mercoledì 17 settembre 2014

Ampia partecipazione siriana alla mostra di Mosca per i prodotti alimentari!

Il "Salone Internazionale per i Prodotti Alimentari" è stato inaugurato lunedì a Mosca sotto il motto "Come dovrebbe funzionare il mercato alimentare russo?." 

Più di 1600 industrie e aziende alimentari e agricole provenienti da 73 paesi hanno fatto parte della mostra, comprese le aziende siriane. La mostra ha lo scopo di ricercare nuove fonti industriali, alimentari e agricole, per sostituire la merce che veniva importata dall'UE, dimostratasi priva di indipendenza morale e di senso dei propri stessi interessi. 

Il bilancio delle importazioni russe nel settore alimentare è più di 45 miliardi di dollari all'anno, un mercato vastissimo e ansioso di consumare prodotti di alta qualità nel quale stati come la Tunisia, l'Egitto, e i paesi del Sudamerica hanno tutto l'interesse di sostituire i produttori europei.

Anche la Siria di Assad, come si vede dalla foto, é ansiosa di sfruttare i suoi ottimi rapporti con Mosca per proporsi come affidabile partner commerciale nel settore agroalimentare, per riequilibrare almeno in parte i costi delle forniture militari russe e dei prestiti che già hanno iniziato ad affluire a Damasco per finanziare le opere di ricostruzione.

8 commenti:

  1. I politici italiani dovranno pagare carissimo il loro spirito da barboncini scodinzolanti dietro i porci anglo-sionisti.
    Gli Italiani ed i Russi sono sempre stati molto vicini come visione del mondo, generosità, attaccamento alla famiglia, senso primordiale della giustizia e voglia di vivere, la differenza sostanziale è che i Russi sono orgogliosi di essere Russi mentre gli Italiani quasi si vergognano delle loro origini in modo incomprensibile dopo aver illuminato almeno un millennio di storia europea, per il resto i due popoli si amano profondamente perchè sanno di avere un'anima e e non danno valore solo alle cose materiali.
    I morti Russi in Novorossia sono dimenticati e oscurati dalla stampa serva italiana che preferisce dare spazio alle due troiette amiche dei terroristi sequestrate in Siria, è necessaria in Italia una "lustrasja" ovvero un repulisti di servitorame vario a pagamento di marca fascista ed atlantista.
    Ivan
    P.S.
    I fascisti italiani, salvo rarissimi e pregevoli eccezzioni, non hanno mai rappresentato valori nazionali ma sono stati sempre funzionali all'alleanza atlantica, io ho rispetto per i caduti della R.S.I. che si sono battuti con onore contro gli anglosassoni ad Anzio ed in altre analoghe occasioni, disprezzo invece chi si è venduto.

    RispondiElimina
  2. Anche se bisogna dire che come paese la Siria non vale un cazzo.
    Ivan

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma come ti permetti buzzurro di dare giudizi sullEroica Siria? E di fingere di essere ME? Se ti becco ti riservo il trattamento che i Siberiani facevano agli SS, ti taglio i tendini di Achille animale!
      Ivan

      Elimina
    2. Eravamo certi che non poteva essere stato lei, Signor Ivan...

      Elimina
    3. Certo che no. Sono solo le solite merde che cercano di incasinare gli outlet informativi seri e veritieri. Si riconoscono subito. E' sufficiente non prestargli attenzione, e comunque non hanno nessuna speranza di riuscire a infangare questo Blog. Non sarebbe affatto male cancellare i commenti odiosi di questi impostori. Tra l'altro, suppongo che l'indirizzo IP del somaro disturbatore sopra, sia sicuramente diverso da quello del Sig. Ivan. Il mio è SEMPRE quello, più o meno da Settembre 2013, quindi se una qualsiasi testolina di cazzo avesse voglia di spacciarsi per me, per scrivere commenti idioti od offensivi, sappia già che la Redazione di PalaestinaFelix, [che tra tutti gli altri, vede sempre anche il mio IP] capirebbe subito che si tratta di un impostore, e sarebbe subito smascherato.

      Elimina
  3. Tu, potresti esser tutto, (( gay, mamma troia, con il padre rotto culo )) però Ivan è un uomo da rispettare.
    Vv la vittoria.

    RispondiElimina