martedì 20 ottobre 2020

Attaché militare cinese in visita ufficiale all'Intelligence irakena a Bagdad!

 

Questa foto testimonia più di molte altre quanto giustificate siano state diverse mie profezie e previsioni sul Medio Oriente e sull'Eurasia.

In essa vediamo l'attaché militare dell'Ambasciata Cinese di Bagdad in visita ufficiale alla sede centrale dell'intelligence irakena, impegnato in un dialogo diretto con il capo supremo dei servizi mesopotamici.

Che un ufficiale militare cinese possa avere accesso diretto al capo dell'intelligence irakena, quando ancora pochi mesi fa il Paese dei Due Fiumi era ancora occupato da molte migliaia di militari USA, é letteralmente sorprendente.

martedì 13 ottobre 2020

Le poche truppe Usa restate in Irak alla completa mercé della Resistenza locale, chiedono tregua!

Una emittente araba ha riferito che gli Stati Uniti hanno inviato messaggi ai gruppi di resistenza iracheni per chiedere loro di fermare le operazioni militari contro i militari americani.

Il canale di notizie in lingua araba al-Mayadeen ha riferito lunedì che gli Stati Uniti hanno inviato messaggi disperati ai gruppi di resistenza irachena, invitandoli a fermare gli attacchi contro il proprio personale militare di stanza nel Paese arabo.

"Washington sta cercando di fermare gli attacchi contro la propria residuale presenza armat in Irak (meno di 3000 uomini rimasti) e vuole prendere le distanze da una crisi esterna prima delle elezioni presidenziali", ha detto Richard Weitz, Direttore del Center for Political-Military Analysis presso lo Hudson Institute.


venerdì 2 ottobre 2020

La Repubblica Islamica Iraniana produrrà il vaccino anti-Covid in collaborazione con la Cina!


Il presidente Hassan Rouhani ha espresso la disponibilità dell'Iran a partecipare a programmi congiunti con la Cina sulla produzione di un vaccino contro il coronavirus.
In un messaggio al presidente cinese Xi Jinping giovedì, Rouhani si è congratulato con il governo e il popolo cinese per il 71 ° anniversario della fondazione del paese.

Il presidente iraniano ha anche affermato che lo scoppio della pandemia di coronavirus, nonostante i problemi che ha creato, ha fornito un'opportunità per manifestare il potere della Cina nell'aiutare il destino comune dell'umanità e per una più stretta cooperazione tra Iran e Cina.

martedì 29 settembre 2020

Iran e Cina si avvicinano sempre più, dettagli aggiuntivi sull'accordo in 20 articoli per la cooperazione bilaterale!


Il Ministro degli Esteri iraniano Mohammad Javad Zarif si è congratulato con la Cina per la sua Giornata Nazionale, esprimendo la speranza per una più ampia cooperazione strategica tra i due paesi.

"Il 1 ° ottobre, il popolo cinese celebrerà il 71 ° anniversario della fondazione della Nuova Cina e del Festival di metà autunno", ha scritto Zarif in un post in lingua cinese sulla sua pagina Twitter ufficiale martedì.

Ha scritto: "Il 2020 è un anno molto speciale per il mondo intero", aggiungendo: "Il successo della Cina nel controllare l'epidemia [di coronavirus] e nel raggiungimento di una forte ripresa economica è stato conquistato a fatica".

venerdì 25 settembre 2020

Si rinsaldano e sviluppano sempre più gli amichevoli legami tra Russia ed Iran!


Il Ministro degli Esteri iraniano Mohammad Javad Zarif ha definito positivo il suo incontro con l'omologo russo Sergei Lavrov, sottolineando che le due nazioni vicine hanno bisogno di ulteriori colloqui e di rafforzare sempre più i loro legami.
"Il mio incontro con il Ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov è stato positivo e costruttivo", ha detto Zarif.

"Questo viaggio ha aperto strade adatte per discutere gli sviluppi della Siria in linea con il coordinamento delle nostre posizioni su Siria e Afghanistan, nonché con il Piano d'azione globale congiunto (PACG)", ha osservato.

"Dato il ruolo che la Russia ha svolto nel Consiglio dei governatori dell'Organizzazione internazionale per l'energia atomica (AIEA) e nel Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, sono stati compiuti grandi passi e mosse di successo in questo senso", ha affermato Zarif.

"Queste sono buone opportunità di dialogo e la Russia è un vicino, un membro permanente del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite e un amico strategico dell'Iran, e credo che questi colloqui siano necessari per entrambi i paesi", ha continuato.

Zarif è arrivato a Mosca nella tarda serata di mercoledì per discutere del JCPOA e degli sviluppi regionali con Lavrov e altri funzionari russi di alto rango.

sabato 12 settembre 2020

Squadra navale russa schierata tra Cipro e Siria: imminente un bombardamento missilistico su Idlib?


Un gran numero di navi da guerra russe è stato recentemente monitorato al largo delle coste della Siria e di Cipro nella regione del Mediterraneo orientale, secondo quanto riportato dalla pubblicazione russa Avia.Pro.

Secondo la pubblicazione online, “gli esperti sono interessati per la presenza di almeno 15 navi da guerra e sottomarini russi al largo della Siria. Questa è la prima volta che una formazione militare così grande è stata vista qui, il che solleva sospetti sul fatto che la Russia abbia intenzione di impegnarsi in un'operazione militare speciale contro i jihadisti ancora presenti attorno a Idlib.

Più volte in passato raffiche di precissimi missili "Kalibr" lanciati da squadre navali russe nel Mediterraneo hanno aiutato le forze siriane ad avere ragione di ridotte e fortezze dei terroristi.

giovedì 10 settembre 2020

Nuove esercitazioni navali congiunte a fine settembre tra le marine iraniana, russa e cinese!

Le forze militari iraniane, cinesi e russe parteciperanno alle esercitazioni militari congiunte denominate in codice "Caucus 2020" alla fine di settembre, ha annunciato Pechino giovedì.
Il ministero della Difesa cinese ha dato l'annuncio, dicendo che alle esercitazioni avrebbero partecipato anche truppe provenienti da Armenia, Bielorussia, Myanmar e Pakistan.

Ha aggiunto che gli esercizi, che si terranno dal 21 al 26 settembre, si concentreranno su tattiche difensive, accerchiamento e controllo e comando sul campo di battaglia.

Le esercitazioni hanno un significato speciale "in questo momento importante in cui il mondo intero sta combattendo la pandemia", ha detto il ministero.

mercoledì 9 settembre 2020

Aeroplani e vigili del fuoco iraniani e russi aiutano la Siria a domare gli incendi sulla costa occidentale!


Mentre la regione occidentale della Siria è devastata dalle fiamme, il governo iraniano è venuto in aiuto della Repubblica araba con squadre di vigili del fuoco e aerei per aiutare a spegnere gli enormi incendi.

Anche la Russia ha inviato ben tre aerei Il-76 equipaggiati per rilasciare tonnellate d'acqua sui fronti di fuoco.

Secondo un rapporto di Al-Ikhbaria TV mercoledì, gli aerei dei vigili del fuoco iraniani sono stati visti aiutare le unità della protezione civile siriana a spegnere gli incendi in diverse aree della Siria occidentale.