martedì 28 luglio 2015

Un 'barile di demokrazzia' per i lecca-takfiri di 'nena news', fognetta web degli amici di ISIS e wahabiti!

Qualche giorno fa in uno degli spazi della nostra testata riservata ai commenti qualche nostro lettore ha menzionato la cloaca internettiana conosciuta come 'nena news', outlet italiano di amici e probabilmente fiancheggiatori dei takfiri e dei wahabiti, sempre pronta a chiamare 'golpista' il Presidente egiziano Al-Sisi e ad accusare il Presidente siriano Assad di usare i "bbarilhi bbombah" (chissà come, potendo usufruire degli aiuti militari russi e iraniani Assad dovrebbe riempire di chiodi ed esplosivo i barili? Mah...) dando di gomito ai vari sauditi, qatarioti, egiziani, ceceni, uiguri e daghestani che sgozzano e uccidono nel Sinai, a Palmyra, a Mosul e probabilmente anche finanziandoli e aiutandoli.

Questi amici dei terroristi hanno il loro sitarello morto e inutile come un aborto di pantegana e il nostro lettore che ne ha segnalato il link ci ha ricordato della sua esistenza, motivo per cui, trovando tra le molte segnalazioni di notizie e immagini che i nostri contatti e sostenitori ci inviano costantemente la foto di un VERO 'barile bomba' la dedichiamo con 'affetto' ai lerci spalleggiatori del terrorista che vi vediamo ritratto.

Speriamo che chi aiuta e giustifica l'utilizzatore del 'barile bomba' ritratto in foto si trovi prestissimo a sperimentarne direttamente gli effetti e per non venire fraintesi auguriamo di avere gli arti sfatti e la vita distrutta da una simile esplosione a Michele Giorgio, Chiara Cruciati, Sonia Grieco, Giorgia Grifoni, Roberto Prinzi, Nicola Perugini, Barbara Antonelli, Maurizio Musolino, Anna Clementi, Francesca La Bella, Rita Plantera, Cristina Micalusi, Fidaa Abu Hamdiyyeh, Luca Ricciardi.

Avete scelto la vostra parte, avete scelto quella takfira e terrorista perché spalleggiata dai petrodollari sauditi e del qatar e perché asservita alle mire sioniste e americane. Va bene, noi, che lottiamo e lotteremo sempre con l'Asse della Resistenza per la Libertà e la Giustizia vi promettiamo che non smetteremo mai di combattervi, fino alla fine.

Possiate presto saltare in aria come i vostri amici dell'ISIS e di Al-Nusra sotto le bombe e i razzi di Assad e di Hezbollah.

4 commenti:

  1. Cloaca internettiana: se la conosci la eviti. Tuttavia va conosciuta, perché è molto più subdola di quella televisiva/cartacea, e molto più sottilmente inquina un "mezzo" che è quantomai necessario per sapere ciò che accade realmente nel teatro mediorientale (vedi PalaestinaFelix). Infatti l'informazione "ufficiale" è chiara e distinta nella sua opera continua di creazione di falsi e di propaganda USionista.
    A questo proposito mi permetto di segnalare quello che secondo me è il campione della mistificazione mainstream italica sulla Siria: Lorenzo Trombetta che, da Beirut, per Ansa e Limes produce a getto continuo lanci e "analisi" come queste:

    http://www.limesonline.com/rubrica/laccordo-sul-nucleare-iraniano-e-una-pessima-notizia-per-la-siria

    RispondiElimina
  2. Articolo stupendo. Grande Kahani

    RispondiElimina
  3. Pusillanimi vili nascosti dietro una tastiera. Siamo in tanti, e con una volontà di combattere per la libertà.

    RispondiElimina
  4. ..." il loro sitarello morto e inutile come un aborto di pantegana"...Ahahah!... e nell'articolo precedente su Cretinoglu, dove cè scritto "ad Ankara Ahmet Davutoglu di fronte ad alcuni cronisti e giornalisti locali era costretto a far pace col cervello"... Suleiman, sei il numero Uno, mi fai sputtanare dal ridere con questo "sarcasmo geopolitico"! :D

    Informi in modo impeccabile e diverti allo stesso tempo, Bravo!

    RispondiElimina