giovedì 2 marzo 2017

Avvicendamento tra Curdi ed Esercito Siriano a Ovesti di Manbij? Questo bloccherebbe ulteriori avanzate turche!

Sembra, ma non é ancora completamente confermato, che le forze curde SDF e l'Esercito Arabo Siriano abbiano raggiunto un accordo secondo il quale le prime abbandoneranno una "fascia di sicurezza" ad Ovest di Manbij e a Nord-Est di Qabasin.

Il loro posto sarà preso da unità del Syrian Arab Army.

In questa maniera le truppe regolari di Damasco si troverebbero ulteriormente a contatto con le forze turche e le loro milizie ausiliarie di ex-(ex?) terroristi.



O per accordi presi, o perché consci delle capacità operative delle truppe siriane, abbiamo visto che i Turchi non sono affatto ansiosi di confrontarsi con esse.

Con la loro incredibile avanzata, le truppe di Damasco hanno completamente sbarrato la strada ai Turchi, tarpando ogni loro velleità di proseguire nell'occupazione (sia pur temporanea) di ulteriore territorio siriano.

10 commenti:

  1. E' una mossa che ha pro e contro ma sono certo che i siriani, supportati dai loro alleati, sapranno fare la scelta migliore.

    RispondiElimina
  2. C'è forse il rischio dello scoppio di un conflitto fra gli ottomani, da una parte, e gli irakeni e i siriani dall'altra parte? Naturalmente si tratterebbe di una guerra provocata da Erdogan ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I russi non lo permetterebbero

      Elimina
  3. Mettersi in mezzo agli avversari (Turchi/FSA - USA/Kurdi) effettivamente a prima vista sembra un suicidio. Forse gli americani hanno fatto sapere di non essere disposti a difendere i Kurdi ad ovest dell'Eufrate e sembrava probabile che i Turchi potessero prendere troppo facilmente quell'area senza grosse perdite da entrambe le parti (accordo USA/YPG/Turchia, Barzani si è incontrato con Erdoghan questo weekend). Con questo presupposto la mossa può essere comprensibile. Effettivamente sperare che USA e Turchia si facessero la guerra era troppo.

    RispondiElimina
  4. É anche una implicita accettazione e riconoscimento della legittimità del Governo e dell'Esercito del Popolo Syriano, e non è cosa da poco.

    RispondiElimina
  5. cioè i curdi accetterebbero di essere usati per prendere raqqa ed essere scaricati a manbij, zona che dovrebbe essere più importane per loro!??? fatemi capire!

    RispondiElimina
  6. se Erdogan e Barzani si sono incontrati certamente hanno "combinato" qualche cosa! Però attenzione,Barzani comanda solo una della quattro sezioni dei Curdi e non è detto che sia quella "giusta"!
    Comunque alla faccia dei Turchi,è una buona mossa la cessione del territorio!
    Non capisco quale sia il lato negativo della mossa!Si bloccano i turchi dall'entrare ulteriormente in Siria ( e mi pareva),i curdi non hanno alcun interesse a mettersi contro la Siria,anzi vorrebbero tenersi il Royava,quindi devono trattare,gli USA hanno già detto che Assad non è più nella lista nera ( d'altra parte è protetto dai Russi!),quindi Turchi sciò,sciò...

    RispondiElimina
  7. L'sdf ha già ceduto senza combattere Al Kahf all'SAA, come riportato su MilitaryMaps.

    RispondiElimina
  8. Anno scorso quando la cittadina di Manbij fù "liberata" ammeregani e turpi, fecero scappare (ma erano tenuti sotto controllo dai droni!) i terroristi targati isis con decine e decine di ostaggi in... turchia, e poco dopo sono rientrati, suppongo, i turpi con i terroristi democratici targati fsa. Non mi sorprenderbbe se, dal calderone appena creatosi improvvisamente cali il numero dei takfiri isis, ed aumenti altrettanto velocemente quello dei takfiri che vogliono il califfato, sì, ma il califfo deve essere eletto democraticamente. A controllare la regolarità del voto, le ong sorosiane.

    Mondo cane...

    Mondo cane...

    RispondiElimina
  9. hai una bella fantasia!
    Mondo cane!

    RispondiElimina