martedì 7 luglio 2020

Hamas ringrazia l'Iran e la sua Guida per il costante sostegno alla Causa palestinese!


Martedì il leader di Hamas Ismail Rezvan ha ringraziato il leader supremo dell'Iran per il suo sostegno in un messaggio al presidente dell'Ufficio politico di Hamas, Ismail Haniyeh.

Parlando con l'IRNA, Rezvan ha detto che l'Iran è sempre stato uno dei sostenitori della Resistenza in Palestina e ha sottolineato il fatto che il movimento della Resistenza è unito contro le trame USA-Israele nella regione.

mercoledì 1 luglio 2020

Gli ultimi 5000 yankee presenti in Irak hanno i giorni contati! Lo garantisce Hadi al-Ameri!

L'autorevole legislatore irakeno Hadi Ameri ha ribadito la richiesta di espulsione delle forze americane dal suo Paese, affermando che i jet statunitensi violano quotidianamente lo spazio aereo irakeno uccidendo o ferendo dozzine di persone nei loro attacchi.

Hadi al-Ameri, il capo dell'Alleanza Fatah (Conquista) nel Parlamento di Bagdad, ha formulato le osservazioni martedì e ha detto che è giunto il momento di portare stabilità in Irak e che l'obiettivo non sarà raggiunto con la presenza delle truppe statunitensi nel paese, anche se ammontano a poche migliaia.

(Dopo la proditoria aggressione e invasione del 2003 oltre 300mila occupanti stranieri si installarono sul suolo mesopotamico).

Ameri ha anche sottolineato che gli Stati Uniti minacciano di attaccare chiunque non sia affiliato con loro, come il comandante iraniano Qassem Soleimani e il vice capo delle Unità di mobilitazione popolare irachena Abu Mahdi al-Muhandis.

giovedì 25 giugno 2020

Nuovi aiuti sanitari anti-Covid dalla Cina arrivati oggi in Siria!

La Grande Saggezza cinese (che io nel mio piccolo mi onoro di diffondere in Italia grazie al mio lavoro di traduzione) sa benissimo che una Siria prospera e pacifica é NECESSARIA alla realizzazione del grande progetto della Nuova Via della Seta.

A tal fine una seconda massiccia spedizione di articoli sanitari anti-Coronavirus sono stati consegnati oggi stesso alla Repubblica Araba del Presidente Assad.

In questo si nota tutta la differenza con l'infantile aggressività anale degli yankee, geneticamente incapaci di portare benefici o prosperità ad alcuno, buoni solo a esportare stragi, Caos, instabilità e guerre.
Del resto la Storia, maestra di vita, in cui mi rallegro di essermi laureato coi massimi onori, ci insegna che esistono Culture Superiori (Egitto, Grecia, Roma, Persia) , creatrici e 'civilizzazioni' monche e inferiori, capaci solo di depredare e distruggere (anglosionisti e simili).

martedì 23 giugno 2020

L'Iran espande ed approfondisce i suoi legami con Bagdad, mentre gli ultimi yankee fan le valige!

L'addetto militare dell'Iran a Bagdad, Generale di brigata Mustafa Moradian, ha espresso la disponibilità del suo Paese ad aiutare le forze armate irakene in diversi settori.

Ha formulato le osservazioni in un incontro di martedì con il nuovo Capo dello SM irakeno, il Generale Abdul-Amir Yarallah a Baghdad.

Le due parti hanno anche scambiato opinioni sulla cooperazione militare tra i due paesi e misure congiunte nella lotta al terrorismo.

Da parte sua, il funzionario militare irakeno ha fatto riferimento al preziosissimo e fondamentale aiuto dell'Iran nella lotta contro i terroristi dell'ISIL, rilevando che il suo Paese è pronto a continuare la cooperazione con Teheran in diverse aree, e non solo nella lotta al terrorismo.

Ha anche chiesto di potenziare il Comando Congiunto attivo a Bagdad e la cooperazione in materia di sicurezza tra Iran, Irak, Russia e Siria.

lunedì 22 giugno 2020

Suleiman Kahani di nuovo intervistato dalla radio-tv iraniana ParsToday!

Sono nuovamente stato contattato dai colleghi di Pars Today (già Irib Radio Italia) che mi hanno voluto intervistare riguardo alle voci di una prossima "annessione" della parte di Palestina nota come 'West Bank' al regime ebraico di invasione ed occupazione.

L'intera intervista, della durata di meno di dieci minuti, é ascoltabile alla pagina di Pars Today premendo sulla finestra player che appare prominente sotto il titolo della notizia.

Coloro che volessero scaricare il file audio delle mie risposte possono farlo al seguente link:

CLICCA QUI PER SCARICARE L'AUDIO.

domenica 21 giugno 2020

La Repubblica Islamica Iraniana conquista lo spazio con le sue sole forze, senza dover chiedere niente a nessuno!

Il ministro delle comunicazioni e della tecnologia dell'informazione Mohammad Javad Azari Jahromi ha annunciato che il numero dei satelliti fabbricati nel paese aumenterà a 18 entro la fine dell'attuale anno iraniano (19 marzo 2021).
"L'Iran aveva realizzato 3 satelliti entro l'anno 2013, è aumentato a 7 nel 2017, 15 nel 2020 e, a Dio piacendo, avremo 18 satelliti fatti in casa entro la fine di quest'anno", ha detto Azari Jahromi, rivolgendosi ai parlamentari di Teheran di domenica.

Ha anche sottolineato l'importanza del recente satellite lanciato dalla Forza aerospaziale della Guardia Rivoluzionaria islamica (IRGC) come una mossa che ha ampliato le capacità scientifiche dell'Iran e spianato la strada a ulteriori progressi.

L'IRGC ha lanciato e messo con successo il primo satellite militare iraniano chiamato Nour 1 (Light 1) nell'orbita alla fine di aprile.

L'IRGC ha lanciato il satellite a bordo del missile Qassed (Portatore) a Dasht-e Kavir, nel deserto centrale dell'Iran.

Qassed è un lanciatore a tre stadi che utilizza combustibile solido liquido.

Il satellite è stato collocato nell'orbita 425 km sopra la superficie terrestre.

venerdì 19 giugno 2020

Svelati nuovi dettagli sull'abbattimento del drone/piccione di Trump, esattamente un anno fa!


Nel primo anniversario di abbattimento dell'aeromobile senza pilota spia americano MQ-4C, la forza aerospaziale della Rivoluzione islamica Guards Corps (IRGC) ha rilasciato ulteriori dettagli su come colpire il drone, poiché gli esperti militari russi hanno descritto l'evento il lavoro di un 'mitico missile'.
Secondo l'IRGC, in concomitanza con il volo di un drone MQ-4C Triton della Marina degli Stati Uniti dalla base aerea di al-Dhafrah negli Emirati Arabi Uniti, un aereo di pattugliamento marittimo americano P-8 e un drone MQ-9 volavano anche in la regione mentre il P-8 era distante 16 chilometri dal drone.

Il drone americano volò verso lo stretto di Hormuz e violando l'Iranian First Information Report (FIR) continuò la sua strada verso Chabahar. Quindi, venne rilevato dal radar iraniano a una distanza di 490 chilometri.

domenica 14 giugno 2020

La milizia popolare irakena "Firqa al-Abbas al-Qitaliyah" adotterà i T-55 modernizzati "Al-Kafeel" nel suo battaglione corazzato!

Una delle principali unità della Mobilitazione Popolare (Hashd al-Shaabi) irakena é la "Divisione da Combattimento Al-Abbas" (Firqa al-Abbas al-Qitaliyah), la quale dispone di una forza di valutata (da fonti che il vostro amorevole Kahani considera assolutamente affidabili) intorno ai diecimila uomini, di cui due terzi nelle unità di prima linea e 2500-3000 in uno scaglione di 'riserve'.

Come articolato in una nostra precedente inchiesta, la Divisione Al-Abbas é tra le poche forze delle Hashd al-Shaabi a disporre di unità corazzate e meccanizzate.

Adesso, siamo orgogliosi, grazie alle nostre fonti amichevoli e affidabili di poter comunicare al nostro pubblico che la 'brigata Al-Kafeel' della Divisione Al-Abbas é in corso di "upgradare" tutti i propri carri armati T-55, portandoli allo standard della modernizzazione autoctona irakena di quel venerando mezzo, che abbiamo presentato in esclusiva alcuni mesi fa con questo articolo.