sabato 19 novembre 2016

Attacco aereo siriano distrugge il più grande arsenale takfiro rimasto a Sud-Ovest di Aleppo!

Ancora una volta il Servizio Segreto dell'Aeronautica Siriana (Mukhabarat al-Jawwiya) dimostra le sue incredibili capacità, fornendo ai 'top gun' le preziosissime informazioni che sono servite a preparare ed eseguire una delicatissima missione di bombardamento su un obiettivo di altissimo valore.

Parliamo di un arsenale dei terroristi takfiri di Jaysh Fateh, che si trovava a Madajen al-Kiyali, nei pressi del villaggio di Tal Hadieh. Questo era uno dei più grandi depositi di armi e munizioni rimasti ai terroristi e grazie ai piloti dei Su-24M2 di Damasco che l'hanno centrato con munizioni di precisione é stato completamente distrutto.

Intanto dall'interno della sacca circondata di Aleppo Centro-Est filtrano notizie secondo le quali ormai il quartiere di Bostan al-Basha sarebbe sul punto di collassare e passare definitivamente in mano governativa, aspettiamo ulteriori conferme, che, speriamo, non tarderanno ad arrivare.

15 commenti:

  1. GRAZIE! GRAZIE!! GRAZIE!!!!

    SIgnor Kahani, per suo lavoro lei meriterebbe tre, quattro, cimquemile euro per mese!

    BASHAR SOURIYA ALLAH WA BASS!!!!!

    RispondiElimina

  2. ad Anonimo18 nov.2016 16:39. Penso che se la squadra navale russa, è nei pressi della costa turka, è per ricordare a merdocan -ora utilizzero questo, così ci uniformiano nel nome-, che i turki e i loro lacchè non avanzino nella Siria orientale. Infatti aerei turki, sono partiti per bombardare SDF, ma appena in volo sono stati individuati e costrettì a tornare indietro.
    ==> SyrianMilitaryCap. ‏@syrianmilitary 18 nov reports about SyAAF intercepting Turkish fighter jets was going to strike SDF they were forced to go back with out executing their mission.
    Anche perchè la squadra di aerei russi in Siria, sono più che sufficienti per Aleppo e Idlib. Sembra infatti che la sqaudra navale faccia da deterrenza (sopratutto amerikani, ma anche turki) e controllo radar su tutta la Siria (sopratutto turki).

    Ma passiamo ad altro; ben venga l'offensiva sulla sacca di Aleppo, mi trovo d'accordo con Gianus, che ci vorrà del tempo e costerà molte vittime (spero sempre poche). Ma la cosa da considerare è che la parziale rivolta della popolazione (sedata con molti morti), possa indurre l'Esercito siriano alla possiblità di dividere la sacca di Aleppo in due sacche separate più piccole (non più comunicanti in nessun modo, vedi tunnel, che portano armi
    e uomini dalla eventuale zona con un cessate il fuoco, alla zona che ancora combatte, ecc.), e che in una di essa, vi sia una rivolta della popolazione (rivolta possibile,dato che si può vedere l'Esercito siriano a poca distanza, che può essere di aiuto), questo causerebbe un effetto a catena su tutta Aleppo.
    N.B.- ai più può sembrare solo un ragionamento mentale senza alcun costrutto, ma la mia come ho già scritto altre volte, è solo una analisi dei fatti, e la speranza che la
    guerra in Siria finisca presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un buon commento, molto sensato.
      GLuca

      Elimina
    2. Grazie MCM. Diego.

      Elimina
    3. Ultime sul gruppo navale russo : ora si trovano proprio davanti alle coste siriane , a metà strada tra Latakia e Tartus. Diego.

      Elimina
    4. O perlomeno si è spostato il rimorchiatore Chiker. Diego.

      Elimina
  3. ANSA e Fatto Quotidiano, oggi è il turno della propaganda ospedaliera.
    FF

    RispondiElimina
  4. Pultroppo ci sono anche notizie non buone (e spero di essere smentito), ovvero i turki e i loro lacchè, semra che stiano per investire Al-Bab.
    ==> http://colonelcassad.livejournal.com/3077363.html
    N.B.- non ho niente da dire, se non il fatto che il sito riporta la data del 18-11-2016.-

    Marcus Claudius Marcellus

    RispondiElimina
  5. Ho appena letto su almasdar.news che mentre il SAA con Al-Quds attaccava Bostan al-Basha, sul fianco opposto della sacca, cioè venendo da est, la Tiger Forces ha sfondato e preso la collina Tall Zouhor e alcune dozzine di isolati, se fosse confermata tale notizia assume un bel significato, in pratica si innzia ad attaccare da un lato per poi sfondare da un altro, così da disorientare i molestatori di capre preferiti da obanana e non far loro mai capire da dove arriverà il prossimo schiaffo, una tattica pesante anche dal punto di vista psicologico, io per mandarli fuori di testa incaricherei qualche cecchino di iniziare a sparere alle capre così da mandarli completamente in confusione e tanta gente potrebbe scappare.

    RispondiElimina
  6. Basterebbe inserirsi sulle loro frequenze radio e, copiando la voce di uno di loro, dire che ci sono traditori fra di loro causando una guerra intestina.
    Hal

    RispondiElimina
  7. Hal, gente del tuo calibro arricchiscono i sito

    RispondiElimina
  8. Gianus, una carta di Google maps con sopra riportati i punti dominanti Aleppo e le linee di fronte, sarebbe il massimo. Grazie per le notizie che fornisci !! Ci sono notizie di appoggi di elicotteri mi24 e ka 52?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. flanker sukhoi
      http://militarymaps.info/ anche se ultimamente non la aggiornano tanto spesso come nei mesi passati, offre però una buona comprensione, penso che gli elicotteri operino normalmente su molti fronti, non vi è alcuna notizia contraria.

      Elimina