sabato 17 giugno 2017

A Doha il pacchiano e kitsch "monumento" al Consiglio di Cooperazione filosaudita cade sotto le ruspe dell'Emiro!

Una testimonianza della LEGGENDARIA bruttezza di Doha...tutti i petrodollari non possono dare buon gusto ed eleganza
Purtroppo negli ultimi anni in Medio Oriente si sono verificate spoliazioni e furti di monumenti archeologici e tesori artistici.

Lo sappiamo.

Una parte delle testimonianze e dei tesori trafugati sono stati individuati e restituiti.

Esistono però in ALTRE zone del Medio Oriente "monumenti" che non lasceranno nessun vuoto e nessun rimpianto negli annali della Civiltà e dell'Arte, anche se vengono distrutti con ruspe e bulldozer.

Ne abbiamo qui sopra, nel video in apertura, un esempio preclaro.

A Doha, Qatar, macchine operatrici hanno demolito il 'monumento' al Consiglio di Cooperazione del Golfo Persico, organo internazionale che riuniva Qatar, Arabia Saudita e altre petro-monarchie come Kuwait, UAE, Bahrein.

A più riprese abbiamo denunciato come Riyadh cercasse di utilizzare in senso anti-iraniano e anti-Resistenza quest'organizzazione, fino a proporre addirittura di "annettersi" gli altri stati-membri.

Ovviamente con la "scissione" dell'intesa Saoud-Qatar, il brutto e pacchiano monumento ne ha pagato le conseguenze.

Come dicevamo prima "E niente di Valore andò Perduto".


2 commenti:

  1. Cos'e',una caffettiera?

    RispondiElimina
  2. Non riesco a decifrarla ,se riesce a capì che roba e?

    RispondiElimina