martedì 21 maggio 2019

Un grande cambiamento in preparazione per l'Armata Russa? Il 57mm potrebbe essere il nuovo calibro degli autocannoni da blindato?


La società di ingegneria russa Tecmash e la società statale hi-tech Rostec stanno valutando la possibilità di sostituire i cannoni da 30 mm con armi da 57 mm nei sistemi di munizioni dei veicoli corazzati russi. Anche il Ministero della Difesa russo sta studiando questa possibilità, ha detto martedì al vice ministro esecutivo di Tecmash Alexander Kochkin.

"Stiamo effettuando una valutazione insieme a Rostec State Corporation e il cliente rappresentato dal Ministero della Difesa sta conducendo il lavoro in questione", ha detto Kochkin, rispondendo a una domanda sulla possibilità per i veicoli corazzati russi di passare al calibro 57mm.

Oggi il calibro 30mm è il diametro base delle armi per i veicoli russi leggeri e di media corazza. Il passaggio dall'intera flotta blindata della Russia al nuovo calibro dipende dalle risorse finanziarie disponibili.



"Il cambiamento di calibro richiederà enormi spese per l'aggiornamento dell'armamento operativo e dell'hardware militare", ha spiegato Kochkin. Ecco perché le imprese Rostec stanno lavorando in questo settore "di propria iniziativa", ha aggiunto.

Diversi sistemi d'arma con il nuovo calibro sono stati esposti all'esposizione militare Army-2018 a Kubinka, vicino a Mosca l'anno scorso. In particolare, la Russia presentava un sistema di artiglieria di difesa aerea Derivatsiya-PVO basato sul telaio del veicolo da combattimento della fanteria BMP-3 e un T-15 promettente veicolo da combattimento pesante basato sulla piattaforma Armata e armato con il modulo di combattimento Kinzhal con il 57mm e missili anticarro.

CEO del produttore della difesa di Uralvagonzavod (parte di Rostec) Alexander Potapov ha dichiarato al recente show delle armi Milex-2019 che la compagnia intendeva studiare varie opzioni di utilizzo di cannoni da 57mm nell'interesse dell'Air Force, dell'Esercito e della Marina.

Il Burevestnik Central Research Institute di Uralvagonzavod è impegnato nello sviluppo del sistema di artiglieria di difesa aerea Derivatsiya-PVO e del modulo di combattimento 57mm "Baikail" dell'AU-220M.

1 commento: