lunedì 17 ottobre 2016

L'Aeronautica Iraniana si esercita intensamente negli attacchi al suolo con munizioni intelligenti!

Nonostante segnali in tal senso si siano avuti a più riprese in passato l'Aviazione della Repubblica Islamica non si é ancora presentata ufficialmente nei cieli siriani, limitando il proprio aiuto al paese alleato nei trasferimenti di numerosi Sukhoi-22 riparati e rimodernati dal lotto originariamente confiscato ai piloti irakeni che nel 1991 "fuggirono" oltreconfine per evitare i bombardamenti della coalizione attaccante guidata dagli USA.

Tuttavia l'IRIAF ha già preso parte a combattimenti in cieli stranieri, in Irak, e non é detto che presto non possa rifarlo o invece presentarsi una buona volta anche nel teatro siriano: evidentemente per affinare le proprie capacità operative aria-terra in queste ore i piloti iraniani sono impegnati nell'esercitazione "Devoti del Santuario della Velayat 6".

Le manovre aeree, che coinvolgeranno gli F-5, i Saeqeh, gli F-4 Phantom, i Sukhoi-24, gli F-14 e i MiG-29 della linea di volo iraniana, saranno incentrare specialmente sugli attacchi al suolo con l'uso di missili e bombe guidati  e "intelligenti", per aumentare la precisione e l'efficacia di ogni carico bellico.

Il Generale dell'IRIAF Massoud Rouzkhosh ha specificato che i jet di Teheran effettueranno missioni di bombardamento su obiettivi simulati sia di giorno che di notte, la Provincia interessata dai loro caroselli aerei sarà quella di Isfahan.

15 commenti:

  1. finita la festa anche per o'califfo

    http://en.alalam.ir/news/1873641

    The US-led coalition conducted an airstrike on Mosul during a meeting of the commanders of the terrorist organization Daesh; in attendance was Daesh leader Abu Bakr al-Baghdadi, who is constantly changing his location in Iraq and Syria.

    Unfortunately, at the last moment, he escaped.

    ISIS (ISIL , IS or Daesh) terrorist group ringleader Abu Bakr Baghdadi escaped an airstrike in the Iraqi campaign to liberate the northern city of Mosul minutes ahead of an attack, local security sources told Sputnik on Monday.

    "Baghdadi escaped at the last moment from the airstrike on a meeting among commanders in Mosul," the sources said without clarifying whether the strike was conducted by Iraqi forces or the US-led coalition.

    Al-Baghdadi's movements are known only by his inner circle, with the leader constantly changing location in Iraq and Syria to avoid airstrikes.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giovanni : ma mettere le traduzioni in italiano è chiedere troppo ? non tutti conosciamo l'inglese , grazie Giovanni :-) , con la traduzione gli ignorantelli come me hanno qualche possibilità di capire. proviamo : "La coalizione guidata dagli Stati Uniti ha condotto un attacco aereo su Mosul nel corso di una riunione dei comandanti dell'organizzazione terroristica Daesh; presenti era il leader Daesh Abu Bakr al-Baghdadi, che è in continua evoluzione la sua posizione in Iraq e la Siria. PurtroppoiISIS (ISIL, IS o Daesh) gruppo terroristico capobanda Abu Bakr Baghdadi sfuggito un attacco aereo nella campagna irachena per liberare la città settentrionale di Mosul minuti prima di un attacco, fonti della sicurezza locali hanno detto Sputnik il Lunedi.
      "Baghdadi sfuggito all'ultimo momento dal attacco aereo su un incontro tra i comandanti a Mosul", hanno detto le fonti, senza chiarire se lo sciopero è stato condotto dalle forze irachene o la coalizione guidata dagli Stati Uniti.
      movimenti di Al-Baghdadi sono conosciuti solo dal suo cerchio interno, con il leader che cambia continuamente posizione in Iraq e in Siria per evitare attacchi aerei".
      Con simpatia : Diego.

      Elimina
    2. Diego! Ripeto regolarmente per via dell'inglese! Ma Giovanni persiste. Io con l'inglese non ho problemi, ma diversi miei clienti non lo capiscono! I testardi devono pure vivere!!!

      Elimina
    3. Ma cosa ci vuole a mettere una traduzione (od un proprio commento o pensiero), non lo capirò mai , boh ...

      Elimina
    4. Sempre Diego :-)

      Elimina
    5. non solo Diego.......ma tanti altri!!!

      Elimina
  2. prosegue il giusto castigo da parte dell' esercito siriano ai puzzolenti ciabattari

    http://en.alalam.ir/news/1873670


    The army and armed forces continued targeting the terrorist organizations across the country, destroying their positions, vehicles and equipment, and killing and injuring scores of their members.

    In Damascus an army unit regained full control over 4 blocks of buildings to the southeast of Tal
    Abu Siyyeh in Khan al-Shih farms in the countryside of Damascus.

    In Aleppo 49 terrorists were killed and injured in the continued operations of the army against their gatherings northeast Aleppo city.

    A military source told SANA Monday that the army units targeted the terrorist organizations’ gatherings and positions in al-Sheikh Sa’eed, al-Sherfeh area, south of al-Ueijeh to the northeast of Aleppo city.

    The source added that the army killed 7 terrorists and injured 42 others, mostly affiliated to Jabhat al-Nusra terrorist organizations and destroyed machineguns-equipped cars.

    One of the terrorist groups’ leaders, nicknamed Abu Aosh, was among the dead, according to the source.

    In Daraa Army units destroyed gatherings and dens belonging to Jabhat al-Nusra terrorists in Daraa al-Balad and Tafas in the northwestern countryside of Daraa southern province.




    RispondiElimina
  3. bene,a questo punto penso che quanto prima vedremo anche i jet iraniani nei cieli siriani cosi dei ratti neri saranno fatte polpette per i maiali
    giuseppe

    RispondiElimina
  4. Gli Iraniani hanno ammonito paesi stranieri di effettuare bombardamenti in Siria..
    Solo che l'aeronautica iraniana ha velivoli un po' datati e di vari modelli, difficile da manutenere. Mi auguro ch Putin fornisca Mig e Sukhoi moderni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per bombardare trogloditi che girano in Toyota un F-5 degli anni '70 va ancora benissimo eh...

      Elimina
  5. devono esercitarsi bene , non ci possiamo permettere neanche uno sbaglio con le bombe al suolo perchè poi mediaticamente sarebbe molto controproducente, e "l'errore " sarebbe usato subito dai media per ribaltare la situazione contro la Siria e l'Iran, e quindi contro la sublime Russia.


    un grazie al sito Palaestina Felix

    RispondiElimina
  6. Mi confermate la morte di Sergey Petrosky (Motorola) durante un'incursione nel Donbass dei nazi ucraini?

    Tommaso Baldi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo è confermato. Su altri siti il nome di battaglia è lo stesso ma cambia il nome in Arseny Pavlov.

      Riposi in Pace.

      T.B.

      Elimina
    2. Da notare,
      I ribelli nella sacca di Aleppo continuano a ricevere armi anticarro tow. Nonostante siano accerchiato,
      Ora se qualche ultras potesse darmi una plausibile scusa di come queste armi siano passate senza il chiaro coinvolgimento del glorioso esercito siriano e i suoi alleati, ve ne sarei grato.

      Elimina
    3. Forse saranno i " bravi " Caschi Bianchi ?
      Ho forse i Caschi Blu ?
      Speriamo che qualcuno ci informi...
      Ciao

      Elimina