sabato 24 settembre 2016

Esercito siriano all'offensiva ad Aleppo, nel distretto di Handarat e nell'area di Sheikh Saeed!

Fonti siriane sul campo ci informano che gli scontri ad Aleppo città sono arrivati a un punto di intensità raramente toccato negli ultimi mesi e, soprattutto, le forze siriane sono all'offensiva in due diverse aree della metropoli: nella zona di Handarat, dove l'area delle officine e il settore di Shaher sono stati strappati ai terroristi, e anche nella zona di Sheikh Saeed.

In particolare in questo quartiere, che é rimasto sotto il controllo tanfiro fin dal 2012, una falange di mezzi corazzati e blindati governativi si sta facendo avanti, avanzando dietro a una fitta serie di bombardamenti a opera di jet sia russi che siriani.

Sul fronte di Handarat, d'altra parte, uno sfondamento decisivo avrebbe l'effetto di aprire alle forze governative corridoi per avanzare verso le aree di Bustan al-Basha, Hnano e verso l'Ospedale Al-Kindi, che i terroristi, senza considerare minimamente le esigenze della popolazione civile, hanno trasformato in una fortificazione.

22 commenti:

  1. Da leggere sa defensa
    La siria abbatterà tutti gli aerei non autorizzati che sorvolano il suo territorio

    RispondiElimina
  2. Segnalo un servizio della "giornalista" Gabriella Simoni del TG5 su Aleppo... Avrebbe fatto impallidire pure quelli del FQ e Repubblica. E mano male che Mediaset era "filorussa" ...

    RispondiElimina
  3. Il TG5 è il peggiore di tutti. D'altronde cosa spettarsi da Mimun.

    RispondiElimina
  4. Oggi grandi lamentazioni su tutti i tg nazionali per la sorte di Aleppo, ove i cattivi di Assad coadiuvati dai cattivissimi russi stanno facendo "decine di morti fra la popolazione civile di cui molti bambini"; segnalo inoltre la perla del tg2 che annuncuava che DUE milioni di aleppini sono senza acqua né elettricità a causa degli attacchi governativi...
    Fabio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. perché prima dell'attacco avevano anche "la doccia con la cromoterapia"?

      teste di caxxo di giornalisti laureati per corrispondenza.....non sanno manco dov'è la base aerea di USAF Aviano (dicevano in provincia di Udine anziché Pordenone) figurarsi se sanno dov'è Aleppo!!

      Elimina
    2. NO-FLIGHT ZONE SIRIA

      sabato 24 settembre 2016 valter erriu a 11:20

      Russia Nuove "regole di ingaggio" in Siria: qualsiasi aeromobile che minacci l'esercito siriano sarà abbattuto

      http://sadefenza.blogspot.it/2016/09/russia-nuove-regole-di-ingaggio-in.html?m=1

      https://rusreinfo.ru/fr/

      Elimina
    3. Da quel che ho potuto capire le nuove regole d'ingaggio se le è inventate l'autore del blog.

      Elimina
    4. Per non parlare di quando è iniziato il tutto nel 2011. Ve li ricordate gli scribacchini nostrani sbraitare in nome dei "diritti umani" parlando di diecimila morti al giorno a causa della repressione del governo siriano? Sono andati avanti per mesi con sta favola. Definirli pietosi è troppo poco. Ma il bello è che non ci credono nemmeno loro a quello che scrivono o che dicono. Sono degli attori, pessimi tra l'altro ormai disperati visto che i loro cari ribbbbelli sono prossimi alla sconfitta.

      Elimina
    5. X 17 12
      La notizia la riporta anche sa defensa

      Elimina
  5. Per non parlare dell'inviato Rai, frequentatore di transessuali, Piero Marrazzo. Viene il voltastomaco a sentirlo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giustissimo!......Però, sai il vero problema per questi fenomeni è il tatuaggio di Paolo Di Canio.....
      Che buffoni quelli della stampa italiota. D'altronde se è al 77mo posto al mondo per credibilità ci sarà un perchè.

      Elimina
    2. Piero Marrazo .... Quello che parla da Gerusalemme della Siria .... Un caca sotto prezzolato dai sionisti ... Oltre che amico dei transessuali, in fondo è andato nel posto giusto ... Froci e transessuali tra i sionisti ce ne sono in gran quantità ...

      Elimina
  6. Meritano una menzione particolare le forze combattenti Palestinesi che su vari fronti stanno combattendo durissime battaglie al fianco dell'Esercito Syriano, questi eroi stanno lasciando un segno profondo nella storia della Syria a della guerra anti imperialista, diversamente da quei ricchioni di hamas che si sono messi a fare comunella con i pedofili sauditi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hamas é un problema, una risposta sbagliata del popolo palestinese. Ed é un problema anche a livello internazionale (vedi sulla Siria). Stare nella Fratellanza Musulmana abbiamo visto a cosa porta

      Elimina
    2. una menzione particolareeee ma baffanculo va

      https://www.almasdarnews.com/article/syrian-army-quds-brigade-withdraw-handarat-camp/

      Elimina
    3. giorgio paglieri vai a fare in culo tu e al-masdar news, la prossima volta vai ad informarti dalla cnn, che tanto è uguale.

      Elimina
    4. Gianus, dato che al posto del cervello hai segatura, non possiamo aspettarci delle risposte di persone colte. Sei e resti un poveraccio megalomane.

      Elimina