lunedì 19 giugno 2017

Liberato con una ardita operazione speciale Ali Fahd il pilota del Su-22 piratescamente abbattuto dagli Americani!

Con una operazione eliportata forze speciali siriane sono riuscite a individuare e recuperare il pilota Ali Fahd, che si trovava ai comandi del Sukhoi-22 piratescamente abbattuto dagli Americani ieri sera in Provincia di Raqqa.

Sembra che Fahd abbia una gamba fratturata ma, a parte quello, non avrebbe subito altre ferite.

Le voci che lo volevano catturato dai lacché curdi degli yankee sono quindi smentite.

Siamo molto grati ai militari che lo hanno recuperato, visto che Fahd é cugino di uno dei nostri contatti siriani.

Il che non vuol dire "cugino germano", in Siria si dice 'cugino' anche di parenti di terzo grado.

Ma comunque siamo estremamente lieti che sia stato recuperato e presto possa tornare all'abbraccio e all'affetto dei suoi cari.

7 commenti:

  1. Ottima notizia, vuol anche significare la capacità di ricerca e soccorso delle forze siriane. Penso ottimamente formate da istruttori russi. Pra si prospettano tempi duri per i vili americani..

    RispondiElimina
  2. GRAZIE della info,direttore
    W L' ASSE W L'INTESA

    RispondiElimina
  3. ottimo e abbondante

    RispondiElimina
  4. Prima di tutto garantire il ritorno a casa ai soldati.
    E' la differenza tra un esercito ed una banda.
    Onore all'esercito siriano.
    Federico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per Federico; ottima considerazione, e come già detto "Onore all'esercito siriano".-

      Marcus Claudius Marcellus

      Elimina
  5. Sono certo che i siriani ed i loro alleati sapranno rispondere a queste provocazioni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La migliore risposta in questi casi e l'indifferenza ,come un topo che cerca di provocare un Leone

      Elimina