venerdì 13 febbraio 2015

Altri 36 terroristi dell'ISIS finiscono di fronte al plotone d'esecuzione per "diserzione e codardia"!

Continua sempre più intenso il trend dell'ISIS verso le esecuzioni punitive di propri membri "sorpresi" a tentare la diserzione o catturato dopo la fuga di fronte a truppe siriane o irakene; con le vittorie degli eserciti di Damasco e Bagdad (e delle loro milizie ausiliarie, composte di volontari nazionali o stranieri) che si intensificano sempre di più come frequenza e importanza il sistema difensivo takfiro che una volta si stendeva ininterrotto da Deir Ezzour fino alle porte di Samarra é sempre più barcollante e concentrato intorno alle due ultime piazzaforti di Raqqa (in Siria) e Mosul (in Irak), ovvio che diserzioni e fughe davanti al nemico si facciano paralellamente più numerose e importanti.

Ultimamente l'esecuzione di ventitré militanti del 'Califfato' sarebbe avvenuta a Tal Afar, 420 Km a Nordovest di Bagdad; i fucilati sarebbero stati catturati dopo la loro fuga dalla prima linea avvenuta a 40 miglia da Mosul, nella zona di Wanaa e Wadi Noran.


Solamente 24 ore prima altri 13 wahabiti avevano ricevuto pallottolle alla schiena dopo una grave sconfitta nel Nord dell'Irak, che aveva portato alla caduta di molte località occupate fin dall'estate scorsa e ora tornate sotto controllo governativo.

7 commenti:

  1. Se non sbaglio la foto si riferisce ad un terrorista iracheno , il quale fermò 3 camionisti e dopo breve interrogatorio a sfondo religioso li uccise (mi pare fossero sciiti) credo di aver letto su questo blog che fu ucciso in Iraq , poco c'entra con l'argomento ma l'immagine mi ha suscitato il ricordo di quel tragico episodio ... Diego.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'immagine é una semplice foto di repertorio, quando le immagini sono direttamente collegate all'evento mettiamo una didascalia o un riferimento nel testo.

      Elimina
    2. Esatto Anonimo delle 06:46

      Elimina
  2. Si,ma immagine stata usata per fare vedere la crudeltà e comportamento animalesca dei terroristi.meglio che si ammazzano fra loro.
    Mortaggi loro. :(
    vv la vittoria

    RispondiElimina
  3. Obama, o meglio il congresso repubblicano, ha fretta perchè la loro creatura, l'isis, sta morendo e ha bisogno di intervenire in medio oriente per fare guerra alla siria. Con la morte dell'isis fine dei giochi e niente scusa per invedere la Siria

    RispondiElimina
  4. Obama, o meglio il congresso repubblicano, ha fretta perchè la loro creatura, l'isis, sta morendo e ha bisogno di intervenire in medio oriente per fare guerra alla siria. Con la morte dell'isis fine dei giochi e niente scusa per invedere la Siria

    RispondiElimina
  5. Obama, o meglio il congresso repubblicano, ha fretta perchè la loro creatura, l'isis, sta morendo e ha bisogno di intervenire in medio oriente per fare guerra alla siria. Con la morte dell'isis fine dei giochi e niente scusa per invedere la Siria

    RispondiElimina