giovedì 8 dicembre 2016

Improbabili "avanzate" dell'ISIS e altre "Idee del Cavolo"...

Leith Fadel, l'agente americano finto filo-assad sta pompando a pieni polmoni balle e panzane su "palmyra in pericolo", altrimenti la CIA non gli manda l'assegnino mensile.

Il problema è che c'é gente, magari anche sinceramente filosiriana, che gli crede.

Un gruppo FB che seguo, una volta verificate le dichiarazioni del Comando Supremo siriano, rientra bruscamente alla realtà e dichiara (e grazie tante!) che "Palmyra non sarebbe in pericolo".

Ma puntualmente arriva qualcuno che dice che EH MA IDLIB DOVRA' ASPETTARE, BISOGNA CONCENTRARSI ALTROVE.

Mappa di Est Homs pubblicata 32 minuti fa e aggiornata a questo pomeriggio...pregasi notare la INCREDIBILE "AVANZATA" DELL'ISIS che METTE IN PERICOLO PALMYRA!!!!

Certo, perché i ciabattari pulciosi di Nusra e FSA e Ahrar Sham non aspettano altro, che le forze siriane dopo avere stritolato i loro amici ad Aleppo gli lascino qualche settimana, ma anche qualche mese, per riposarsi e chiamare nuovi rinforzi e ricevere nuove armi.

Perché é quel che succederebbe se i Siriani si facessero prendere dal panico e corressero al centro del paese ad affrontare l'ISIS per l'inconsistente e inesistente "minaccia su Palmyra".

Siamo nella stessa situazione di Hama Nord qualche tempo fa, per distrarre le forze siriane i terroristi lanciano offensive altrove, tra l'altro il fatto che stavolta sia l'ISIS a intervenire per salvare Al Nusra dimostra che la mano che muove i due burattini è sempre la stessa, anche se uno lo fanno rifornire dai Sauditi e l'altro dal Qatar, ma il padrone che servono, tanto i burattini quanto i foraggiatori, è sempre lo stesso.

AGGIORNAMENTO: un amico nei commenti ci avvisa che la persona che si è lasciata impressionare dalle BALLE di al-masdar è un sincero amico di Assad e della Siria...lo invitiamo a seguire queste pagine e cessare di prestare attenzione a leith fadel e alle sue fole.

18 commenti:

  1. Raga sono un'amico di quel commentatore, lui in verità è dalla parte di Assad e non voleva provocare nessuno e chiede scusa per il commento solo che AMN a volte esagera con i post (il post l'ha cancellato) veramente lui segue sempre il vostro sito!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah...bè mi spiace di averlo scambiato per un provocatore

      Elimina
  2. Pacificata Aleppo penso che si passerà sicuramente ad Idlib, dove convogliano tutti i terroristi che si sono "arresi", lì forse i russi utilizzeranno bombe ad alto potenziale per accorciare i tempi della liberazione, la maggiore parte dei civili sono i famigliari dei terroristi, in realtà basterebbe una sola bomba per risolvere il problema

    RispondiElimina
    Risposte
    1. oh si! magari la CZAR da 50 megatoni........

      Elimina
  3. Pacificata Aleppo penso che si passerà sicuramente ad Idlib, dove convogliano tutti i terroristi che si sono "arresi", lì forse i russi utilizzeranno bombe ad alto potenziale per accorciare i tempi della liberazione, la maggiore parte dei civili sono i famigliari dei terroristi, in realtà basterebbe una sola bomba per risolvere il problema

    RispondiElimina
  4. Palmira e' intoccabile, possono provarci quanto gli pare la fine che faranno e' concimare il deserto. Pur condividendo che Idlib sia la priorita' non si puo' lasciare l'oriente siriano troppo ad aspettare. Liberata Aleppo e il Ghouta est credo che di risorse la Siria ne abbia a sufficienza per gestire due fronti e contro l'is i Russi si possono dedicare senza nessuna opposizione occidentale. Su Almasdar ci stanno tutte le critiche e le accuse ma se lo paragono a qualsiasi organo di "informazione" e' un faro di verita'. In un sistema informativo dedicato in toto a ripetere all'infinito propaganda e falsita' palesi anche una mezza verita' detta e' un guadagno importante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dopo Aleppo, speriamo che sia la volta di Raqqa, così da chiudere ogni spazio agli americani (anche se la sbandierata offensiva YPG-USA sembra ingolfata per l'ennesima volta).

      Elimina
    2. Raqqa è strategicamente più complicata, ci sono nei dintorni kurdi turchi americani e non escludo gli infami sionisti, Idlib invece è farcita di terroristi ed è un affare interno siriano

      Elimina
    3. Però, l'obbiettivo storico finale è quello di Antoun Saade: la Grande Siria (Siria, Libano, Palestina, Sinai, Iraq, Kuwait, Giordania,Cipro, Sangiaccato di Alessandretta). Le cartine sul web (Greater Syria) sono interessantissime.

      Elimina
    4. signor Paolor. mi permetta la precisazione. Il,suo caro amico Antun Saade voleva incorporare nella Grande Siria anche il Shatt al-Arab, COMPRESA LA PARTE IRANIANA. Cerchi di farlo capire ai Mullah! per non dimenticare che questo brav'uomo era ammiratore di un certo Schicklgruber alias Hidler!

      Elimina
    5. Stupidaggine smentita più volte sia da Saadeh che dai suoi continuatori e seguaci.

      L'Iran é etnicamente arabo fino al Khuzestan, il progetto di Grande Siria é un ideale, chi pensa che per realizzarlo la Siria voglia far guerra al suo migliore alleato degli ultimi 30 anni è un incredibile cretino, proprio come l'estensore di questo commento.

      Elimina
    6. califfo paolotto, perche' banni le verita' e propaghi le tue menzogne. Non ci si puo' aspettatre altro da quella gamella da SingSing o da Cottolengo. Sei geloso del Leith Fadel! non sei nemmeno degno di baciargli le scarpe. tu conosci solo le parole plagio e copia incolla, giorni dopo i fatti. ti rifai denigrando i veri giornalisti alla Giulietto e consorti. Fai schifo!

      Elimina
  5. opss si chiamava TSAR con CZAR


    questa magari Farouq..bel funghetto vero?

    https://www.youtube.com/watch?v=WwlNPhn64TA

    https://www.youtube.com/watch?v=RNYe_UaWZ3U

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Porco il Giuda! Quello che non capisco è che continuano a fare incazzare i russi, e pensare che basterebbe un solo Sarmat per cancellare la vita nel famoso regno unito

      https://aurorasito.wordpress.com/tag/rs-28-sarmat/

      Elimina
  6. Nooo, poco fa i russi hanno dichiarato che l'intesa con gli americani su Aleppo è imminente, i terroristi sono salvi

    RispondiElimina
  7. Lavrov ha detto che porteranno fuori i civili, circa 8.000, giusto una pausa prima di disfare del tutto i terroristi, a meno che ci sia qualche accordo per salvare gli ufficiali nato in cambio di qualcosa che solo loro possono sapere, vedremo.
    Per quanto riguarda al masdar vorrei far notare solo una semplice cosa: quanto sono veloci a riportare i proclami dei terroristi in confronto a quanto sono reticenti a riportare le vittorie Syriane, penso che sia abbastanza per capire da che parte stiano questi noti disinformatori.

    RispondiElimina
  8. A livello strategico e importante regolare la situazione a Raqqa in quando e parte del corridoio (continium territoriale) che, dalla Turchia, permette ai terroristi di beneficiare di rifornimenti divario genere(terroristi, cibo e armi). Un altra via di approvigionamento e il confine meridionale con il regno ascemita (de facto un protettorato nordamericano)... a livello strategico, il governatorato di idlib e importante ma e isolato dal resto della siria.. le priorita sono raqqa e il confine sirogiordano.

    RispondiElimina
  9. Però, mi sembra di assistere al lunedì, quando sono tutti allenatori, che fior fiore di strateghi. Per quello l'Italia mai vincere potrà, se sono tutti di quello stampo come i commenti dello screenshoot...hahaha

    RispondiElimina