lunedì 12 settembre 2016

L'eroico Generale Issam Zahr Eddine, da poco cinquantacinquenne, é diventato nonno ancora una volta! Auguri!!

Tre giorni fa il celebre Generale Issam Zahr Eddine, comandante della 104esima Brigata Paracadutisti della Guardia Repubblicana che da anni difende indefessamente la città circondata di Deir Ezzour (quando non va "in trasferta" a cavare le castagne dal fuoco ai curdi ingrati e traditori) ha compiuto cinquantacinque anni.

Ma la breve licenza che ha chiesto e ottenuto, abbandonando via elicottero per qualche giorno il panorama dell'estremo Est della Siria non era motivata dal suo genetliaco ma per quello del suo ultimo nipotino, figlio del suo primogenito, venuto alla luce poco prima del compleanno del nonno.



Abbiamo ricevuto questa foto di "nonno" Zahr Eddine e nipotino, e la proponiamo al nostro affezionato pubblico augurando al generale, orgogliosamente siriano e orgogliosamente druso, di poter tenere il nuovo nato a lungo sulle sue ginocchia raccontandogli delle sue gesta contro i takfiri dell'ISIS per molti anni a venire, quando questa guerra sarà finita e consegnata alla Storia!

7 commenti:

  1. Zahr Eddine è per me il simbolo della resistenza siriana. Un grande stratega, un tattico di primordine e sicuramente un eccellente combattente in prima fila.
    Ufficiali del suo calibro fanno nascere anche nel soldato più stanco la motivazione di tener duro che verranno tempi migliori. Mi auguro che per Lui, nel dopoguerra, Assad abbia riserevato un incarico degno di questo grande PATRIOTA.

    RispondiElimina
  2. Onore e gloria al Generale Issam Zahr Eddine, "orgogliosamente siriano e orgogliosamente druso", questo genere di persone ti riconciliano con il genere umano, che ultimamente stava esprimendo quasi solo personaggi di scadente levatura, la guerra contro la Syria ci ha fatto conoscere fior di eroi, persone di una caratura straordinaria, ed è un inno alla speranza.

    RispondiElimina
  3. Subito vacanze per lui e tutta la sua famiglia allargata in CRIMEA ed a SOCHI !
    Ivan

    RispondiElimina
  4. Il nostro è un combattente indefesso, coraggioso oltre ogni pensiero, e forte come un toro. C'è un filmato dove si allena trascinando un pezzo di cingolo di un paio di metri, e per di più in salita, e se vi sembrano pochi 2 metri di cingolo provate e vedrete

    RispondiElimina
  5. grande nonno, di pace.

    RispondiElimina
  6. Grande uomo, grande patriota, grande Generale.
    Le generazioni future dovranno ricordarne e celebrarne il nome.
    Un sentito abbraccio fraterno a tutti i combattenti siriani, palestinesi, iraniani e russi.

    RispondiElimina
  7. Grande uomo, grande patriota, grande Generale.
    Le generazioni future dovranno ricordarne e celebrarne il nome.
    Un sentito abbraccio fraterno a tutti i combattenti siriani, palestinesi, iraniani e russi.

    RispondiElimina