesi.

      Elimina
  4. Certamente lui è cerebroleso ma l'ISIS sta avanzando verso ovest e i comandi siriani mi sembrano paralizzati.

    RispondiElimina
  5. Tutta quella gente non puo che venire da Raqqa o dall'Iraq
    Evidentemente i takfiri stanno preparando qualcosa di grosso altrimenti non avrebbero mandato hezbollah li

    RispondiElimina
  6. Comunicato ufficiale dell esercito siriano. Visti le enormi perdite fo uomini e mezzi, si dichiara conclusa l'operazione raqqah. Non si conosce la sorte di 200 prigionieri

    RispondiElimina
  7. Mi rivolgo al dottor Kahani per chiedergli di intervenire con un post e spiegare cosa sta effettivamente avvenendo sui due fronti di Palmira e Raqqa. Sembrava che il SAA stesse per arrivare a liberare Deir Ezzour e prendere Raqqa. Invece come sostiene South front e in parte Al Masdar news l'ISIS ha contrattaccato e respinto vittoriosamente il SAA. Triste notizia che lascia l'amaro in bocca a molti lettori de blog che speravano di vedere conclusa l'operazione militare del SAA. Ora se Ella fosse così cortese dall'illustrare gli ultimi sviluppi. La verità storica non è mai del tutto negativa specie quando chiarisce che accanto le vittorie ci sono le sconfitte. Vorrei ricordare ad Ellla e ai lettori che dopo la battagli di Stalingrado i russi prepararono un nuovo contrattacco denominato Marte e piccolo Marte fu un disastro militare scoperto solo dopo la fine dell Unione sovietica. Ci faccia capire a che livello è il disastro secondo il detto platonico più di tutti sono amico della verità ed Ella moltiplicherà i suoi lettori. Distinti saluti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Probabilmente il Daesh dispone non tanto di riserve così grandi come si potrebbe pensare ma più che altro deve risultare difficile il fatto che abbiano delle posizioni fortemente difensive difficili da attaccare con i pochi uomini usati dall'esercito siriano. Inoltre risulta a tutti come due direttrici di attaacco (una sull'asse di Palmira e l'altra di Hitirya sia) non siano sostenibili per la logistica. La costante minaccia proveniente da Sud-Ovest Aleppo impedisce lo storno di un maggior numero di uomini che sostengano l'avanzata. E' un problema che va risolto. Difficile succeda (sic stantibus rebus) senza uno sfondamento da Latakia, la cattura di Kabani e la minaccia su Idlib che costringerebbe Al Nusra e FSA a una chiamata precipitosa alla difesa delle loro ridotte nella provincia di Idlib.
      Notizie positive intanto dall'Est Ghouta, ma difficile pensare che, salvo miracoli, la liberazione di quella sacca, avvenga prima della fine della guerra.
      E' un sottile gioco di dare e avere, bisogna dare ogni un mignolo per avere domani un anulare e poi un indice, in un continuo scambio dove alla fine il risultato è modestissimo.
      Se Damasco venisse liberata totalmente si libererebbero così tante risorse da avere un impatto devastante sulla guerra ma di questo passo bisognerà continuare i tiri alla fune per guadagnare una 50ina di uomini in più da spostare un domani su fronti più strategici.

      Elimina
    2. Anonimo 23.54, solo una osservazione, le due direttrici dovrebbero essere obbligatorie se l'obbiettivo e' prendere Raqqa, c'e' anche l'asse da nord per scendere dalla base Kveyris oltre a quello da Palmira che puo' essere attivato. Non ha senso l'avanzata su Raqqa fatta in questa maniera. Concordo con quanto dici ma l'avanzata su Raqqa e' un mistero tutto da chiarire.

      Elimina
  8. c'è ancora una marea di idioti in giro che prende per vere le dichiarazioni di daesh, il mondo è proprio messo male.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedi c'è una cosa che la propaganda non può azzerare ed è il principio di realtà. Tu puoi dire sto vincendo e il tuo avversario lo stesso. La realtà risolve la cosa così: se l'obiettivo è Raqqa la città o ce l'hai o non se l'hai. Il SAA non ha Raqqa e la propaganda questo non può cambiarlo. Può dire la sto prendendo o la sto tenendo ma dopo un lasso di tempo Raqqa sta solo da una parte ecco che propaganda a parte la realtà si prende le sue rivincite, sia che sia di una parte che dell'altra. Ora siamo qui Raqqa è ancora in mano all'ISIS e l'attacco è fallito. Sarebbe informazione seria spiegare da parte del dottor Kahani perché l'attacco è fallito e che prospettive ci sono per il futuro. Se Kahani facesse questo farebbe un salto di qualità che moltiplicherebbe i suoi lettori.

      Elimina
    2. Signor Orazio
      Lei fa tutto onore al Suo nome. Le sue parole sono balsamo in questa pozzanghera puzzolente di bugie o verita' nascoste.
      I suoi contemporanei romani o greci si battevano con la dialettica verbale.
      Con poche encomiabili eccezzioni, questo blog si tuffa nella dialettica......anale.

      Elimina
    3. Divertente.... dicevate le stesse cose per Palmira. L'ora scocchera' anche per loo, non abbiate fretta.

      Elimina
    4. Mi scusi tanto sgascia,ma sé considera questo sito di informazioni una cloaca...............ma è semplice,non lò apra e vada a leggere un altro sito,punto!
      W L'ASSE W L'INTESA

      Elimina
    5. Eh no, caro Stilicone... vede, se non "commentano" più, vengono meno al loro lavoro di disinformatori (per il quale ricevono soldi e un certo grado variabile di protezione da eventuali azioni penali. Si guardi, solo a titolo di esempio, il caso dei fratelli Marcianò). Dinventa ovvio, cioè LOGICA DEDUZIONE, che se, nonostante tutto continuano a venire su questo blog e a postare letam...no volevo dire "commenti", beh... è OVVIO che lo fanno perchè quello è il loro lavoro infame. Una persona normale, non va su siti o blog che non condivide a postare commenti "sottilmente" infiammanti, discordia, e disinformazione. Tanto accanimento con disinformazione e calunnie, (che qui, lo SOTTOLINEO, faremo in tutti modi di bloccare) sottintende OVVIAMENTE un motivo che ne anima le azioni di chi si presta a questa pratica infame.

      Elimina
  9. Quante merdacce in giro eh? Forse non avete capito, o fate finta di non capire, che questo è un sito MILITANTE. Non si riportano le propagande del nemico. Se qualcuno vuole segarsi con quelle, che vada da un'altra parte E SI LEVI UNA BUONA VOLTA DALLE PALLE. Fate troppo schifo e puzzate insopportabilmente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già, e il fetore si sente da lontano, li si sgama facilmente, o subito o comunque dopo poco tempo. Questo dovrebbe dirla mooooolto lunga sul livello medio di intelligenza di questi individui.

      Elimina