lunedì 22 luglio 2019

Sergei Ryabkov dà ragione all'Iran per il fermo della petroliera britannica nello Stretto di Ormuz!


Mosca sostiene che le argomentazioni di Teheran per il recente fermo di una petroliera con bandiera del Regno Unito nello Stretto di Hormuz siano risultate decisamente più convincenti di quelle espresse da Londra.

"Le argomentazioni iraniane sulla situazione intorno alla petroliera britannica Stena Impero appaiono più convincenti di quelle delle autorità di Gibilterra e del Regno Unito quando hanno fermato una petroliera panamense con petrolio iraniano nello Stretto di Gibilterra", ha detto il Viceministro degli Esteri russo Sergey Ryabkov.

domenica 21 luglio 2019

Vi presentiamo 'Al-Kafeel 1', modernizzazione irakena dell' "immortale" T-55 sovietico!

Qui su PALAESTINA FELIX non abbiamo mai e poi mai nascosto il nostro vivo e presente interesse nelle questioni di tecnologia militare.

Un campo ingiustamente negletto nel venduto, fasullo e ipocrita panorama del giornalismo italiano, che, imbevuto di spocchia "liberal chic" e "de sunustra" considera con sospetto chiunque sappia distinguere un carro principale da battaglia da una motozappa cingolata, col ditino indice pronto a levarsi nell'accusa di "fascismo" come quello di un imam wahabita con l'iperattività e in crisi d'astinenza da Ritalin.

martedì 16 luglio 2019

Mahmoud Zahar lavora 24 ore su 24 per sanare il 'rift' tra Hamas e la Siria, causato anni fa da Khaled Mishaal!


Mahmoud Zehhar, uno dei leader del Movimento musulmano di Resistenza palestinese (Hamas), ha apprezzato il sostegno della Siria e di Bashar al-Assad per la Palestina e la Resistenza e ha parlato degli sforzi per riavviare i rapporti tra Hamas e Siria, affermando di ritenere che tale riavvicinamento sarebbe nel migliore interesse di tutti.

Secondo il rapporto dell'agenzia di stampa palestinese Al-Yevm, Mahmoud Zahar ha ricordato che dovrebbero essere stabilite relazioni con la Palestina e tutti i nemici di Israele. Zehhar ha sottolineato che buone relazioni con tutti i paesi ostili al regime sionista, in particolare Iran, Libano e Siria, andrebbero a vantaggio della resistenza.

lunedì 15 luglio 2019

Come previsto, la Perfida Albione deve cedere: sta per essere liberata la petroliera 'Grace 1'!


Il segretario degli Esteri Jeremy Hunt ha dichiarato che la petroliera sequestrata piratescamente vicino a Gibilterra verrà liberata.
La petroliera, sequestrata il 4 luglio, è stata sospettata di aver violato le sanzioni dell'UE.

Sanzioni che in nessun modo possono impedire il libero commercio tra la Repubblica Islamica dell'Iran e la Repubblica Araba Siriana.

L'Iran ha giustamente qualificato il sequestro come "atto di pirateria".
Inglesi e Americani hanno in seguito cercato di sostenere improbabili "attacchi iraniani" a petroliere nel Golfo Persico, senza produrre alcuna prova e venendo seccamente smentiti.

giovedì 11 luglio 2019

Asse della Resistenza sempre più saldo tra Iran e Siria: le sanzioni non avranno nessun effetto!


L'ambasciatore siriano a Teheran ha affermato che la posizione dell'Iran sulle sanzioni statunitensi mostra la sua stabilità e autorità, aggiungendo che è necessario rafforzare la cooperazione bilaterale tra Damasco e Teheran per combattere la guerra economica in atto contro l'Asse della Resistenza.

In un incontro con l'alto funzionario parlamentare iraniano, Hossein Amir-Abdollahian, l'ambasciatore siriano in Iran Adnan Hassan Mahmoud ha affermato che gli sviluppi in corso nella regione vanno a beneficio dell'Iran, della Siria e della resistenza, apprezzando allo stesso tempo gli sforzi globali Repubblica di Iran per stabilire stabilità e sicurezza nel suo paese e nella sua regione.

mercoledì 10 luglio 2019

Anche il Presidente Rohani mette in guardia gl'Inglesi dalle conseguenze del loro atto piratesco!


Il presidente iraniano Hassan Rouhani mette in guardia il Regno Unito circa le "conseguenze" del suo recente sequestro della petroliera 'Grace 1'.

"Ricordo [questo] ai britannici", ha avvertito Rouhani mercoledì, "Siete quelli che iniziano l'insicurezza e arriveranno a rendersi conto delle sue conseguenze nel futuro."

Rouhani, che si stava rivolgendo a un incontro del governo a Teheran, ha definito l'azione "molto infantile, e ingiusta" e "alla fin fine dannosa (per chi l'ha inscenata)", sottolineando che tutti gli sforzi internazionali dovrebbero invece concentrarsi sull'assicurare la sicurezza marittima.

La petroliera Grace 1 è stata presa d'assalto dai marines britannici e dalle agenzie portuali di Gibilterra la settimana scorsa perché si riteneva che trasportasse petrolio in Siria in una possibile violazione delle sanzioni dell'Unione europea nei confronti del paese arabo.

martedì 9 luglio 2019

Intervista dell'amico e sodale OUDAY RAMADAN ai microfoni di Alikhbaria Syria sul caso della petroliera sequestrata!

Ouday Ramadan, che io chiamo più che amico e quasi 'fratello', col quale ho condiviso molte iniziative e battaglie, ha rilasciato nella giornata di ieri queste dichiarazioni all'emittente siriana Alikhbaria Syria (la stessa che mi intervistò oltre due anni fa).
L'argomento, di estrema attualità, é l'atto di pirateria internazionale compiuto dagl'Inglesi nei confronti della petroliera Grace-1.
L'atto di pirateria del vassallo inglese, ai danni della petroliera iraniana, è stato comandato dagli imperialisti americani.

Gli Usa, dopo la loro marcia indietro nel voler attaccare l'Iran, hanno fatto una figuraccia politica.
Il maestro coordinatore della banda sono gli Stati Uniti d'America, che distribuiscono i ruoli ai loro vassalli e valvassori.

L'Unione Europea, non ha alcuna indipendenza nelle politiche estere .
L'Europa è occupata militarmente dagli Usa.

I suoi governatori danzano al ritmo della musica americana. In passato, la Francia aveva un margine di libertà rispetto agli altri stati europei.

Questa libertà è cessata con l'arrivo di Sarkouzi, e con i successivi presidenti .
Le sanzioni all'Iran, danneggiano soprattutto le popolazioni europee.

Sperare in un cambio di rotta da parte dei governatori europei nei confronti dell'Iran, è un errore fatale di valutazione.
I governatori europei di destra, di sinistra e di centro, sono succubi della volontà americana.

L'esempio calzante è il nuovo governo italiano, che nonostante il cambio di guardia al suo vertice, la prima dichiarazione del suo ministro degli Interni è stata l'accostamento dell'Iran al terrorismo islamico.

Sfido il Mondo a citare un episidio di terrorismo islamico di cui è responsabile l'Iran.

Nel quinto anniversario della Guerra del 2014, Hamas lancia precisi avvertimenti a Tel Aviv!

"Hamas ha imparato a combattere come Hezbollah".

Con questo 'tweet' allarmato, cinque anni fa, il sionista Anshel Pfeffer commentava la performance delle Brigate Qassam nel corso della Guerra Estiva iniziata tra il 9 e il 10 luglio di cinque anni fa (in conseguenza dell'abbattimento di un drone sionista da parte di un missile antiaereo palestinese) che durò fino alla fine di agosto.

domenica 7 luglio 2019

Arresti 'eccellenti' in Irak: catturati a Mosul e Diyala due ex-leader dell'ISIS responsabili di stragi e massacri!

Due famigerati terroristi dell'ISIS che hanno commesso esecuzioni di massa sono stati arrestati a Mosul e Diyala, riferiscono fonti irakene.
Le forze di polizia irakene nella provincia di Ninive hanno arrestato un leader chiave del 'Daash' della cosiddetta corte religiosa del gruppo terroristico nella città di Achhaleh nella parte meridionale di Mosul, Sumeriya News ha dichiarato il portavoce del Ministro degli Interni irakeno Sa'ad Ma'an.

Il terrorista catturato dall'ISIS era stato incaricato dell'esecuzione di un gran numero di civili e forze di sicurezza irakene, ha aggiunto.

sabato 6 luglio 2019

Iran e Pachistan rafforzano i legami commerciali, rimuovendo tasse e balzelli!

La crescita economica dell'Iran é inarrestabile e, ovviamente, coinvolge direttamente i rapporti con i Paesi vicini, ansiosi di venire 'investiti' dai beni di alta qualità prodotti dalla Repubblica Islamica.

Iran e Pakistan hanno concordato di rafforzare i legami commerciali ed economici bilaterali e hanno promesso di rimuovere potenziali ostacoli che si frappongono, hanno riportato i media locali pakistani venerdì.

L'intesa è arrivata durante la prima sessione dell'8 ° Pakistan-Iran Joint Trade Committee, a cui ha partecipato una delegazione iraniana, guidata dal ministro dell'Industria, miniere e imprese Reza Rahmani e delegazione pakistana guidata dal consigliere del primo ministro pakistano sul commercio e il tessile Abdul Razak Dawood a Islamabad giovedì.

L'Iran pronto a soddisfare la 'fame' energetica irakena, altissima durante la stagione calda!

Nonostante gli atti di pirateria anglo-americana, la 'diplomazia energetica' iraniana é inarrestabile.

Le centrali elettriche iraniane nelle province occidentali hanno attualmente la capacità di fornire fino a 300 megawatt di elettricità all'Irak, ha detto oggi un alto funzionario.

L'amministratore delegato della Power Distribution Company Hiva Lahounian ha aggiunto che se fossero fornite le infrastrutture necessarie da entrambe le parti, la cifra potrebbe aumentare fino a 900 MW a lungo termine.

La sua controparte irachena nella provincia di Sulaymaniya, Salar Hisamuddin questa settimana, afferma che c'è il necessario coordinamento tra il governo centrale dell'Irak e la Provincia di Sulaymaniyah per l'acquisto di elettricità dall'Iran.

venerdì 5 luglio 2019

Ancora una volta alle minacce americane non fa seguito niente: i voli passeggeri tornano al livello normale sull'Iran!

Nord Korea, Venezuela, Iran.
Trump abbaia molto e gioca coi carrarmatini davanti alla Casa Bianca, ma morde molto poco o niente del tutto, come dimostrano tutte le sue 'escalation' finite con un buco nell'acqua.

I voli attraverso lo spazio aereo iraniano nel Golfo Persico e nel Mare di Oman sono aumentati e hanno raggiunto un "livello normale" di 840 transiti al giorno, ha detto un alto funzionario dell'aviazione iraniana.

Il capo della Compagnia degli Aeroporti e dell'Amministrazione Aerea iraniana Siavash Amir Mokri ha detto oggi che le principali compagnie aeree internazionali stanno tornando sui cieli del Sud del paese dopo una breve interruzione causata da un'escalation militare Iran-USA nella regione.

Un simpatico caporedattore commenta sulle onde di RT Arabic argomenti collegati alla visita romana di Putin!

Anche su RT Arabic si sono decisi a DARE RETTA A UN CRETINO!!!!

Poco più di due anni fa parlavo alla Siria grazie ad Al-Ikhbariya TV.

Adesso, questa stessa sera, ho parlato A TUTTO IL MONDO ARABO, grazie all'edizione araba di RT (già Russia Today).


giovedì 4 luglio 2019

Pirateria britannica in Alto Mare sequestra petroliera iraniana diretta alla Siria!

In un atto di inaudita gravità, che testimonia come a Londra siano ancora convinti di vivere ai tempi del brigante marittimo francis drake, militari inglesi provenienti da Gibilterra hanno sequestrato la petroliera iraniana "Grace 1" mentre stava tranquillamente attraversando lo Stretto omonimo diretta verso la sua destinazione finale, la Siria.

Scontri tra l'IRGC e gruppi di terroristi tra Chalderan e Maku vedono trionfare i militi iraniani!


La base delle forze di terra dell'IRGC "Hamza Sayyid al-Shuhada" ha detto che le sue forze hanno completamente distrutto una squadra di terroristi presso Maku, al confine con la Turchia, nella giornata di ieri

Secondo il servizio di notizie dell'IRGC "Sepah News", la base delle forze di terra dell'IRGC Hamza Sayyid al-Shuhada ha detto in un comunicato che un giorno dopo le loro forze si sono scontrate con una squadra di terroristi nella regione di Chalderan, uccidendo e ferendo alcuni di loro, l'operazione di ricerca per i restanti elementi della squadra terroristica portò i militi dell'IRG di fronte a una nuova squadra dello stesso gruppo, proveniente dalla Turchia per salvare i loro elementi in fuga nella regione di Maku.

mercoledì 3 luglio 2019

Bandar Khomeini - Bassora - Latakia! L'Asse della Resistenza corre su rotaia!!


La Siria con Iran e Irak intende rafforzare la cooperazione reciproca nel campo del collegamento commerciale ferroviario e dell'aumento del transito e delle esportazioni e importazioni tra i tre paesi

Ciò è avvenuto durante una riunione tripartita tenutasi a Teheran mercoledì tra il direttore generale dell'Istituzione generale delle ferrovie siriane Najib al-Fares e la sua controparte iraniana Saeed Rasouli e il collega irakeno Taleb Jawad Kazem.


sabato 29 giugno 2019

Gli Emirati "emigrano" dallo Yemen! Ritirati migliaia di soldati e mercenari!



Più volte parlando della "strana coppia" saudo-emiratina io la paragono ai collodiani Gatto e Volpe.
Il Gatto, sciocco, è rappresentato ovviamente da Riyadh, la Volpe, più astuta e malevola, da Abu Dhabi.

Anche questo nuovo sviluppo in Yemen conferma la mia valutazione: gli UAE capiscono che l'ex "Arabia Felix" é una palude e iniziano (seppur con una scusa) a tirare i remi in barca.

Gli Emirati Arabi Uniti (EAU) hanno ritirato un gran numero di truppe dallo Yemen presumibilmente per timore di un'escalation delle tensioni tra Stati Uniti e Iran.

Il ritiro è avvenuto perché Abu Dhabi voleva avere forze e equipaggiamenti "a portata di mano" in seguito alle recenti tensioni nella regione del Golfo Persico, secondo quanto riferito da quattro diplomatici occidentali senza nome.

Le tensioni arrivano dopo che gli Stati Uniti hanno aumentato la propria retorica contro l'Iran, annunciando lo spiegamento di ulteriori schieramenti di truppe nella regione del Golfo Persico al fine di contrastare una "minaccia" non specificata dall'Iran agli inizi di maggio.

venerdì 28 giugno 2019

A Bagdad si scatena la furia del Popolo contro i camerieri di yankee e sionisti! Folla entra nell'ambasciata del Bahrein!


Un grande numero di irakeni ha preso d'assalto l'ambasciata del Bahrain nella capitale Bagdad per protestare contro la decisione di Manama di ospitare un vertice chiave in cui gli Stati Uniti hanno mostrato il cosiddetto Deal of Century per schiacciare i Palestinesi sotto l'occupazione sionista.
Condannando il cosiddetto "Deal of the Century" del Presidente Donald Trump, centinaia di manifestanti sono scesi in piazza, accusando le nazioni del Golfo Persico di essere "sionisti arabi che hanno venduto la loro identità araba per un affare fallito".

La folla ha raggiunto l'ambasciata del Bahrain a Baghdad prima che la gente cominciasse a scavalcare le mura. La folla ha iniziato a bruciare bandiere sioniste e americane all'interno del giardino del complesso, mentre altri hanno sventolato striscioni palestinesi per mostrare solidarietà alla loro lotta contro l'occupazione del regime ebraico.

I manifestanti sono rimasti nel giardino del complesso dell'ambasciata e non sono entrati negli uffici all'interno del complesso, secondo quanto riferito. Le forze di sicurezza irachene hanno cercato di disperdere la protesta aprendo il fuoco in aria fino all'arrivo dei rinforzi per assicurare l'ambasciata del Bahrain.

giovedì 27 giugno 2019

Criminali di Al Nusra attaccano codardamente la famiglia di un patriota siriano!

Altro che 'primavere'!

Altro che 'elmetti bianchi'!

In Siria gli anglo-american-sionisti si sono trovati come alleati i criminali più codardi, i tagliagole più vigliacchi, esattamente come, settantasei anni fa, per invadere e asservire l'Italia si servirono dei mafiosi Lucky Luciano e compagni.

mercoledì 26 giugno 2019

Anche l'Irak dà l'alt agli "stranamore" Bolton e Pompeo: niente uso di basi mesopotamiche contro l'Iran!


Bagdad non permetterà a Washington di usare le sue basi militari per lanciare un attacco contro l'Iran, ha sottolineato il presidente iracheno, battendo le politiche bellicose del presidente Donald Trump nei confronti della Repubblica islamica.
"Non vogliamo che il nostro territorio sia un trampolino per qualsiasi azione ostile contro nessuno dei nostri vicini, compreso l'Iran", ha detto Barham Salih alla CNN, sottolineando che non c'è accordo tra Bagdad e Washington che possa far pensare a Trump di poterlo usare come tale.

lunedì 24 giugno 2019

L'Iran si conferma sesto paese al mondo per mole di ricerca sulla nanotecnologia, sviluppa nanosensore contro la contaminazione di cibo ed acqua!

Continuano i successi iraniani nel campo delle nanoscienze e della nanotecnologia!

Un team iraniano di ricercatori dell'Università del Kurdistan ha sviluppato un nanosensore ultrasensibile economico ma preciso per il rilevamento di metalli pesanti negli alimenti e nell'acqua.

Esistono standard rigorosi per la presenza di metalli pesanti negli alimenti e nell'acqua poiché possono causare seri problemi di salute. Ciò rende i sensori e i rivelatori di metalli pesanti molto utili e preziosi.

PESCA MIRACOLOSA nel Golfo Persico, le reti iraniane tirano su pezzi del drone di Trump!

Mentre Trump farfuglia a vanvera di improbabili 'attacchi informatici' l'Iran continua a mostrare al mondo i rottami del 'Triton' centrato dalla sua precisissima antiaerea solamente pochi giorni fa!  Pescatori locali dell'Isola di Qeshm nello Stretto di Hormuz hanno trovato altre parti del drone spia americano che è stato abbattuto dalle unità di difesa aerea iraniane giovedì.
Lunedì, gli emittenti locali hanno trasmesso le foto dall'isola meridionale di Qeshm nello Stretto di Hormuz sul collo del Golfo Persico, mostrando i pescatori locali con detriti della spia americana drone a bordo delle loro navi.

domenica 23 giugno 2019

Cooperazione Iran-Irak nel campo della difesa aerea? L'Asse della Resistenza si inspessisce sempre di più!


Il comandante della Forza di difesa aerea dell'esercito iraniano Alireza Sabahi Fard si è riunito domenica e ha avuto colloqui con il presidente della Commissione congiunta Iran-Irak, il generale Tariq Abbas Ibrahim Abdul Hussein.

Il generale di brigata Alireza Sabahi Fard ha detto che Iran e Irak hanno molte questioni e ragioni comuni per l'unità, la solidarietà e gli sforzi per rafforzare il potere islamico nella regione.

Il generale iraniano ha menzionato che i tecnici iraniani hanno fabbricato tutta una serie di sistemi di difesa aerea, compresi radar tattici e stazionari, armi da artiglieria e missili, apparecchiature per la raccolta di segnali e dati, equipaggiamento per guerra elettronica e droni per missioni e applicazioni in diverse frequenze e gamme.
I recenti successi dell'antiaerea iraniana dimostrano che i radar e i missili di Teheran non temono il confronto coi mezzi delle pretese 'potenze' imperialiste e sioniste.

sabato 22 giugno 2019

Emorragia di defezioni nella milizia al soldo degli Americani nel Nordest della Siria!

Differenze e defezioni sono aumentate tra i militanti sostenuti dagli Stati Uniti nella parte orientale di Deir Ezzur, hanno riferito fonti locali di Deir Ezzur.
Un gran numero di forze democratiche siriane sostenute dagli Stati Uniti hanno lasciato il consiglio militare della SDF nella città di al-Kasreh, hanno rivelato le fonti locali.

Hanno sottolineato le gravi differenze interne tra le forze arabe e curde del SDF dominato dai kurdi e hanno detto che le differenze sono aumentate dopo che il comandante del Consiglio militare della SDF Hatem al-Bu Saud è stato licenziato per aver impedito l'arresto di uno sceicco arabo nella regione da parte SDF.

venerdì 21 giugno 2019

Dati e nomenclature corrette sul sistema di difesa aereo che ha "uccellato" il drone USA!

Come tutti ben sapete il nostro cliccatissimo Canale Youtube continua regolarmente a presentare contenuto, con risultati di tutto rispetto che ci onorano e ci spingono a sforzi sempre più grandi per tenervi informati sia con articoli che con video.

giovedì 20 giugno 2019

L'MQ-4C 'tritone' di Trump contro l'Iran fa la fine del...piccione!


Contro gli Iraniani gli UAV a stelle e strisce proprio non han fortuna!
Non possono neppure avvicinarsi alla Repubblica Islamica che vengono infallibilmente uccellati.

La precisissima antiaerea iraniana ha abbattuto un drone-spia americano nella provincia costiera meridionale di Hormozgan.

In una dichiarazione rilasciata all'inizio di giovedì, l'IRGC ha dichiarato che il drone di sorveglianza prodotto dagli Stati Uniti è stato abbattuto dalla difesa aerea vicino alla regione di Kouh-e Mobarak - che si trova nel distretto centrale della contea di Jask - dopo che aveva violato lo spazio aereo iraniano.

La dichiarazione ha aggiunto che ulteriori dettagli verranno rilasciati sull'operazione in seguito.

lunedì 17 giugno 2019

Il Professor Al-Ashqar sfugge alla deportazione, per ora! Necessario per lui un asilo politico!


Il professore palestinese Abdul-Halim al-Ashqar ha descritto il suo rapimento da parte dell'FBI e il tentativo di consegnarlo ai torturatori sionisti come atto di pirateria americano e violazione della legge federale.

Nelle dichiarazioni alla stampa al Centro di informazione palestinese (PIC) in seguito alla sua liberazione condizionale da un carcere statunitense di sabato, Ashqar ha affermato che "non si sente al sicuro dall'inganno americano anche dopo la sua liberazione condizionale".

Il 'tessile-nanotech', frutto delle avanzate ricerche iraniane 'sfonda' sui mercati del Medio Oriente e dell'Asia Centrale!


Nel 2018, una società iraniana ha esportato fino a 70 tonnellate di asciugamani migliorati con nanotecnologia nei paesi limitrofi, tra cui Georgia, Iraq e Azerbaigian.

Banian Azar Novin Ideal Co. è uno dei produttori nano-tessili di maggior successo in Iran. La compagnia ha esportato 70 tonnellate di nano asciugamani migliorati in vari paesi vicini nel 2018 del valore di $ 600.000, secondo l'Iran Nanotechnology Innovation Council (INIC).

domenica 16 giugno 2019

Tutto pronto per l'ingresso dell'Iran nell'Unione Economica Eurasiatica!!

Il Ministro dell'Energia iraniano Reza Ardakanian ha detto che l'adesione dell'Iran alla unione economica eurasiatica è attualmente nella sua fase finale.

Ha fatto le sue osservazioni domenica a margine della 15a riunione della commissione congiunta di cooperazione economica e commerciale tra Iran e Russia.

Una volta che l'Iran sarà unito all'Unione Economica Eurasiatica (EEU), potrà ottenere l'accesso al mercato di riferimento di 180 milioni di abitanti degli stati membri dell'Unione Europea, ha sottolineato Ardakanian.

sabato 15 giugno 2019

Bombardamenti russi e siriani sconvolgono 'rendezvous' tra Al Nusra e altri capi takfiri!


Gli aerei da combattimento siriani e russi hanno attaccato un incontro di comandanti di Al-Nusra e altri gruppi terroristici a Idlib dopo il fallimento un cessate il fuoco proposto da Russia e Turchia.

Il sito in lingua araba dell'agenzia di stampa russa Sputnik ha citato una fonte militare siriana dicendo che gli aerei russi e siriani in un'operazione militare congiunta hanno lanciato diversi attacchi sulle posizioni militari dei terroristi a Khan Sheikhoun, Safhoun, Kafar Nubl, Hass e Taftnaz nel Sud del "Pianeta delle Scimmie".

giovedì 13 giugno 2019

Due petroliere colpite tra UAE e Oman: attacco yemenita o provocazione americana? Uno dei vascelli é affondato!


La petroliera Front Altair di proprietà della Norwegian Frontline, che è stata attaccata giovedì vicino alla costa di Fujairah negli Emirati Arabi Uniti, è affondata, riferisce il canale televisivo al-Mayadeen in Libano.

La stampa iraniana ha riportato che sia la Front Altair che la petroliera Kokuka Courageous, registrate a Panama, erano state attaccate nel Golfo di Oman. Suoni delle esplosioni sono stati ascoltati nella posizione delle navi. I porti in Pakistan e Oman hanno ricevuto segnali SOS dagli equipaggi delle navi che sono state attaccate. Allo stesso tempo, i media arabi osservano che le navi sono state colpite da siluri. Il portavoce della guardia costiera dell'Oman, Nasser Selin, ha confermato queste informazioni al quotidiano norvegese Dagbladet. Ha anche detto che l'incidente era avvenuto nelle acque territoriali iraniane. Sia la compagnia che l'Oman sono in stretto contatto con le autorità iraniane.

Moallem tra tre giorni sarà nella Repubblica Popolare Cinese per una serie di incontri al vertice!

La Cina é sempre più determinata a inserirsi in Siria come potente fattore di stabilizzazione e ricostruzione.

Se Iran e Russia hanno rafforzato le proprie posizioni nella Repubblica Araba Siriana fornendo fondamentali apporti e appoggi alla lotta di Damasco contro l'invasione terroristica sion-saudi-statunitense, Beijing può stabilire la propria presenza nel paese del Levante con la sua capacità pressoché infinita di investire capitali e costruire infrastrutture, necessarie come non mai adesso che i gruppi takfiri sono sull'orlo dell'annientamento anche nel loro ultimo ridotto di Idlib ("Pianeta delle Scimmie").

mercoledì 12 giugno 2019

L'Asse della Resistenza é solido e inflessibile: "NO" alla conferenza dei servi di Sion!


L'Irak non parteciperà ad una imminente conferenza in Bahrain che è pronta a lanciare il cosiddetto piano di svendita della Palestina ai sionisti partorito dai lobbisti a sei punte che manovrano il Presidente statunitense Donald Trump, noto anche come "accordo del secolo".

"Non siamo interessati a questa conferenza e non parteciperemo", ha detto il portavoce del ministero degli Esteri irakeno Ahmad al-Sahaf all'agenzia turca Anadolu.

martedì 11 giugno 2019

OY VEY! I soldati di Tel Aviv sono sempre più "fatti"!


Quando i Marrazzo vi raccontano delle 'eroiche gesta' dei rambo di Tel Aviv, occhio, probabilmente sono allucinazioni dovute agli stupefacenti (magari consumati con qualche 'travone a sei punte')!

Un recente rapporto ha fatto luce su un aumento dell'abuso di droga tra le forze militari di Sion, spingendo il Capo di Stato Maggiore dell'esercito israeliano Aviv Kochavi a ordinare l'istituzione di un comitato speciale per combattere il fenomeno.

Secondo la rete di notizie i24NEWS, Kochavi ha preso la misura sulla scia di un numero crescente di casi contro soldati israeliani che usano droghe durante i turni di servizio nelle loro basi militari.

domenica 9 giugno 2019

La difesa aerea iraniana si arricchisce di un nuovo prezioso strumento!


Il Ministero della Difesa della Repubblica Islamica Iraniana ha presentato un nuovo sistema antiaereo di progettazione e realizzazione nazionale denominato 'Khordad 15'; lo apprendiamo dalla Tasnim News Agency che ha citato fonti ufficiali e pubblicato un fotoreportage della presentazione al Ministro, Generale Amir Hatami.

Il nuovo sistema antiaereo é basato su un avanzato radar ad allineamento di fase che comunica e invia dati a cellule di lancio indipendenti sia durante la fase di fuoco che, successivamente, ai missili Sayyad-3 durante il loro avvicinamento ai bersagli. Esso é in grado di individuare bersagli aerei entro 80-150 km (a seconda della loro natura e delle condizioni operative) e di colpirli con sicurezza entro un raggio di 40-60.

venerdì 7 giugno 2019

Cittadino palestinese sequestrato dagli USA consegnato agli aguzzini a sei punte!

La persecuzone contro il movimento di liberazione nazionale palestinese va avanti in tutti i feudi di Sion.

Funzionari degli Stati Uniti hanno consegnato un ex candidato alla presidenza palestinese e un professore universitario in Israele dopo averlo detenuto per 11 anni con l'accusa di racket e di raccogliere fondi per il movimento di resistenza di Hamas.
Il Consiglio per le relazioni internazionali - Palestina, in una dichiarazione rilasciata giovedì, ha denunciato le autorità americane per estradare Abdelhalim al-Ashqar al disumano regime sionista, sottolineando che i funzionari statunitensi hanno la piena responsabilità per il destino di Ashqar, che ora è nelle mani del regime di Tel Aviv, ha riferito Presstv.

giovedì 6 giugno 2019

Ecco il nuovo blindato aeroportabile e paracadutabile russo con artiglieria da 120mm!

Nel continuo aggiornamento e sviluppo delle proprie forze militari la Russia porta avanti l'eredità sovietica, confermandosi all'avanguardia per capacità di aviolancio ed aviotrasporto di forze d'attacco complesse, che comprendono perfino blindati e artiglierie.

L'avanzato sistema di artiglieria semovente di Lotos per la Airborne Force è in preparazione per le prove preliminari, ha dichiarato mercoledì il capo progettista di Lotos, Veniamin Schastlivtsev.

"Abbiamo attraversato la fase di assemblaggio e il veicolo ha lasciato l'hangar per la prima volta. Successivamente, metteremo a punto tutti i sistemi e prepareremo le prove preliminari", ha detto il capo progettista durante la prima dimostrazione del funzionamento del veicolo. .

Il carico di munizioni del sistema di artiglieria da 120 mm è stato aumentato di due volte rispetto al suo predecessore, il cannone-mortaio 2S9 Nona, ha affermato.

"Il carico delle munizioni di Nona è di 20 colpi mentre qui [sul Lotos] è il doppio", ha detto il capo progettista.

mercoledì 5 giugno 2019

Spari ed esplosioni nel centro di Tripoli Siriaca, il Capo di SM libanese si reca nella città!


Un terrorista dell'ISIS, temendo di essere stato scoperto, ha attaccato una pattuglia di sicurezza a Tripoli Siriaca nel Nord del Libano, uccidendo due membri delle forze di sicurezza del paese e due soldati dell'esercito, prima di essere abbattuto a sua volta.

L'attacco avvenuto nel pomeriggio di lunedì contro un veicolo di pattuglia appartenente alle Forze di Sicurezza Interna del Libano (ISF), secondo quanto riportato dall'agenzia di stampa nazionale (NNA).

Tuttavia solo oggi il terrorista é stato identificato con sicurezza, risultando essere l'estremista Abdel-Rahman Mabsout, aderente alla branca libanese dell'autoproclamato 'califfato'.

martedì 4 giugno 2019

Sionisti e Sauditi sempre più indistinguibili! Arrestati Palestinesi con l'accusa di "sostenere Hamas"!


Le autorità dell'Arabia Saudita avrebbero arrestato più di 60 persone, tra cui palestinesi e sauditi, con l'accusa di sostenere il movimento di resistenza palestinese di Hamas.

Il quotidiano libanese in lingua araba al-Akhbar, citando fonti informate che hanno chiesto l'anonimato, ha riferito lunedì che funzionari del regno conservatore stanno conducendo una campagna contro i cittadini sauditi e gli espatriati palestinesi per più di due mesi, trattenendo dozzine di persone oltre l'affiliazione a il gruppo palestinese.

domenica 2 giugno 2019

La Cina entra stabilmente nel comando congiunto di Bagdad, mettendosi di traverso ai piani di Trump e di Israhell!

Una notizia importantissima.

La Repubblica Popolare Cinese é entrata in pianta stabile a fare parte del comando congiunto di Bagdad dove ufficiali iraniani, irakeni, siriani e russi coordinano le iniziative dei loro paesi nella lotta contro il terrorismo takfiro nutrito e manovrato dai sionisti e dagli imperialisti yankee.

sabato 1 giugno 2019

Asse della Resistenza mobilitato contro le manovre anti-Iran dei Sauditi! Siria e Irak respingono le accuse mosse da Riyadh!


La Siria ha respinto la dichiarazione rilasciata dopo il vertice ospitato dalla Mecca dell'Organizzazione di cooperazione islamica (OIC), affermando che si tratta di un'interferenza inaccettabile negli affari interni della Siria.

 Leader arabi si sono riuniti in due vertici di emergenza il 30 maggio alla Mecca, ospitati dal re Salman dell'Arabia Saudita. Il ministero degli Esteri saudita ha citato le ragioni dei summit come "attentati di sabotaggio" su quattro petroliere, tra cui due appartenenti all'Arabia Saudita, al largo delle coste di Fujairah negli Emirati Arabi Uniti, così come gli attacchi di droni di rappresaglia effettuati dalle forze dell'esercito yemenita su due importanti stazioni di pompaggio del petrolio nel Regno.

Non solo tappeti persiani: con gli asciugamani "nanotech" il tessile iraniano diventa ad alto tasso tecnologico!


Una società iraniana ha esportato 70 tonnellate di asciugamani  antibatterici realizzati tramite nanotecnologia nei paesi dell'Ex-URSS nel corso dell'ultimo anno lunare.

Gli asciugamani, il cui tessuto é stato arricchito di nanoparticelle antibatteriche, sono stati esportati in Georgia, Turkmenistan e Azerbaigian, mentre altri paesi, tra cui la Russia, sono indicati come destinazioni future.

venerdì 31 maggio 2019

Gli Ansarullah ribadiscono la loro solidarietà con la Palestina nella Giornata di Gerusalemme!

Il leader del movimento Ansarullah dello Yemen ha ribadito il sostegno del suo paese alla Palestina di fronte all'occupazione sionista, invitando il popolo yemenita a esprimere la propria solidarietà con i Palestinesi partecipando ai raduni internazionali della Giornata di Gerusalemme.
"Il popolo yemenita sarà sempre contro gli Stati Uniti e Israele e rimarrà pro-Palestina e sosterrà la sua causa", Abdul-Malik Badreddin al-Houthi è stato citato giovedì dalla rete yemenita al-Masirah.

"Invito il caro popolo yemenita a partecipare alle manifestazioni per Gerusalemme", ha aggiunto, riferendosi all'ultimo venerdì del mese sacro musulmano del Ramadan.

giovedì 30 maggio 2019

La "super-vittoria del potentissimo Netanyahu" non era tanto 'vittoriosa' come ce la raccontavano i sionisti d'Italia!


Il Parlamento unicamerale del regime invasore della Palestina, la Knesset ha votato ieri a favore del suo scioglimento, che termina i tentativi del Primo Ministro Benji Netanyahu per formare una coalizione e dando via libera alla richiesta di nuove elezioni nel mese di settembre. La decisione è stata presa con 74 voti a favore e 45 contrari.

Le ultime elezioni generali si sono svolte nel paese meno di due mesi fa. Netanyahu ha vinto con la minima differenza, ma il suo partito non ha ottenuto la maggioranza in Parlamento e aveva bisogno di formare una coalizione di Governo. Ora che la Knesset ha scelto di sciogliersi, il primo ministro dovrà riconvalidare il suo mandato nelle prossime elezioni.

mercoledì 29 maggio 2019

Nuove nomine per la difesa aerea della Repubblica Islamica Iraniana!


Nuovi aggiornamenti dal vostro adorabile caporedattore Kahani, sempre in trincea per la verità e l'informazione giornalistica obiettiva ed oggettiva, contro le fake news dei tromboni sion-imperialisti.

Il leader della rivoluzione islamica iraniana, l'Ayatollah Seyyed Ali Khamenei, ha nominato, in decreti separati, il comandante della Forza di difesa aerea appena costituita dell'esercito iraniano e il nuovo comandante della base di difesa aerea di Khatam al-Anbiya.

martedì 28 maggio 2019

Migliorie in arrivo per gli elicotteri russi Ka-52, basate sulle esperienze operative in Siria!


L'elicottero da combattimento Ka-52M "Alligator" una volta aggiornato alla luce delle sue esperienze di combattimento avrà più armi contro bersagli in aria e a terra, ha detto l'ufficio stampa del produttore di elicotteri russi Helicopters in un comunicato stampa diffuso oggi.

"Il lavoro è in corso per aumentare ulteriormente la gamma di rilevamento e identificazione degli obiettivi e, di conseguenza, per aumentare le capacità di impiegare armi contro obiettivi terrestri e aerei", ha detto l'amministratore della compagnia aerea russa Helicopters Andrei Boginsky in un commento sui miglioramenti in la versione aggiornata.

Aggiornamento dall'Irak, anche un quarto "francese" consegnato al braccio della morte!

"Francesi" che si chiamano Mustafa, Abdul o Bilbolbul...ecco il piano sionista-massonico per l'Europa, ridotta a cloaca dove ogni scarto di Africa e Medio Oriente si mischia e si miscela in una rivoltante melma.

Un tribunale iracheno ha condannato a morte un quarto cittadino "francese" per la sua sospetta appartenenza al gruppo terroristico ISIS e per aver commesso crimini, un giorno dopo che altri tre erano stati condannati alla pena capitale per lo stesso reato.

Il giudice iracheno Ahmed Mohammed ha condannato a morte Mustafa Mohammed Ibrahim, 37 anni, impiccato, dicendo al sospetto che "le prove e la confessione mostrano che vi siete arruolati nel gruppo terroristico ISIS e che avete lavorato nel suo ramo militare".

lunedì 27 maggio 2019

Gli irakeni non perdono tempo e consegnano al boia i takfiri dell'ISIS anche se hanno i documenti di Macron!


Un tribunale iracheno ha condannato a morte tre persone in possesso di documenti francesi per appartenenza al gruppo terroristico ISIS e il coinvolgimento in atti di terrore in tutto il paese arabo in conflitto e nella vicina Siria.

Un funzionario senza nome ha detto che il trio, identificato come Kevin Gonot, Leonard Lopez e Salim Machou, è stato condannato per aver aderito all'ISIS e aver compiuto operazioni criminali da un tribunale penale nella capitale Baghdad di domenica. Hanno 30 giorni per presentare ricorso.