sabato 29 giugno 2019

Gli Emirati "emigrano" dallo Yemen! Ritirati migliaia di soldati e mercenari!



Più volte parlando della "strana coppia" saudo-emiratina io la paragono ai collodiani Gatto e Volpe.
Il Gatto, sciocco, è rappresentato ovviamente da Riyadh, la Volpe, più astuta e malevola, da Abu Dhabi.

Anche questo nuovo sviluppo in Yemen conferma la mia valutazione: gli UAE capiscono che l'ex "Arabia Felix" é una palude e iniziano (seppur con una scusa) a tirare i remi in barca.

Gli Emirati Arabi Uniti (EAU) hanno ritirato un gran numero di truppe dallo Yemen presumibilmente per timore di un'escalation delle tensioni tra Stati Uniti e Iran.

Il ritiro è avvenuto perché Abu Dhabi voleva avere forze e equipaggiamenti "a portata di mano" in seguito alle recenti tensioni nella regione del Golfo Persico, secondo quanto riferito da quattro diplomatici occidentali senza nome.

Le tensioni arrivano dopo che gli Stati Uniti hanno aumentato la propria retorica contro l'Iran, annunciando lo spiegamento di ulteriori schieramenti di truppe nella regione del Golfo Persico al fine di contrastare una "minaccia" non specificata dall'Iran agli inizi di maggio.



Una settimana dopo, quattro petroliere furono sabotate nel porto marittimo degli Emirati Arabi Uniti di Fujairah. All'inizio di questo mese, altre due petroliere sono state danneggiate dalle esplosioni nel Golfo di Oman.

Mercoledì, gli Emirati Arabi Uniti hanno detto che non ci sono prove "chiare, scientifiche e convincenti" per assegnare la colpa agli attacchi, dividendosi con gli Stati Uniti e l'Arabia Saudita, che hanno ritenuto l'Iran responsabile senza alcuna base.

Parlando delle recenti tensioni e del ritiro degli EAU, un diplomatico occidentale ha affermato che il paese arabo ha effettivamente ritirato "un sacco" delle sue forze nelle ultime tre settimane.

Tuttavia, confermando solo "alcuni movimenti di truppe" dallo Yemen, un anonimo alto funzionario degli Emirati ha affermato che Abu Dhabi non stava cercando di ritirarsi dal paese e si era impegnato nella "coalizione" militare guidata dai Sauditi.

Il funzionario ha rifiutato di fornire ulteriori informazioni sul numero e sulla posizione dei movimenti delle truppe.

Il ritiro delle truppe avviene mentre la coalizione guidata dai sauditi è stata recentemente sottoposta a forti pressioni dal movimento houthi dello Yemen e dalle forze armate.

Negli ultimi due mesi, le forze yemenite hanno lanciato una serie di attacchi con missili e droni su strutture vitali saudite, tra cui installazioni petrolifere, aeroporti e batterie di difesa aerea in risposta agli incessanti attacchi guidati dai sauditi sul paese.

4 commenti:

  1. Questo fake ritiro comunque non salverà, quando verrà il momento, Abu Dhabi dalla completa cancellazione dalle mappe.

    RispondiElimina
  2. Grande ! E cmq hai ragione, gli emiratini sono più svegli dei Saud.

    RispondiElimina
  3. Direttore, ci aggiorni sul ultimi sviluppi, che vedo hanno raggiunto pure Cipro!

    RispondiElimina
  4. Segnalo un grave errore di battitura: "emirati" vuol dire "principati", che non c'entra nulla con EAU. Questa sigla sta infatti per "Evirati Arabi Unti", con la "v".
    Ne approfitto per fare i complimenti al buon Kahani, cui perdoniamo questo lapsus!

    RispondiElimina